Foto

Rose Villain, dagli esordi alla nuova avventura al Festival di Sanremo: ecco ciò che sappiamo su di lei

Tutto quello che sappiamo su Rose Villain, Big in gara alla 74esima edizione del Festival di Sanremo.

ascolta:
0:00
-
0:00
Rose Villain
Rose Villain - Foto: Instagram @rosevillain
5 min. di lettura

Nata a Milano per poi trasferitasi a New York, la cantante, autrice e regista Rose Villain ha all’attivo milioni di stream e negli ultimi anni è riuscita a conquistare il cuore del pubblico italiano con canzoni come “GANGSTA LOVE” insieme a Rosa Chemical e “ELVIS” con Guè.

A febbraio 2024 approderà sul palco del teatro Ariston in qualità di BIG alla 74esima edizione del Festival di Sanremo, pronta a scardinare l’attuale scena discografica nostrana. La sua impronta cinematografica, infatti, si ripercuote anche nella propria produzione musicale, trasformando ogni brano – e gli annessi videoclip – in thriller su note.

Ma cosa sappiamo di lei, della sua vita privata e della sua carriera? Scopriamolo insieme…

Rose Villain
Rose Villain – Foto: Instagram @rosevillain

Rose Villain: la sua vita privata

Nata a Milano il 20 luglio 1989, Rose Villain, nome d’arte di Rosa Luini, è figlia dell’imprenditore Franco Luini (fondatore del marchio di borse e accessori Tucano) e di Fernanda Melloni. La sua passione per la musica è sbocciata quando era ancora una bambina; si narra che Rose smettesse di piangere solo quando sua mamma le faceva ascoltare Prince. Ciò che è certo è che il suo primo approccio con il canto è arrivato durante le scuole elementari.

Rose, infatti, ha iniziato a cantare e a scrivere ispirata da “gli dei del rock” come i Nirvana, i Rolling Stones e Johnny Cash, arrivando agli “dei del rap” come Biggie e Tupac. Durante il liceo, trascorreva il suo tempo tra la lettura di Edgar Allan Poe, lo studio della criminologia e la sua band punk, The Villains.

Dopo aver vissuto nel capoluogo lombardo con i suoi genitori e il fratello minore Alessandro, conseguita la maturità presso il Liceo Manzoni di Milano, a diciotto anni si è trasferita prima a Los Angeles dove si è diplomata qualche anno più tardi presso il conservatorio di musica contemporanea Musicians Institute di Hollywood, specializzandosi in musica rock, e poi a New York dove ha conosciuto suo marito.

A maggio 2022 ha coronato uno dei suoi sogni più grandi e con l’apprezzatissimo produttore e rapper Sixpm. La festa delle loro nozze si è tenuta al 22° piano del William Vale, un bellissimo hotel di Brooklyn che offre una vista mozzafiato su New York, con rooftop e una piscina di diciotto metri.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Rose Villain (@rosevillain)

Rose Villain: la sua carriera musicale

Rose Villain ha fatto il suo debutto con il singolo Get The Fuck Out Of My Pool prodotto dal producer, e suo compagno, SIXPM e pubblicato da Machete.

In questo modo ha attirato l’attenzione dell’etichetta Republic Records con la quale ha firmato un contratto e ha pubblicato il singolo “Funeral Party”. Nel 2019 è arrivato “SWOOP!”, brano prodotto da Sidney Swift (Nicki Minaj, Beyonce) che riprende il classico dei Tag Team “Whoomp! (There It Is)”.

Il 2020 ha visto Rose Villain esordire in Italia con nuovo progetto targato Machete e firmato da Sony Music Italy. Il primo singolo (in italiano) è stato “BUNDY”, a cui sono seguiti: “IL DIAVOLO PIANGE”; “GOODBYE”; “ELVIS” con Guè e impreziosito dalla presenza della voce originale del re del rock’n’roll Elvis Presley in “Heartbreak Hotel”; “GANGSTA LOVE” insieme a Rosa Chemical; “Michelle Pfeiffer” feat Tony Effe; e il suo ultimo singolo, “Rari”.

A gennaio 2023 è uscito il suo primo lavoro discografico, “Radio Gotham” (certificato oro). Si tratta di un album esplosivo, inaspettato, ricco di tematiche personali in cui Rose si è messa a nudo, entusiasmando una grossa fetta di pubblico. Nell’estate dello stesso anno ha riscosso un grande successo il suo brano “Fragole, che l’ha vista duettare con Achille Lauro.

Dopo questo enorme successo, Villain è pronta per debuttare in qualità di BIG alla 74esima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Click boom!” – prodotta da Sixpm e scritta dalla stessa artista con Davide Petrella – che parla di amore. Uno di quegli amori che fanno una luce così forte da portare inevitabilmente con sé delle zone d’ombra: la diffidenza, l’annullamento di sé, la paura di soffrire, la paura di far stare male. Il brano sarà contenuto nel nuovo album di Rosa, “RADIO SAKURA” (Warner Music Italy), in uscita venerdì 8 marzo.

Rose Villain
Rose Villain – Foto: Ufficio stampa / ph. Manuel Grazia

Rose Villain: le sue dichiarazioni in vista di Sanremo 2024

Raggiunta dai colleghi dell’Ansa, Rose Villain ha raccontato le sue emozioni in vista della sua partecipazione in qualità di BIG alla 74esima edizione del Festival di Sanremo che andrà in onda dal 6 al 10 febbraio su Rai 1:

Mi piace pensare che questo sia un debutto, ho un brano che mi rappresenta al 100% e sono entusiasta. Vorrei che il 6 febbraio fosse domani, l’attesa mi disturba, ma sono tranquilla anche se intorno a me sono tutti agitati. Mi preoccupa solo la stanchezza, ma ho una voglia pazza di farmi conoscere da chi non sa chi sono. Non piacerò a tutti, ma voglio arrivare al cuore e creare più connessioni possibili con il pubblico, in modo che possano vedere un po’ di luccichio della mia arte. Un artista esiste quando c’è qualcuno che lo ascolta. E va anche bene se non vengo capita al primo ascolto, perché in quello che canto c’è un dualismo, tra urban e pop, tra nostalgia e forza“.

Rose Villain è tornata anche a commentare il fatto che ci siano sempre troppe poche donne in gara a Sanremo, evidenziando come questo – di fatto – rappresenti un problema culturale:

Essere donna può fare la differenza. È evidente che qualcosa che non funziona ci sia. Mi piacerebbe tanto che tornasse a vincere una di noi, e sono curiosa di sentire i pezzi di Fiorella Mannoia e di Loredana Bertè. Io intanto mi candido“.

L’artista, ai colleghi di Dagospia, ha svelato le sue ansie pre-debutto sul palco del Teatro Ariston:

Per ora sono zen, ma so che la prima serata me la farò sotto… Il problema è l’agitazione di chi mi sta attorno. Per il resto mi faccio un beverone di broccoli ogni mattina per le vitamine e studio il pezzo. Il mio vocal coach dice che sono un rottweiler: quando Ama chiamerà il mio nome lui mollerà il guinzaglio per farmi scattare“.

Mago Forest e Rose Villain, Gialappa's Show
Mago Forest e Rose Villain, Gialappa’s Show

Rose Villain: dove l’abbiamo già vista?

Anno dopo anno Rose Villain è riuscita a conquistare il pubblico italiano non solo con la propria voce o sui social ma anche apparendo in tv, e bucando lo schermo grazie alla sua versatilità. Dopo aver calcato il palco del Concertone del Primo Maggio di Roma, infatti, Villain è apparsa nell’ultima edizione della Gialappa’s Show nelle vesti di co-conduttrice al fianco del Mago Forest.

Nel 2024, inoltre, sarà tra i giudici del programma Netflix “Nuova Scena – Rhythm+Flow Italia”, la competizione musicale del mondo rap, prodotta da Fremantle, con Fabri Fibra e Geolier alla ricerca dei protagonisti che segneranno la nuova scena rap italiana.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24

Continua a leggere

Sanremo 2024 pagelle Gay.it

Sanremo 2024, le pagelle di Gay.it (o per meglio dire le prime sensazioni)

Musica - Giuliano Federico 15.1.24
Sanremo 2024, Mahmood super favorito secondo i bookmakers potrebbe riscrivere la storia del Festival - Sanremo 2024 Mahmood - Gay.it

Sanremo 2024, Mahmood super favorito secondo i bookmakers potrebbe riscrivere la storia del Festival

Culture - Redazione 4.12.23
Sanremo 2024, -5. Il PrimaFestival condotto da Paola & Chiara anticipa tutti e parte sabato 3 febbraio - PrimaFestival condotto da Paola e Chiara - Gay.it

Sanremo 2024, -5. Il PrimaFestival condotto da Paola & Chiara anticipa tutti e parte sabato 3 febbraio

Culture - Redazione 1.2.24
@valelp

L’amore non è solo per pochi eletti, intervista a Vale LP

Musica - Riccardo Conte 15.12.23
@bigmamaalmic

La Niña, Gaia e Sissi, chi sono le tre Ladies Marmalade di Big Mama?

Musica - Redazione Milano 13.2.24
marco mengoni sanremo lgbtq

Mengoni zitto zitto nascose la bandiera LGBTQIA+ in quella italiana, a Sanremo 2024 cosa farà?

Musica - Redazione Milano 27.11.23
Marco Mengoni, sanremo 2024

Sanremo 2024, il Festival di Marco Mengoni minuto per minuto: in diretta dall’Ariston

News - Luca Diana 6.2.24
Lorenzo Licitra torna in radio con Il Mio Giusto Momento: "L'avevo presentata ad Amadeus per Sanremo 2024" (VIDEO) - Lorenzo Licitra - Gay.it

Lorenzo Licitra torna in radio con Il Mio Giusto Momento: “L’avevo presentata ad Amadeus per Sanremo 2024” (VIDEO)

Culture - Redazione 19.2.24