Foto

Perché in fondo tuttə possiamo essere Barbie, mentre Ken è solo Ken – video e gallery

Trailer e poster ufficiali! Dalla sirena Dua Lipa alla dottoressa transgender Hari Nef, nel 2023 chiunque può essere quella bambola.

ascolta:
0:00
-
0:00
barbie margot robbie
barbie margot robbie
2 min. di lettura

Il 20 Luglio 2023 la storia del cinema verrà riscritta da capo, e il merito sarà tutto di Barbie.

Se l’hype era già alle stelle, nelle ultime ore siamo volate nell’iperuranio: il trailer di Barbie ha cambiato la traiettoria delle nostre vite, inaugurando una febbre collettiva da cui non vogliamo riprenderci.

Ad essere precisi un secondo teaser, che continua a svelare pochissimo di questa storia, ma promettendo di riservare il meglio per quando saremo in sala: ma in 1 minuto pochi secondi, l’attesissimo film di Greta Gerwig, sembra orgogliosamente fuori di testa. A partire da quell’iconico shot iniziale sui piedi di Barbie (Tarantino sta ancora piangendo per non aver mai concepito qualcosa di simile).

Che si fa a Barbieland? A parte prendere il sole in spiaggia ancora non si sa, ma le Barbie sembrano spassarsela: nella carrellata di poster usciti (con un cast da capogiro) incontriamo premi nobel per la fisica, rinomate autrici, giudici della corte suprema, presidenti, premi Pulitzer, avvocati.

Mentre i Ken sono solo dei Ken (capitanati da un Ryan Gosling che ricorda tanto il “Ken gay” del 1992).

Nel 2023 le Barbie possono essere chiunque e chiunque può essere una Barbie (e anche tu, grazie all Barbie selfie generator): dalla sirena Dua Lipa alla dottoressa interpretata dall’attrice e modella transgender Hari Nef.

Quest’ultima ha condiviso sui social una lettera scritta alla regista Greta Gerwig e l’attrice protagonista Margot Robbie, dove ha spiegato quanto il ruolo sia importante per lei (e non solo): “Le identità politiche e il cinema non sono la mia combinazione preferita, ma il nome BARBIE gigantemente incombe su ogni donna americana “scrive Nef su Instagram “Barbie è lo standard; è La Ragazza; è naturalmente LA bambola. Io e le mie amiche – ok, dai – io e le mie altre amiche transgender – abbiamo cominciato a chiamarci “le bambole” qualche anno fa, anche se è una frase che risale più alle nostre antenate della scena ballroom“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @harinef

Nef riconosce che “La Bambola” porta con sé tutta una serie di stereotipi femminili precisi, che rientrano pienamente negli standard canonici del sistema. Proprio per questo quando delle donne trans* si appropriano del termine c’è qualcosa di rivoluzionario e sovversivo: “Sotto la parola ‘bambola’ c’è la forma di una donna che non è una donna abbastanza riconoscibile in quanto tale. La Bambola è piena di pericoli, è glamour. È, e al contempo non è” continua Nef, concludendo “Ci chiamiamo ‘le bambole’ nonostante tutto quello che siamo, non saremo mai, o speriamo di essere. Urliamo questa parola perché è importante. E nessuna bambola è più importante di Barbie”.

L’attrice lascia intendere che dietro ai toni spudoratamente camp e spensierati, il film su Barbie potrebbe essere molto più profondo di quanto crediamo. O nelle parole della protagonista Margot Robbie: “Si porterà dietro una bella zavorra emotiva, con numerose connessioni nostalgiche”.

Non ci resta che aspettare il 20 Luglio, per recarci in sala e lasciarci andare a questo delirio color pastello.

Ma non dimenticate i vostri rollerblades.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

"È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina": storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping - cina intervista rifugiat lgbtqia 1 - Gay.it

“È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina”: storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria - Karla Sofia Gascon 1 - Gay.it

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria

Cinema - Redazione 27.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Sabrina Salerno, Ruby Sinclair e Milly Carlucci, L'Acchiappa Talenti

La Drag Queen Ruby Sinclair conquista il palco de “L’Acchiappa Talenti”

Culture - Luca Diana 25.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24

Continua a leggere

Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
Miranda July (Vogue, 2020)

Miranda July, amarsi senza cadere a pezzi – intervista

Culture - Riccardo Conte 4.3.24
Michele Bravi ritratto da Mauro Balletti per 'Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi?'

L’atlante di Michele Bravi, tra poesie e pornostar – l’intervista

Musica - Riccardo Conte 9.4.24
HUNTER SCHAFER

Hunter Schafer è stata arrestata per una protesta pro-Palestina

News - Redazione Milano 28.2.24
Atlete trans svantaggiate rispetto a quelle cisgender, i risultati di uno studio - Lia Thomas foto - Gay.it

Atlete trans svantaggiate rispetto a quelle cisgender, i risultati di uno studio

Corpi - Francesca Di Feo 24.4.24
Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti - Carriera Alias - Gay.it

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti

News - Redazione 27.12.23
Paul Mescal per Sunday Times UK (PHOTOGRAPH BY PIP)

Paul Mescal dice sì agli attori etero in ruoli gay (ad una condizione)

Culture - Redazione Milano 16.1.24
Domenico Cuomo David Rivelazioni 2023 - Un Professore 2 - Mare Fuori - a sinistra foto di Maria Gaia Marotta - a destra scena da "Un Professore 2" (Rai)

Domenico Cuomo premiato perché rompe gli schemi: “Rivelazione è abbandonare le paure”

Cinema - Redazione Milano 20.12.23