Fox News, cacciato il dirigente che aveva attaccato gli atleti gay alle Olimpiadi di Pyeongchang

Aveva attaccato minoranze etniche e atleti gay prima del via Olimpico. Fox News caccia John Moody.

64enne storico dirigente conservatore di Fox News, rete da sempre vicina alla destra repubblicana, John Moody è stato accompagnato alla porta dopo aver realizzato un folle editoriale in cui attaccava a testa bassa i due atleti americani dichiaratamente omosessuali qualificatisi alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang.

Moody, che è stato direttore esecutivo e vicepresidente esecutivo di Fox News, poco prima del via Olimpico aveva scritto un articolo choc indirizzato non solo ai due atleti gay, Adam Rippon e Gus Kenworthy, ma anche agli atleti di colore della squadra olimpica a stelle e strisce.

A meno che non sia cambiato da un giorno all’altro, il motto delle Olimpiadi, dal 1894 ad oggi, è sempre stato ‘Più veloce, più alto, più forte’. Sembra che il Comitato Olimpico degli Stati Uniti vorrebbe cambiarlo in ‘Più scuro, più gay, più diverso’. Se il tuo obiettivo è vincere una medaglia, non succederà“.

atleti gay

Fox News ha subito preso le distanze dall’editoriale, tanto da rimuoverlo immediatamente dal proprio sito per poi attendere la fine delle Olimpiadi, che hanno visto Rippon tornare a casa con un bronzo, prima voltare pagina una volta per tutte. All’epoca la rete si giustificò parlando di un mancato controllo preventivo nei confronti dell’editoriale, essendo stato scritto da un giornalista presente in azienda da decenni.

Ti suggeriamo anche  Angelo Sanzio, aggressione omofoba per il 'Ken Umano' italiano

Oggi John Moody non fa più parte di Fox News, come confermato da un portavoce del canale alla CNN. Ufficialmente si parla di ‘ritiro‘, con Moody che avrebbe improvvisamente intrapreso la strada della pensione, ma è chiaro come il dirigente sia stato accompagnato alla porta, magari con una ricchissima buonuscita.