La ditta rifiuta il cliente gay: “Motivi etici”

Una ditta di Modena che produce gadget rifiuta di stampare le parole “gay” e “lesbica” su dei fiammiferi. “Spiacenti ma per motivi di etica la Direzione rifiuta la commessa”.

L’associazione fiorentina Azione Gay e Lesbica avrebbe voluto commissionare un lavoro a una ditta di Modena, la BEST PROMOTION, per dei gadget peronsalizzati: 1000 scatole di fiammiferi con il nome dell’associazione. "Spiacenti  – è stata la risposta della Best Promotions – ma per motivi di etica la Direzione rifiuta la commessa. Cordiali Saluti".

I fiammiferi – «La vicenda inizia ai primi di settembre – raccontano dall’associazione con una nota – quando un’attivista di Azione Gay e

Lesbica contatta via mail la ditta BEST PROMOTION che produce gadget personalizzati. Alla ditta, individuata tramite internet, l’attivista chiede un preventivo per la realizzazione di fiammiferi da personalizzare con immagini sui due lati della confezione». Il rapporto epistolare fra le parti è durato due settimane senza che alla ditta venisse comunicato il nome del commitente. «Per circa 15 giorni intercorrono scambi di mail fra la nostra attivista – che si firma con il proprio nome e cognome, e non specifica di appartenere ad Azione Gay e Lesbica, ritenendo evidentemente il dato non così dirimente – e lo staff della BEST PROMOTION, fino a che si giunge all’ordine, e quindi all’invio da parte della nostra socia delle immagini da stampare sui fiammiferi».

L’etica aziendale – Si tratta di una capretta «in cui compaiono

anche la bandiera rainbow, la scritta "necessariamente", le iniziali del nome dell’associazione (a.g.l.) e l’indicazione del nostro sito www.azionegayelesbica.it. A un giorno dalla ricezione della mail con le immagini, la BEST PROMOTION risponde che rifiuta il lavoro "per motivi di etica"; alla richiesta di chiarimenti su questo rifiuto, la BEST PROMOTION non dà più alcuna risposta».

Ti suggeriamo anche  Tadd Fujikawa primo golfista professionista a fare coming out: 'sono gay'

La risposta della ditta – No comment da parte della Best Promotion: «Se qualcuno ci avesse proposto di stampare il logo di una svastica ci saremmo rifiutati comunque», dice a Gay.it il titolare della ditta. «Il colore dei soldi è lo stesso per tutti, ma i clienti ce li scegliamo con criteri che non siamo obbligati a spiegare a nessuno».

Grillini: "Imprenditore omofobo" – Se in Toscana la legge regionale contro le discriminazioni vieta agli esercizi commerciali qualsiasi tipo di discrininazione per orientamenro sessuale, l’Emilia-Romagna, sede della ditta in oggetto – non ha nessuno strumento di tutela. «Siamo di fronte a un imprenditore marcatamente omofobo  – dice a gay.it il consigliere regionale dell’Emilia-Romagna Franco Grillini – e il paragone col nazismo la dice lunga sulla cultura di questo personaggo. Uno pensa che a Modena le persone siano mentalmente più aperte e invece non è così. Addirittura  – conclude Grillini – c’è il rischio che il prossimo presidente della Commissione Pari Opportunità della mia Regione sia la cognata di Pierferdinando Casini. La strada da fare come si vede è ancora molta e io presenterò in Regione la stessa legge che è stata votata in Toscana».