Bimbo ermafrodita, la Corte Costituzionale: “Sceglierà lui”

L’alta corte colombiana ha stabilito che sarà il bambino, anche se ha cinque anni, a scegliere se essere maschio, femmina o se tenere entrambi gli organi riproduttivi. Su tutte le furie i genitori.

La corte Costituzionale colombiana si è pronunciata sul caso di un bimbo di 5 anni ermafrodita, stabilendo che sarà lui stesso a decidere quale sarà il suo sesso. Il piccolo potrà scegliere autonomamente se tenere gli organi riproduttivi maschili, quelli femminili o entrambi. 

La sentenza dice esplicitamente: "Spetta al bambino decidere sul proprio futuro riproduttivo, anche con il supporto dei genitori e degli specialisti" aggiungendo che "la volontà del bambino avrà l’assoluta priorità". Chi non ha gradito sono i genitori del piccolo che, su tutte le furie, hanno detto di essere pronti ad organizzare una petizione contro la Corte.

Per tutta la vita hanno allevato il piccolo come se fosse un maschio e avevano già predisposto tutto per la rimozione degli organi femminili.

LEGGI ANCHE

Storie

Brescia: sul cartello luminoso del Comune il messaggio contro le...

"Finita la pacchia, all'anagrafe tornano mamma e papà".

di Redazione | 26 Agosto 2018

Storie

Seth Owen, il 18enne gay cacciato di casa che andrà...

La sua storia ha raccolto oltre 77.000 dollari.

di Alessandro Bovo | 2 Agosto 2018

Storie

Colombia, eletta la prima senatrice LGBT della Storia

Svolta LGBT all'interno del Parlamento colombiano.

di Federico Boni | 14 Marzo 2018