Alex, 11 anni, si sente femmina, ma il padre la vuole curare

La madre la appoggia nella sua battaglia e Alex è accettata come una bambina anche a scuola. Il padre, però, non sente ragioni e vuole sottoporla a psicoterapia "perché torni normale".

Alex, 11 anni, si sente femmina, ma il padre la vuole curare - adolescente transBASE - Gay.it
2 min. di lettura

Alex, 11 anni, si sente femmina, ma il padre la vuole curare - adolescente transF1 - Gay.it

Una bambina di 11 anni che vive a Berlino, in Germania potrebbe finire in un istituto psichiatrico per volere delle autorità locali e del padre perché, nata biologicamente maschio, intende invece vivere come una bambina.
Il caso sta suscitandol’attenzione della International LGBTQ Youth and Student Organisation (IGLYO) che ha anche lanciato una petizione su change.org.
Stanto a quanto riferisce l’IGLYO, la bambina, che tutti chiamano Alex (da Alexandra), vive con la madre che la sostiene nell’espresione della sua identità sessuale, mentre il padre, da cui la donna è divorziata, rifiuta con forza la visione che la figlia ha della sua identità sessuale e vuole costringerla a crescere come un maschio.Se le mobilitazioni in favore di Alex falliranno, ci sono buone possibilità che la piccola venga costrett a sottporsi a trattamenti psichiatrici per "farlo tornare alla normalità".

Alex, 11 anni, si sente femmina, ma il padre la vuole curare - adolescente transF2 - Gay.it

E tutto questo senza tenere in alcun conto quello che dice Alex che racconta di sentirsi una bambina fin da quando ha memoria, di essere stata accettata come femmina a scuola dove è stata registrata come una bambina fin dall’inizio.L’identità di genere di Alex, a quanto pare, e la differente visione che ne hanno i suoi genitori, sarebbe alla base del divorzio della coppia. Con la pubertà che si avvicina, il padre ha interpellato l’Ufficio per i Giovani di Berlino. Le ragioni esposte dal padre non sono chiarissime, quello che si sa è che Alex non è stata esaminata da esperti indipendenti e che un nuovo membro dello staff dell’ufficio berlinese ha dichiarato che la giusta risposta al rischio suicidio cui Alex va incontro se non verrà affrontata la sua disforia di genere, è una cura psichiatrica presso un istituto specializzato.

Alex, 11 anni, si sente femmina, ma il padre la vuole curare - adolescente transF3 - Gay.it

Un comunicato ufficiale dell’IGLYO recita: "Il consiglio dell’IGLYO sostiene con forza i diritti dei giovani transgender. Vogliamo sottolineare il pregiudizio delle ‘terapie’ forzate che costringono i bambini ad adattarsi al genere che la società pensa debbano avere. IGLYO segue le ricerche secondo le quali le terapie riparative che concernono l’orientamento sessuale e l’identità di genere possano essere seriamente pericolose per i bambini. Esprimiamo la nostra solidarietà alla ragazza e alla madre e chiediamo alle autorità di Berlino di intervenire e impedire che la bambina venga tolta alla madre. Troviamo che sia estremamente irresponsabile ed inacettabile togliere un bambino da una casa amorevole e che lo sostiene senza essersi prima consultati con esperti".
Sul caso, adesso si pronuncerà la Corte Suprema tedesca.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico - Lia Thomas - Gay.it

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico

Corpi - Federico Boni 26.1.24
acet-team-persone-trans-non-binarie

ACETeam, la prima squadra di calcio a 5 in Italia composta solo da persone trans e non binarie – INTERVISTA

Corpi - Francesca Di Feo 16.11.23
Foto di Jamie Mccartney

Il Museo della Vagina include anche le persone trans*

Culture - Redazione Milano 18.1.24
Isobel Jeffrey si è sottoposta ad un intervento chirurgico di riassegnazione di genere a 80 anni - Isobel Jeffrey - Gay.it

Isobel Jeffrey si è sottoposta ad un intervento chirurgico di riassegnazione di genere a 80 anni

News - Redazione 24.11.23
tdor-2023-torino

TDOR Torino 2023: “Marciamo per noi stessə, per chi non può farlo e per chi non c’è più”

News - Francesca Di Feo 13.11.23
decreto genitori

Il Governo Meloni difende il decreto Salvini-Conte che cancella i genitori omosessuali dai documenti dei figli

News - Redazione Milano 4.10.23
20.000 specie di Api, arriva l'acclamato film che esplora il tema dell'identità di genere in età adolescenziale - 20.000 specie di Api - Gay.it

20.000 specie di Api, arriva l’acclamato film che esplora il tema dell’identità di genere in età adolescenziale

Cinema - Redazione 1.12.23
L'attrice transgenere Hunter Schafer e lo sviluppatore di videogiochi Hideo Kojima di Kojima Productions, con cui collabora per il videogioco horror OD realizzato insieme al regista Jordan Peele

Hunter Schafer diventa protagonista del videogioco horror di Jordan Peele e Hideo Kojima

Culture - Matteo Lupetti 12.12.23