Assalto in un club gay ad Orlando. Il sindaco: “50 morti”

“All’interno del locale la scena è raccapricciante”. L’attentatore, un americano di origini afgane, è stato ucciso. L’FBI indaga sul movente, che potrebbe essere religioso o omofobico.

AGGIORNAMENTI IN FONDO ALL’ARTICOLO
 
La città di Orlando in Florida, sede dei parchi Disney, è al centro dell’attenzione dei media proprio nel mese del Gay Pride.
Da quel che raccontano i testimoni un individuo armato di una bomba si è introdotto alle 2 locali (8 in Italia) al Pulse Nightclub, noto locale gay, sparando all’impazzata e colpendo almeno 25 persone del locale. La polizia ha assediato il posto e sta cercando di agire per impedire il peggio, visto che l’uomo si è barricato con parecchi ostaggi.

 

pulse_nightclub_facebook

Sui social, in una sorta di terrificante live feed di ciò che sta accadendo, le persone che si trovano sul luogo o che sono riuscite a scappare cercano di raccontare i fatti: c’è chi parla di almeno 20 morti, chi afferma che una bomba è già scoppiata (ma l’esplosione è stata effettuata dalla polizia per impaurire l’assalitore), chi descrive la situazione all’interno come catastrofica. La stessa pagina Facebook del locale ha pubblicato dopo i primi spari l’allarme, chiedendo a tutti di uscire immediatamente e scappare. Sotto, commenti di persone con familiari all’interno della struttura terrorizzate, o ostaggi che si trovavano all’interno. “Ad un certo punto abbiamo sentito gli spari e ci siamo buttati tutti per terra, poi qualcuno è riuscito ad uscire dalle porte secondarie, altri sono rimasti bloccati dentro“, racconta un testimone nel post. Dall’altro parte sono già partiti i commenti di omofobi di ogni religione: “Qualcuno sta facendo finalmente il lavoro che dovrebbe fare Dio”.

Per seguire la vicenda dai media locali, digitate su Twitter l’hashtag #PrayForOrlando.

+++ AGGIORNAMENTO +++: La BBC ha appena annunciato che l’assalitore è stato ucciso dalla polizia.

+++ AGGIORNAMENTO 2 +++: Il tragico bilancio per ora è di 20 morti e 42 feriti.

+++ AGGIORNAMENTO 3 +++: Il killer sarebbe stato identificato, il suo nome è Omar Mateen, ha 30 anni, americano della Florida di origini afgane. L’FBI non esclude possibili legami con il terrorismo islamico. Questa una sua foto:

omar_mateen_orlando

+++ AGGIORNAMENTO 4 +++: Secondo il sindaco ci sono 50 morti.

+++ AGGIORNAMENTO 5 +++: Nel locale sono stati trovati una pistola e un fucile mitragliatore d’assalto Ar-15, forse le armi usate dall’attentatore. Potrebbe essere un bacio tra due gay la molla che ha fatto scattare la rabbia del killer, a quanto sostiene il padre dell’uomo, parlando alla Nbc: “Il movente religioso non c’entra nulla, ha visto due gay che si baciavano a Miami un paio di mesi fa ed era molto arrabbiato. Siamo scioccati come il resto dell’America”. Qui il video della dichiarazione.

ULTIMO AGGIORNAMENTO ore 17.45 (Italia)