Come avere una storia queer alle scuole superiori

Alle scuole superiori sembra difficile avere una relazione queer? Porsi le giuste domande e frequentare ambienti friendly può essere la soluzione

ragazzi gay alle scuole superiori che si guardano negli occhi innamorati
3 min. di lettura

Il periodo delle scuole superiori può essere un momento difficile per gli adolescenti in generale: oltre alle comuni lotte per trovare la propria identità ed essere “accettati” dal gruppo e dalla società, gli e le adolescenti queer (gay, lesbiche, bisessuali, transessuali…) devono pensare a come definire se stessi e vivere la propria sessualità non conforme, rischiando per questo di essere in alcuni casi discriminati. Può essere più difficile, in questa situazione, trovare una relazione, ma niente è impossibile, specie al giorno d’oggi.

Scoprire la propria identità

Ci vuole tempo per capire chi siamo, e nella comunità queer c’è ancora di più la pressione di avere un’identità fissa e rigida che sia definibile come “gay”, “bisessuale”, “trans”, “lesbica” o altro. Ciò nonostante, provate a non etichettarvi subito con una parola e considerate che l’identità sessuale può variare sempre nel corso del tempo. È possibile ad esempio definirsi “queer”, che è un termine più aperto a mille sfaccettature, ma non è per forza necessario.
amore gay alle scuole superiori

Non basate tutto sul genere delle persone

Come molti e molte sanno, le nuove generazioni sono più aperte a tutto, tanto che come scrivevamo in numero crescente ragazzi e ragazze della scuola superiore si definiscono bisessuali o pansessuali. Potrebbe infatti essere anacronistico oggi frenare i propri istinti e sentimenti in base al sesso di nascita di chi si ha di fronte, ma non per questo è sbagliato porsi alcune domande prima di decidere. Ecco qui qualche esempio: chi sono e cosa cerco in un rapporto? Quanto è importante per me il genere? Oppure: E ‘importante per me di rivendicare una particolare identità? Ho bisogno di fare un coming out oppure preferisco aspettare di capirmi meglio?

ragazzo cerca ragazzo gay in una chat online
Teen using laptop at home

Incontrate altri adolescenti particolari e alleatevi

Se si vive in una comunità friendly, come spesso accade oggi, può essere facile già dalle scuole superiori conoscere le persone più aperte in merito, prima di cercare l’amore. In primis potreste cercare su internet qualche gruppo LGBT o queer locale per giovani, altrimenti avvicinatevi ad ambienti artistici, come la pittura o il teatro, e anche ad alcuni collettivi politici o associazioni su altre tematiche. Di solito, infatti, negli ambienti più attivi e impegnati ci sono le persone più friendly. Le associazioni di femministe, per le donne, tendono a essere particolarmente queer e aperte a tutte le sessualità.
ragazze queer che si amano alle scuole superiori

Siate aperti circa la propria identità e cercate sentimenti veri

Ognuno e ognuna è divers*: c’è chi ama raccontare i fatti propri dalla finestra e chi invece è molto riservato o timida. Se si vuole avere una storia queer alle scuole superiori è bene essere sicuri di sé stessi e del proprio diritto ad amare chi vogliamo, ma anche essere disposti a raccontarsi con le altre persone. Quanto più si è sinceri e sincere con noi stessi, quanto più riusciremo a esserlo con chi ci circonda; in ogni caso la sincerità è sintomo di sicurezza in sé e la sicurezza in sé porta sempre a rapporti veri e piace molto alla persone. Non nascondetevi, siate sicuri e sicure di essere voi stessi e il resto del mondo crederà in voi e vi rispetterà, anche se a volte avrà bisogno di un po’ più di tempo per capire che il rispetto reciproco è la base della felicità.
ragazza lesbica che nasconde il suo diario segreto delle superiori

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Perché amiamo Tom Daley - Tom Daley - Gay.it

Perché amiamo Tom Daley

News - Federico Boni 23.7.24
Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy

Corpi - Redazione 24.7.24
Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico? - grindr olympic - Gay.it

Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico?

News - Redazione 24.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Deadpool & Wolverine, trionfo queer tra risate, allusioni sessuali, celebrazione mutante e un'iconica Madonna - TDW 14349 R - Gay.it

Deadpool & Wolverine, trionfo queer tra risate, allusioni sessuali, celebrazione mutante e un’iconica Madonna

Cinema - Federico Boni 24.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

gran-bretagna-giovani-trans

Scozia, 1 giovane trans su 3 non si sente al sicuro negli spazi pubblici

News - Francesca Di Feo 12.4.24
Gen Z musica dipendenza

La Gen Z è dipendente dalla musica: “È una terapia per il benessere mentale e fisico”. Ma Spotify aumenta le tariffe

Musica - Emanuele Corbo 4.4.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
krystilia hepporn drag queen

Insegnante di giorno, drag queen di sera: intervista a Krystilia Hepporn

Culture - Gio Arcuri 9.5.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
San Valentio Queer

San Valentino, “lascia che ci pensi io” è il “ti amo” scritto coi petali di rosa

Culture - Emanuele Bero 12.2.24
scozia-educazione-affettiva

Educazione affettiva nelle scuole, ecco cosa fanno in Scozia

News - Francesca Di Feo 23.4.24
Desmond Fambrini

Sei maschio o femmina? Le risposte dellə docente non binary

Lifestyle - Redazione Milano 5.3.24