“La Dolce Vita” versione porno gay vince in tribunale

Cade l’accusa di violazione di copyright per Michael Lucas, il regista che ha girato una versione porno gay de “La Dolce Vita”. Il giudice: “Il capolavoro di Fellini è di dominio pubblico”.

Non c’è violazione di copyright secondo il tribunale di New York che si è trovato a giudicare un singolare capo d’accusa. Il proprietario dei diritti del La Dolce Vita, capolavoro di Federico Fellini aveva, infatti, portato in tribunale Michael Lucas, regista e pornostar che aveva chiamato il suo ultimo film con lo stesso nome. La International Media Film sosteneva che la pellicola fosse una versione omosessuale del celebre film italiano e che, di conseguenza, violasse evidentemente la legge sul diritto d’autore.