Intervista esclusiva a Barbara Alberti: “Proprio perché sono di sinistra, voterò no!”

L'immensa Barbara Alberti parla del suo nuovo libro sull'utero in affitto, ma anche del referendum, di Renzi e del tanto rimpianto Silvio Berlusconi.

Intervista esclusiva a Barbara Alberti: "Proprio perché sono di sinistra, voterò no!" - portraits 24 - Gay.it
7 min. di lettura

Per le cose più belle spesso bisogna attendere a lungo. Mi ci sono voluti quasi trent’anni per incontrare Barbara Alberti. E pensare che la sua prima fatica (Memorie Malvagie, ndr), pubblicata dieci anni prima della mia nascita, è ancora oggi il mio libro preferito. A distanza di quarant’anni esatti, l’iconica Barbara, nata in Umbria tra angeli e diavoli e con un piede nell’Ottocento, continua a riempire vite, sogni e speranze grazie ai suoi racconti e, ad aggiungersi a venti sceneggiature e a trentatré fatiche letterarie, arriva dal 17 novembre in tutte le librerie Non mi vendere, mamma!. Con l’Alberti della letteratura italiana c’è solo da imparare: sentite che perle regala quando si affrontano temi più spinosi come quello dell’utero in affitto, di chi ne fa uso, del suo periodo saffico, del prossimo referendum, di Virginia Raggi e dell’epoca berlusconiana che, tutto sommato, l’immensa Barbara oggi rimpiange un po’. Proprio lei che ha sempre odiato l’imprenditore brianzolo…

Il suo nuovo romanzo parla di utero in affitto. Lei che posizioni ha a tal proposito?

Non so per quale mostruoso motivo questa battaglia per l’utero in affitto passi come una battaglia di sinistra o, meglio ancora, come una battaglia libertaria. Questa è l’ultima frontiera della schiavitù. Una schiavitù che forse non è mai esistita neanche quando la schiavitù era legale. Nichi Vendola, che era un comunista, mentre oggi è un signore come tutti gli altri, quando parla di atto d’amore mi lascia davvero senza parole. Sostiene che la signora che portava in grembo il suo bambino era felice, ma chissà se lo era anche quando le portavano via la creatura. Stiamo diventando tutti schiavi di una mentalità capitalistica e quello che mi fa davvero incazzare è che troviamo normale questa cosa.

Non la vive come una battaglia di sinistra?

No! Quando ero giovane io, ma anche fino a  poco tempo fa, le battaglie di sinistra si riconoscevano ad occhi chiusi. Certe battaglie servivano a dar voce a chi voce non aveva. Adesso, in giro, mi dicono che non se l’aspettavano un pensiero del genere da me, perché son sempre stata una donna anticonvenzionale.

E lei cosa risponde?

Proprio perché lo sono, mi permetto di dire certe cose. La mia battaglia non servirà a molto, lo so, visto che la scienza lo permette e il capitale lo vuole, ma io voglio raccontare la mia visione con questo canto anarchico.

alberti_mamma_cover_hr_gr

“Asia, una bambina abbandonata all’orfanotrofio, si innamora di Lillo che da grande diventa il suo pappone e la vende ai Trump, due ricconi americani, come madre surrogata del loro erede”. È una strategia commerciale quel cognome?

(Ride, ndr) No! Ho scritto il libro nel mese di giugno e non sapevo che vincesse Trump, anzi. Speravo e credevo vincesse la Clinton. Se dovevo immaginare due imperatori super cafoni, prepotenti, quale cognome migliore? Che poi, in tutta sincerità, ancora non ci credo: dopo Obama diventa Presidente degli Stati Uniti uno che è persino appoggiato dal Ku Klux Klan. Un incubo.

Volendo estremizzare il tutto, l’atteggiamento di Lillo nei confronti di Asia ricorda quello di molti uomini che, tragicamente, si sono resi protagonisti di numerosi casi di femminicidio. Come pensa si possa combattere questa piaga sociale?

Con una minore complicità da parte dello Stato, della Magistratura e della cultura stessa. Il delitto d’onore, a quanto pare, è stato abolito per finta; ai tempi, quando le donne erano ancora considerate schiave, la pena ammontava circa a sette anni di reclusione. Oggi, trentacinque anni dopo l’abolizione del delitto d’onore, le pene sono anche più corte. Se ogni due giorni morisse un uomo, per colpa di una donna, forse oggi avremmo una legge dignitosa. Posso farle un esempio?

Prego..

Pensi a Parolisi. Gli diedero tanti anni poi, in appello, gli tolsero l’aggravante della crudeltà. Capisce? Trentacinque, trentasei coltellate date a freddo, quando poi, se vogliamo fare i puntigliosi fu lui a tradirla. Insomma, quello che voglio dirle è che quanto prima ce lo ritroveremo anche in giro. E’ imbarazzante che la vita di una donna valga così poco.  

 

Cosa l’ha spinta ad affrontare un tema così spinoso?

L’appartenenza ad un’altra cultura. La cultura dove al primo posto c’era l’uomo e dove il denaro non era un idolo. Il denaro fa si che uno come Trump oggi sia il Presidente degli Stati Uniti.

Pensa che in Italia, prima o poi, si apriranno le porte all’utero in affitto?

Certamente. E’ inarrestabile quest’orrendo fenomeno. Il denaro governa, comanda. Che poi si pensa che questa sia una battaglia del mondo LGBT, quando il 95% delle coppie che ne fa uso sono etero e la cosa più assurda è che qualche coppia può tranquillamente avere figli.

Come?

Ne parlo anche nel libro. Alcune donne fingono di non poter avere figli, per non rovinarsi il fisico. Poi, una volta nato il bambino, seppur da un altro utero, se lo mettono al collo. Come fosse un ornamento sociale. Persino la Kidman si vanta di avere quattro figli, di cui due comprati.

E le adozioni gay la convincono?

Altroché. E’ una vergogna che sia molto difficile per le coppie etero ed è ancor più vergognoso che non sia concesso a due persone dello stesso sesso di adottare.

Questa Legge Cirinnà le piace?

Non la conosco nei dettagli, ma credo che sia una legge a metà. E, se posso, trovo molto offensiva questa differenziazione tra unione gay e unione etero sull’obbligo della fedeltà. La trovo concettualmente assurda. “Beato chi è diverso, essendo egli diverso, ma guai a chi è diverso essendo egli comune” citando Sandro Penna.

Ha pubblicato più di trentatré libri cambiando, di volta in volta, casa editrice. Cosa la spinge a non restare fedele ad una casa sola?

Perché ogni volta spero che sia meglio. Questa volta ho scelto una casa più piccola, nell’accezione bonaria del termine, perché almeno ho la piacevole illusione di essere guardata negli occhi. E’ consolante.

Dicono che ci siano più scrittori che lettori..

E’ vero; nessuno legge un cazzo. Vede: anche lei non ha letto il mio libro eppure mi sta intervistando. Io non vado in libreria da un sacco di tempo, mi creda. Oramai ordino tutto tramite telefono, perché mi sento una mondezza come scrittrice ogni qual volta che varco la soglia di una libreria. Esce troppa roba e nessun essere umano può leggere tutte quelle cose.

In un’intervista disse di aver avuto una lunga storia con un omosessuale. Cosa ci siam persi?

Intanto, se vogliamo esser precisi, m’innamoravo solo degli omosessuali. Il motivo? Erano diversi. Erano liberi. Erano uomini con un pensiero di rivolta. Oggi ci siamo, più o meno, tutti omologati.

Però, se posso, lei ha parlato anche di diverse storie sentimentali con donne…

Sì, ma sono guarita subito. Preferisco i gay. Il loro essere irraggiungibili li rende unici. L’amore impossibile è sempre una tentazione pazzesca. Le donne, sessualmente, sono molto interessanti. Conoscono il loro corpo meglio di un qualsiasi uomo. Personalmente, in amore, mi sono annoiata molto con le donne. Son state tutte terribilmente noiose. Avevano un’impostazione troppo eterosessuale, fondata sulla gelosia. Sarò capitata male.

4b40c73d585255a6299314146674b253_xl

Tutti i personaggi hanno una leggenda alle loro spalle. Lei ne conosce qualcuna sul suo conto?

Non saprei. Me lo dica lei se ne conosce qualcuna sul mio conto, piuttosto. Io cerco di pensarmi il meno possibile. Mi do fastidio. La Mazzantini scrisse una frase meravigliosa: “la vita è un pensiero che non bisognerebbe avere!”

Posso chiederle come mai non ha Facebook?

Io appartengo orgogliosamente ad un altro tempo. Ho un piede nell’Ottocento. Io non potrei sostenere mai quell’esposizione. E’ un territorio di linciaggio. Persone che, per esistere, ti devono dar contro a tutti i costi. Io non riuscirei poi a contenere gli amici virtuali, quando faccio già fatica con quei pochi che ho. È la moltiplicazione del nulla. Io vivo molto la vita. Neanche mi specchio. Ogni tanto mi soffermo a guardare qualche vetrina e quando mi vedo riflessa dico: “ma chi è questa vecchia?”. Piuttosto, le posso raccontare una cosa?

Deve..

Nel 2000 andai su Wikipedia, fu la mia prima ed ultima volta. Andai a cercare il mio nome. Trovai una marea di cose false che mi lasciò a bocca aperta. Mi attribuivano libri mai scritte e interviste mai rilasciate.

 

Nella sua carriera si è prestata a commentare diversi reality show. Col senno di poi non si è mai pentita?

Ma per carità: son gli unici che pagano! Sono delle borse di studio incredibili e poi, quando sei lì, ti diverti. Se non mi pagassero non li vedrei.

A breve si tornerà alle urne. Già sa cosa votare?

Certo che lo so. Voterò NO e le dirò: è un no, ancor più grande, a Renzi. Berlusconi l’ho odiato con tutte le mie forze, ma Renzi lo detesto ancor di più. Da un avventuriero brianzolo mi aspettavo quel che è accaduto, ma da Renzi, no. Poi, a dirla tutta, non mi piacciono neanche tutte queste false primine della classe di cui si circonda. Preferivo persino le mercenarie dell’epoca berlusconiana. Ce n’è solo una che mi è simpatica, nonostante tutte le stupidaggini che fa e che dice.

La Boschi?

Spero stia scherzando. Mi riferisco alla Lorenzin. La Boschi, quando dice che se votiamo NO siamo come quelli di CasaPound, mi fa impazzire. Che stia zitta.

Certo è che il NO fa un po’ leghista, non trova?

Col cavolo! La Lega la pensi come vuole, ma votare No non deve passare come un ricatto.

Questo è un referendum confermativo. Non le sembra ingiusto nei confronti degli altri, come quello del 2005 sulla fecondazione assistita?

E’ una sòla pazzesca questo referendum. Nessun referendum è mai stato confermativo, mentre questo sì. Ma ci rendiamo conto di cosa stanno facendo? Questa è una dittatura morbida, che sta diventando davvero insostenibile.

 

Lei vive a Roma. Come giudica l’operato della Raggi?

L’ho votata e le dirò: mi sparerei in testa! Non si poteva votare il PD, visti i danni passati, ma che fosse peggio non se l’aspettava nessuno. Io, a Roma, mi sposto con i mezzi pubblici, ma non essendoci mezzi mi trovo costretta a chiamare i taxi i quali, a loro volta, non ci sono perché sono stracarichi di lavoro. È diventato faticoso vivere in questa città. Non ero così sicura di Virginia Raggi, ma speravo che qualcuno la indirizzasse meglio, invece niente da fare. Che facesse almeno una cosa. Una.

Tipo?

Che ridipinga le strisce pedonali, ad esempio. Sono tutte scolorite.

Continua da anni a rispondere alle domande delle donne su Gioia. Perché avere una rubrica sempre aperta con l’universo femminile?

Pensi che più lo faccio e meno mi capisco. Le donne parlano. Raccontano i cazzi loro. Le donne lottano per essere infelici. Le donne ridono. Il mondo non finirà mai perché le donne lo raccontano.

fullsizerender-11

Ne ha mai conosciuta qualcuna?

I primi tempi ero molto incosciente. Le facevo entrare tutte in casa ogni qual volta che mi manifestavano il desiderio d’incontrarmi. Poi, man mano, mi sono risparmiata. Una volta arrivò a casa mia una pazza, di circa sessant’anni, tradita dal marito con una ragazzina più piccola. Lei lo rivoleva di prepotenza e voleva che io lo convincessi. Un’altra volta, invece, arrivò una donna bellissima, grande anche lei, che si stava distruggendo con le lamette dopo esser stata lasciata da un uomo molto più giovane, con il quale condivideva solo il letto.

https://www.gay.it/attualita/news/matteo-renzi-padova-referendum

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
E pperò 19.11.16 - 2:26

L'utero in affitto sta diventando virale.......cos'è questa storia che bisogna essere a favore?la gestazione per altri in un mondo sovrappopolato è una stupidaggine

    Avatar
    fabulousone 19.11.16 - 14:58

    Che discorsi... Allora si metta fuori legge anche il coito procreativo...

      Avatar
      E pperò 19.11.16 - 15:27

      il tipico commento che mi fa tornare bolscevico......sei così ubriaco di cosiddetta libertà che preferisci la GPA all'adozione di un orfano solo al mondo?

        Avatar
        fabulousone 19.11.16 - 15:37

        Io preferisco che le persone siano libere di scegliere se e come avere figli, senza assurdi divieti imposti dall'alto. Tra l'altro, gestazione per altri e adozione non sono per niente in contrapposizione; una coppia può benissimo scegliere di avere figli in entrambi i modi. Quindi di che parliamo...

          Avatar
          E pperò 19.11.16 - 15:48

          parliamo di 7 miliardi di affamati.parliamo di come siamo andati avanti dall'alba della nostra specie.così giustifichiamo la clonazione

          Avatar
          fabulousone 19.11.16 - 16:02

          Bah, guarda, se tu non vuoi procreare perché non ti va o perché credi che al mondo ci siano già tante persone quella è una scelta tua, che non mi sembra affatto giusto venga imposta agli altri. La clonazione poi è tutta un'altra cosa; mi sembra tu faccia un po' di confusione. Riflettici meglio

          Avatar
          E pperò 19.11.16 - 16:29

          ma chi ti ha detto che non voglio procreare?che ne sai?io non sono contro,attento,sono indifferente al tema,ma ritengo prioritario occuparsi degli orfani,faccio un ragionamento diverso dal tuo che vuoi solo trasmettere il tuo genoma.e si di questo passo si giustificherà la clonazione,magari per avere polmoni nuovi per fumatori,fegati nuovi per alcolisti e così via,in un incubo cyberpunk sempre più cupo

          Avatar
          fabulousone 19.11.16 - 16:43

          A me sembra che tu stia facendo un minestrone di cose molto diverse tra loro. Ritenere importante e prioritario occuparsi degli orfani è una cosa molto positiva, che non si capisce perché dipingere come in contrapposizione alla gestazione per altri. Le due cose, ripeto, non sono in contrapposizione. Tra l'altro, trattare l'adozione come una sorta di opzione-ripiego per chi non può procreare via coito lo trovo offensivo verso i bambini in attesa di adozione o adottati e controproducente dato che induce molte persone a non prenderla in considerazione come opzione. L'adozione è uno dei modi che ci sono per avere dei figli, e dovrebbe essere presa seriamente in considerazione da chiunque, a partire dalle coppie che possono procreare tramite coito dato che sono molto numerose. La contrapposizione con la gpa non esiste.

          Avatar
          E pperò 19.11.16 - 17:02

          1non si fa altro che trovare offensivo questo e quello e la liberta' di parola ci perde,credere che io offenda i bambini orfani è roba che offende me,quindi MODERA I TONI 2infatti non c'è contrapposizione,la gpa non si deve fare per motivi etici,punto;magari sbagliamo,ma siamo andati avanti 60.000 anni con il sesso etero,e alla maggioranza sta bene.il bisogno genitoriale,legittimissimo,si può risolvere nell'adozione,non vedo nessun problema.poi se tu te la prendi per motivi personali io non so che farci.

          Avatar
          E pperò 19.11.16 - 17:04

          e comunque credimi se volessi offendere conosco un sacco di parolacce.attento a come parli e alle tue strane idee di voler difendere gli egoismi privati,sono certo che un sacco di orfani si sono già offesi

          Avatar
          fabulousone 19.11.16 - 17:13
          Avatar
          E pperò 19.11.16 - 17:19

          ........peace love & cyberpunk......la gente faccia come vuole poi

Avatar
divodivo _ It'll be okay... 17.11.16 - 17:34

Cara Barbara, mi sa che hai fatto benissimo a non creare un profilo facebook. Se era per il linciaggio, per quelli che ti danno contro a tutti i costi, qui ne hai un piccolo ma esaltante esempio...

    Avatar
    fabulousone 17.11.16 - 18:47

    Non credo proprio. Io ad esempio non vado contro nessuno, solo mi fa tristezza, e rabbia, leggere queste sue parole sull'utero in affitto. Mi ha deluso molto. Mi sarei aspettato una presa di posizione di mentalità aperta, liberale, libertaria, invece di questi discorsi.

      Avatar
      divodivo _ It'll be okay... 18.11.16 - 11:58

      Tu non definiresti immensa e iconica una scrittrice in base ad una sua legittima opinione su di un singolo argomento, un'opinione scevra di pregiudizio e strumentalizzazioni varie. Anzi, la definiresti in tutt'altro modo, quindi limitata e insignificante, e consideri il suo pensiero "schifoso". Se questo non è andar contro, probabilmente io sono Mago Merlino. Higitus figitus...

        Avatar
        fabulousone 18.11.16 - 12:37

        Guarda, una che aderisce a resistenze schifose, liberticide e di retroguardia come quella contro l'utero in affitto, arrivando addirittura a parlare di ultima frontiera della schiavitù, di orrendo fenomeno e a trattare chi aiuta altri a diventare genitori o diventa esso stesso genitore tramite questa tecnica come venditore o compratore di bambini -vedi il titolo del suo libro e varie sue risposte dell'intervista- non posso proprio considerarla immensa o iconica. Semmai la definirei una con la mentalità ristretta, a maggior ragione se si considera che è scrittrice e giornalista, insomma una donna da cui aspettarsi un minimo di aderenza alla realtà, di analisi razionale di ciò che accade, di comprensione dei nuovi fenomeni, di apertura mentale. Ribadisco, non si tratta di andar contro; è tristezza, e rabbia, di fronte a queste sue parole. A furia di voler fare l'anticonvenzionale a tutti i costi e di far proprio un certo anticapitalismo d'accatto ha finito per scrivere cose del tutto assurde, fuori dalla realtà e liberticide. La Alberti mi ha deluso molto.

Avatar
Giovanni Di Colere 17.11.16 - 13:43

Illuminante la risposta sulla Cirinnà laddove ammette di non conoscerne i dettagli ma di poter esprimere un giudizio. È lo sport nazionale degli italisni quello di avere opinioni su ciò che non conoscono. Altro che il calcio!

Avatar
fabulousone 17.11.16 - 13:11

Che tristezza, e che rabbia, leggere queste sue parole sull'utero in affitto. E pensare che poteva impiegare le sue energie e la sua relativa fama in qualcosa di veramente bello e positivo invece che in resistenze schifose, liberticide e di retroguardia come queste. Di certo una scrittrice con una mentalità così ristretta io non la definirei immensa o iconica; tutt'altro.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24

Continua a leggere

Love Lies Bleeding, primo trailer del film con Kristen Stewart che si innamora di una bodybuilder - Love Lies Bleeding primo trailer del film queer con Kristen Stewart che si innamora di una bodybuilder - Gay.it

Love Lies Bleeding, primo trailer del film con Kristen Stewart che si innamora di una bodybuilder

Cinema - Redazione 20.12.23
La comunità LGBTQIA+ si stringe attorno a Milena Cannavacciuolo, raccolti quasi 30.000 euro in 48 ore - foto Milena Cannavacciuolo - Gay.it

La comunità LGBTQIA+ si stringe attorno a Milena Cannavacciuolo, raccolti quasi 30.000 euro in 48 ore

News - Redazione 25.10.23
Letizia Petris, Grande Fratello

Grande Fratello, Letizia Petris aveva una fidanzata. Gli attacchi dell’ex e della sua attuale compagna

News - Redazione 14.9.23
"Non vogliamo lesbiche in squadra": la furia dei conservatori turchi non scalfisce la pallavolista Ebrar Karakurt - ebrar karakurt turchia omofobia - Gay.it

“Non vogliamo lesbiche in squadra”: la furia dei conservatori turchi non scalfisce la pallavolista Ebrar Karakurt

Corpi - Francesca Di Feo 23.9.23
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Roma lgbtqia+

Roma non si arrende alla persecuzione delle coppie omogenitoriali, Gualtieri registra due bambine italiane nate in Spagna

News - Giuliano Federico 3.9.23
Milena Cannavacciuolo, la raccolta fondi supera i 45.000 euro e lei risponde: “Grazie per l’amore corrisposto” - Milena Cannavacciuolo - Gay.it

Milena Cannavacciuolo, la raccolta fondi supera i 45.000 euro e lei risponde: “Grazie per l’amore corrisposto”

News - Redazione 7.11.23
Grande Fratello Letizia Petris lesbica Vittorio Gay

Grande Fratello, le parole di Beatrice Luzzi suscitano polemiche: “Letizia Petris è lesbica”

Culture - Luca Diana 7.11.23