Claudia Ferri: “A quarant’anni sono rinata donna”

La Tatangelo gli dedicò una canzone a Sanremo e, a distanza di nove anni, Claudio ha deciso di diventare una donna e questa è la sua meravigliosa storia.

Claudia Ferri: "A quarant'anni sono rinata donna" - claudia - Gay.it
6 min. di lettura

Chi si ricorda della canzone che cantò Anna Tatangelo qualche anno fa, a Sanremo, dedicata all’amico gay? Quella scritta da Gigi d’Alessio e che diceva: “dimmi che male c’è – se ami un uomo come te” e che poi finiva con la perla “l’amore non ha sesso – il brivido è lo stesso – o forse un po’ di più“?

Ecco, oggi, a distanza di nove anni dall’esibizione sanremese, l’amico di Anna ha compiuto quarant’anni, ha cambiato vita e, soprattutto, identità. Oggi Claudia Ferri è una make up artist di successo e questa è la sua fantastica storia all’insegna del coraggio, della semplicità e dell’amore verso se stessi.

Hai piacevolmente sconvolto tutti per aver parlato, sui social, del tuo cambiamento: da Claudio a Claudia. Come ti senti oggi?

Oggi mi sento realizzata. Sono finalmente felice. Sono quella che avrei sempre voluto essere. Ho passato un periodo che definirlo difficile, è poco. Non riuscivo più a vedermi con i pantaloni e mi sentivo a disagio ogni volta che dovevo presenziare agli eventi che frequentavo per lavoro e non. Non riuscivo a mettere la giacca, non mi sentivo bene ogni qual volta che guardavo l’armadio e, a vedermi per quella che non ero, morivo dentro. Camuffavo il tutto con scarpe da ginnastica e jeans perché erano indumenti, se vogliamo, semplici, ma soprattutto unisex. 

Un cambiamento che arriva alla soglia dei 40 anni. Non sarà un po’ tardi?

E chi può dire che è più giusto farlo a venti, e non a quaranta? È ovvio che a vent’anni, per certi versi, è tutto più semplice, ma io ho preferito aspettare il momento giusto. A quarant’anni si è più maturi e, soprattutto, più consapevoli. Poi, in passato, c’era un’insicurezza da non sottovalutare che mi ha accompagnata per un bel po’ di tempo facendomi rimandare, di volta in volta, il grande passo. Ho una storia alle spalle, particolare, delicata, anche difficile se vogliamo e, per ogni cosa, ho sempre avuto i miei tempi.

Che storia hai avuto?

Beh, riassumerla in una telefonata sarebbe riduttivo. Le varie fasi della mia età, dall’infanzia, all’adolescenza, non sono mai state così serene. Vengo da Sora, un piccolo paese in provincia di Frosinone e, vent’anni fa, per le persone come me non era facile inserirsi. La mentalità era molto più dura di come lo è in realtà oggi. Ricordo ancora la suora quando all’asilo chiese a mia madre se mi aveva spiegato che ero un maschietto e non una femminuccia. La mia vita è iniziata a cambiare con l’arrivo della maggiore età, quando sono scappata da Sora e mi sono trasferita a Roma, da mia nonna. 

Quei momenti bui della tua vita ti hanno segnata?

Altroché, ma grazie all’aiuto di una professionista come la mia psicoterapeuta, sono riuscita a “ricostruire” tutto. Il cammino fatto assieme non è stato semplice, perché è durato dieci anni. Ho imparato, con il passare del tempo e con il suo aiuto, che anche dalle cose più brutte, possiamo farne tesoro. Sembra un discorso strano, lo so, ma è realmente così. 

Claudia Ferri: "A quarant'anni sono rinata donna" - 17948511 10211330359008132 433332536 o - Gay.it

Ad esempio, quelle persone che ti hanno reso la vita più difficile le hai più incontrate?

No, perché tutte le persone che mi hanno ferito non ci sono più. Qualcuno è venuto a mancare, mentre qualcun altro sta passando un brutto periodo. 

Quando si dice il karma…

Non augurerei il male a nessuno, ma quanto pare il tempo è galantuomo. 

Quando ti guardi allo specchio, oggi, chi vedi?

(ride, ndr) Una bellissima ragazza. Oggi più che mai ho un rapporto meraviglioso con il mio corpo. In verità, anche prima, quando ero Claudio, ce l’avevo, perché sapevo perfettamente, dentro di me, di essere Claudia

È stato difficile far accettare agli altri un cambiamento così importante?

In verità, i miei amici, mi han sempre considerata come una ragazza e mai il contrario. Son sempre stata molto femminile nella mia vita e, per amor di battuta, le uniche cose che mi mancavano erano le gonne e i tacchi. I cambiamenti sono più duri per chi decide di cambiare e non per chi si deve limitare ad accettarli. Con la terapia ormonale che sto affrontando è un po’ come vivere una seconda adolescenza. 

Claudia Ferri: "A quarant'anni sono rinata donna" - 17949830 10211330359128135 1009463213 o - Gay.it

Chi sono le persone che ti sono state più vicine?

La verità? Sono state poche e non per colpa loro, poverine, ma perché in questo periodo, durato quasi due anni, mi sono chiusa a riccio.

E perché mai?

Per non avere influenze: sia positive, che negative! Volevo concentrarmi su quella che sarei voluta essere e, soprattutto, su quello che volevo. Ad ogni modo, ho sempre sentito i miei punti di riferimento che, oltre alla mia famiglia, sono Anna e Antonio.

Tu sei una make up artist di successo. Hai mai ricevuto discriminazioni per il tuo orientamento sessuale sul posto di lavoro?

In sedici anni di lavoro, mi è successo una volta sola. Non posso dire con chi, purtroppo, ma è stato davvero spiacevole. Ricordo di aver pianto tantissimo. Solo questo.

Cosa accadde di preciso?

La persona che era la responsabile di una campagna pubblicitaria, mi allontanò perché potevo dar fastidio, visivamente, alla persona che avrei dovuto truccare. Che poi, per ironia della sorte, truccai quella persona, in un’altra occasione, assieme a sua moglie e ai suoi figli, per un posato di famiglia.

E gliene hai parlato?

No, perché non mi piace parlar male e fomentare situazioni negativamente. So solo che rimase molto contento del mio lavoro e che sua moglie pretese il mio contatto per essere truccata in altre circostanze. Come dicevo anche prima: il tempo è galantuomo.

Ti sei mai chiesta perché molte trans sono ancora relegate al mondo della prostituzione?

Sì, me lo sono chiesta più volte e mi son data più risposte. La prima è che è difficilissimo trovar lavoro per le persone etero, figuriamoci per chi ha la sfortuna di nascere nel corpo sbagliato. La seconda, invece, riguarda il percorso lungo e costosissimo. Senza una buona base economica, è difficile riuscire a raggiungere certi risultati e solo lavori redditizi possono permettere certe cure. Anche se va detto che oggi, grazie a Dio, le cose stanno cambiando e che il mondo trans sta finalmente abbandonando l’immagine legata, da sempre, al sesso. Posso dirti un’altra cosa?

Devi…

Vedi: se non avessi cominciato il mio percorso ad un età più adulta, probabilmente avrei avuto anche io delle difficoltà economiche per raggiungere certi risultati che vanno dalla chirurgia, ai trattamenti. Senza considerare le spese per la sopravvivenza: il cibo, l’affitto e le bollette. Adesso anche i fondi stanziati per le persone trans stanno finendo o, quantomeno, stanno avendo una forte restrizione. Oggi, negli ospedali, prima di farti il seno ti costringono a fare la vaginoplastica perché, probabilmente, si sono accorti che in molte si facevano il seno e poi non proseguivano il percorso. Io, visti i tempi lunghi che arrivano anche a tre anni, sono costretta a far tutto privatamente.

Claudia Ferri: "A quarant'anni sono rinata donna" - 17917008 10211330359368141 1600619538 o - Gay.it

Hai mai notato, agli occhi degli altri, una certa morbosità nei tuoi confronti?

So di essere controllata da qualcuno, ma non è importante. Magari lo fanno solo per il lavoro che faccio e per le persone che frequento. Ho smesso di pensare agli altri e di dar peso ai loro pareri da un bel po’ di tempo…

Anna Tatangelo, la tua migliore amica, nel tuo percorso di transizione che ruolo ha?

Anna è importante sotto ogni punto di vista. Con la canzone che mi dedicò a Sanremo mi diede una visibilità allucinante e quel periodo non lo ricordo proprio col sorriso, nonostante il grande messaggio d’amore che c’era dietro.

Addirittura?

Fu un outing mediatico pazzesco e, dopo quell’esposizione, non avevo più nulla da nascondere. Io non ero ancora dichiarata con la mia famiglia e a mia madre, da sempre molto discreta e riservata, prese un colpo quando mi vide sui vari giornali: dal Messaggero a Chi. 

Nella canzone a te dedicata, cantava: “il mio amico cerca un nuovo fidanzato, perché l’altro già da un pezzo l’ha tradito..” Hai trovato l’amore?

Sì!

E come ti ha aiutata in questa circostanza?

Ho avuto la fortuna di aver trovato una persona meravigliosa da sette anni. Mi ha aiutata standomi vicino. Forse neanche lui sa il bene che mi fa con la sua presenza.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Prisma 2 Intervista a Ludovico Bessegato qui con Mattia Carrano - Gay.it 02

Prisma 2, intervista al regista Ludovico Bessegato “Non diamo risposte a chi cerca il giudizio”

Serie Tv - Giuliano Federico 8.6.24
Alessandro Zan, è boom preferenze. Quasi 180.000 voti, eletto all'Europarlamento - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, è boom preferenze. Quasi 180.000 voti, eletto all’Europarlamento

News - Redazione 10.6.24
Max Emerson e Andrés Camilo diventano genitori, l'annuncio social - Max Emerson e Andres Camilo diventano genitori lannuncio social - Gay.it

Max Emerson e Andrés Camilo diventano genitori, l’annuncio social

Culture - Redazione 11.6.24
Mahmood alla versione spagnola di Tale e quale show

Mahmood a “Tale e quale show” spagnolo duetta con il suo imitatore. La reazione del cantante è virale – VIDEO

Musica - Emanuele Corbo 10.6.24
Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Paola Turci e Francesca Pascale in crisi? La cantante rompe il silenzio

Culture - Emanuele Corbo 11.6.24
Marco Mengoni Carlo Conti Sanremo 2025 Gay.it

Marco Mengoni sul ritorno di Carlo Conti a Sanremo: “Senza Amadeus sarà diverso”

Culture - Emanuele Corbo 10.6.24

Leggere fa bene

Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale? - GLAMOROUS 110 Unit 00895RC - Gay.it

Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale?

Culture - Redazione 23.1.24
BigMama, Lorenzo Seghezzi è il suo fashion designer - Sessp 29 - Gay.it

BigMama, Lorenzo Seghezzi è il suo fashion designer

News - Federico Colombo 8.2.24
Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD". E a Vannacci dice che... - Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD”. E a Vannacci dice che…

News - Federico Boni 8.5.24
Tommy Dorfman ha sposato l'amata Elise: "Celebriamo l'amore trans e queer con il mondo" - Tommy Dorfman ha sposato lamata Elise - Gay.it

Tommy Dorfman ha sposato l’amata Elise: “Celebriamo l’amore trans e queer con il mondo”

Culture - Redazione 6.5.24
kay attivista lgbtqia india transgender

Delhi, autobus gratuiti per la comunità trans. “Ma senza documenti come identificheranno gli uomini trans?”

News - Federico Boni 9.2.24
BigMama a Sanremo 2024

Sanremo 2024, BigMama è la donna queer che ha rapito l’Ariston

Musica - Luca Diana 7.2.24
Trace Lysette (ELLE)

Con o senza Oscar, Trace Lysette ha già vinto per la comunità trans*

Cinema - Redazione Milano 5.1.24
Tiziano Ferro travolto dall’affetto dei fan: “Ci sono periodi bui. L’importante è parlarne” - Tiziano Ferro 1 - Gay.it

Tiziano Ferro travolto dall’affetto dei fan: “Ci sono periodi bui. L’importante è parlarne”

Musica - Redazione 10.1.24