Evento sull’Hiv bloccato alla Sapienza, Freddi: “Offendono la loro intelligenza”

L’iniziativa avrebbe dovuto tenersi alla Facoltà di Ingegneria dell’ateneo della Capitale, ma è arrivato un no all’ultimo minuto.

Tiene banco alla Sapienza la decisione della facoltà di Ingegneria di bloccare l’evento sull’Hiv ideato tra gli altri da Ruggero Freddi.


L’iniziativa a cura del prof. Freddi,
in precedenza conosciuto nel mondo dell’hard gay come Carlo Masi, e dell’associazione Prisma, gli studenti LGBT della Sapienza, avrebbe dovuto tenersi nell’ateneo capitolino in occasione della Giornata mondiale contro l’Hiv.

Un incontro in collaborazione con Anlaids Lazio e Plus Onlus, di cui la presidenza della facoltà di Ingegneria, il prof. Antonio D’Andrea, era a conoscenza e su cui l’ex pornostar avrebbe lavorato per un mese prima di ricevere un no a pochi giorni dall’evento.

Una scelta che è stata criticata aspramente da Freddi, come dimostra il video registrato e pubblicato dagli studenti su un gruppo Facebook:

La facoltà, dopo aver addotto questioni di carattere burocratico, si è limitata a dire che “il tema non è inerente agli studi”, ma la decisione sarebbe stata condizionata, oltre al tema evidentemente non politicamente indolore per un ente pubblico come un’università, dalla presenza tra gli organizzatori proprio di Ruggero Freddi, o meglio di Carlo Masi, visto che forse per la Sapienza è difficile fare i conti con il pornoattore, più che con il professore.

Ti suggeriamo anche  Le 10 cose da sapere su HIV e AIDS: scoprile con il test della settimana