Angelo Pezzana vuole un Museo della Storia dell’Omosessualità a Torino

Lettera aperta all'amministrazione piemontese. Nel mondo ci sono molti esempi virtuosi, tutto fa credere che sia arrivato il momento giusto per averne uno anche in Italia.

Angelo Pezzana vuole un Museo della Storia dell'Omosessualità a Torino - V Congresso nazionale del Fuori Piazza San Pietro Roma 23 25 aprile 1976 Foto di copertina Fuori n.16 - Gay.it
V Congresso nazionale del Fuori_Piazza San Pietro, Roma 23-25 aprile 1976 Foto di copertina Fuori n.16
3 min. di lettura

Un museo sulla storia dell’omosessualità, a Torino. È questa la richiesta avanzata da Angelo Pezzana e Maurizio Gelatti, presidente e co-presidente della Fondazione Sandro Penna – FUORI!, in una lettera aperta destinata al neosindaco di Torino Stefano Lo Russo e al Presidente della regione Piemonte Alberto Cirio.

La lettera arriva a chiusura della mostra dedicata ai 50 anni del primo movimento italiano di liberazione omosessuale, che si è tenuta nelle scorse settimane al Polo del ‘900 e al Museo diffuso della Resistenza nel Capoluogo piemontese.

Angelo Pezzana vuole un Museo della Storia dell'Omosessualità a Torino - FUORI 0 - Gay.it
Pagine della rivista FUORI!, ristampate da Nero Editore nel nuovo catalogo FUORI! 1971-1974

Pezzana, storico attivista e fondatore del Movimento FUORI!, chiede a gran voce l’apertura di un museo e per farlo fa leva sulle promesse della nuova amministrazione che fin dal principio si è detta attenta alla cultura e ai diritti.

In Italia, Torino è considerata la “capitale dei diritti” ed effettivamente quale città potrebbe ospitare un progetto tanto centrale e rappresentativo per la cultura LGBTQ+ se non quella che proprio 50 anni fa ha visto la nascita del Movimento FUORI!, i primi fermenti e le prime rivolte di attivisti e intellettuali quali Mario Mieli e Pezzana stesso.

“Perché la Fondazione che presediamo possiede e custodisce uno dei più importanti (non vogliamo peccare di superbia) archivi dedicati al movimento omosessuale che siamo pronti a mettere a disposizione”.

“Perché a Torino, unica città italiana, esiste la cattedra di “Storia dell’omosessualità”. Il museo, quindi, potrebbe contare sul sicuro sostegno degli atenei locali”.

“Perché fra un anno, a Torino si svolgerà l’assemblea generale dei pride europei e in città arriveranno i principali stakeholder LGBT del mondo con la possibilità di poter illustrare loro il progetto e di ottenere il loro supporto”.

Sono solo alcuni dei motivi, esplicitati nella lettera, per cui l’amministrazione torinese dovrebbe decidere di aprire un museo dedicato alla storia dell’omosessualità.

Angelo Pezzana vuole un Museo della Storia dell'Omosessualità a Torino - Sei uno di quelli num 22 Fuori 1979 - Gay.it

Centrale all’interno del dibattito è il turismo LGBTQ+ friendly e Pezzana sottolinea quanto esso sia fondamentale per l’economia di un Paese e soprattutto per quella piemontese. L’attivista, infatti, inserendo all’interno della lettera un lancio ANSA risalente al 2017, ricorda all’amministrazione regionale come già in passato si era impegnata per abbracciare questo tipo di turismo. Nello stesso anno, Emanuele Farneti, ex direttore di Vogue Italia, tramite le pagine della sua rivista aveva consigliato al Ministro Franceschini di prestare attenzione alla comunità LGBTQ+, inserendola in un piano culturale e turistico.

MUSEI SULLA STORIA LGBTQ+ 

Dal punto di vista internazionale sono presenti alcuni esempi virtuosi da cui poter prendere ispirazione e da cui partire per fondare un Museo sulla Storia dell’Omosessualità anche nel nostro Paese.

Leslie + Lohman Museum of Gay and Lesbian Art – New Tork

Fondato nel 1987 a New York, il Leslie + Lohman Museum è centrale per la cultura LGBTQ+. Difatti è il primo museo al mondo ad essere dedicato interamente alla Comunità. Voluto e ideato da Charles Leslie e Fritz Lohman, presenta la collezione permanente delle opere di Andy Warhol, Robert Mapplethorpe e Catherine Opie. Particolarmente attivo, ospita numerose performance di artisti contemporanei che esplorano il linguaggio queer.

Australian Queer Archives – Melbourne

AQUA (Australian Queer Archives) è un’organizzazione senza scopo di lucro, con sede a Melbourne, impegnata nella raccolta, conservazione e celebrazione di articoli, documenti e opere che riflettono le vite e le esperienze delle persone LGBTQ+ in Australia.

The GLBT Historical Society Museum – San Francisco

Aperto nel gennaio del 2011 il Museo mette in mostra gli archivi della GLBT Historical Society, è il primo polo museale autonomo di storia e cultura LGBTQ+ negli Stati Uniti. Celebra il vasto passato queer di San Francisco attraverso mostre e programmi dinamici e sorprendenti.

Stonewall National Museum and Archives – Miami

Lo SNMA (Stonewall National Museum and Archives) è uno dei più grandi archivi e biblioteche LGBTQ+ degli Stati Uniti. Fondato da Mark Silber nel 1972,  non ha alcun collegamento diretto con i disordini di Stonewall a New York nel 1969 – come è dichiarato anche nel sito del Museo. Silber ha usato il nome “Stonewall” per riconoscere la lotta per la liberazione LGBTQ+ iniziata allo Stonewall Inn nel 1969. Attualmente ospita numerose mostre sulla storia del Movimento.

Schwules Museum – Berlino

Lo Schwules Museum è forse il più noto in Europa ed è un vero e proprio punto di riferimento per la comunità LGBTQ+. Si trova a Berlino e oltre a contare numerosi documenti, prevalentemente in lingua tedesca, sulla storia dei movimenti omosessuali e delle repressioni degli stessi durante il periodo nazista, presenta anche una biblioteca a tema e una collezione di opere d’arte.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: "Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico" - Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella - Gay.it

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: “Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico”

Culture - Redazione 18.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
tormentoni queer dal 2000 al 2023

Tormentoni queer, dal 2000 al 2023 le canzoni che hanno reso indimenticabili le nostre estati

Musica - Emanuele Corbo 15.7.24
Rocco Barocco attacca il Pride

Rocco Barocco, lo stilista apertamente gay attacca il Pride

News - Mandalina Di Biase 17.7.24
Emmy 2024, tutte le nomination. Boom di candidature LGBTQIA+, storica Nava Mau - emmy 2024 cover - Gay.it

Emmy 2024, tutte le nomination. Boom di candidature LGBTQIA+, storica Nava Mau

Culture - Federico Boni 18.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Riley, recensione. Essere un atleta gay. Il potente coming-of-age autobiografico di Benjamin Howard - OFF Riley 03 CourtesyofWindsorFilmCompany 1 - Gay.it

Riley, recensione. Essere un atleta gay. Il potente coming-of-age autobiografico di Benjamin Howard

Cinema - Federico Boni 20.4.24
Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert - OFF Les Tortues Turtles 02 - Gay.it

Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert

Cinema - Redazione 21.4.24
torino pride 2024 itinerario, programma, orari

Torino Pride 2024: tutto sul percorso, orari e programma del 15 Giugno

News - Redazione 30.5.24
Gianna Ciao GIornata Visibilita Lesbica

Gianna Ciao, le lesbiche durante il fascismo e la Giornata Mondiale della Visibilità Lesbica

Culture - Francesca Di Feo 26.4.24
@spartaco._

Il mondo gamer raccontato da Jessica G. Senesi: tra autoironia e inclusività

News - Riccardo Conte 1.2.24
Dennis Altman nel 1972

Dennis Altman, una vita tra attivismo e accademia: intervista

Culture - Alessio Ponzio 8.4.24
taiwan-intervista-post-elezioni (5)

Taiwan: “La Cina una minaccia costante, soprattutto per la comunità queer” parla un’attivista LGBTIQ+

News - Francesca Di Feo 14.2.24
Arrusi Pigneto Luana Rigolli

San Valentino, a Roma spuntano i ritratti degli arrusi, gli omosessuali confinati dal fascismo alle Isole Tremiti

Culture - Redazione Milano 14.2.24