David Beckham, da “icona gay” a volto dei Mondiali nell’omofobo Qatar per 10 milioni di sterline?

Ad un anno e mezzo dal via, i mondiali di calcio in Qatar potrebbero averlo come testimonial d'eccezione. Ma a che prezzo per l'immagine del signor Beckham?

david beckham, metrosexual
Instagram. David Beckham
2 min. di lettura

Secondo quanto riportato dal Mail On Sunday, il leggendario David Beckham avrebbe firmato un contratto da 10 milioni di sterline, ovvero quasi 14 milioni di dollari, per diventare l’uomo immagine del mondiale di calcio che si terrà in Qatar nel 2021. Nulla di sconvolgente, se non fosse che il Qatar sia uno dei Paesi più omotransfobici al mondo e Beckham si sia più volte detto ‘inorgoglito’ di essere considerato “un’icona gay”.

Secondo la legge della Sharia, in Qatar la sodomia è punibile fino a tre anni di carcere, mentre se un musulmano viene sorpreso a “istigare o sedurre un maschio” la pena massima è la pena di morte. Di fatto, l’omosessualità è illegale in tutto il Paese.

Una fonte anonima del Qatar ha dichiarato al Mail On Sunday: “Questo è un accordo che dovrebbe essere top secret. Viene tenuto in silenzio fino a quando non ci sarà l’opportunità di divulgarlo, senza che le PR di David ne risentano troppo”.

Kate Allen, direttrice di Amnesty International UK, ha affrontato l’argomento dalle pagine di Attitude: Gli affari di David Beckham sono ovviamente una questione privata, ma lo esortiamo a familiarizzare completamente con la preoccupante situazione dei diritti umani in Qatar e ad essere pronto a parlarne. La situazione dei diritti umani del Qatar è allarmante: dai maltrattamenti nei confronti dei lavoratori migranti ai limiti alla libertà di parola e alla criminalizzazione delle relazioni omosessuali.  David Beckham è in una buona posizione per utilizzare il proprio profilo internazionale per promuovere i diritti umani del Qatar“.

Molti si domandano come mai uno come mr. Beckham, che ha contratti milionari un po’ ovunque, voglia andare ad impelagarsi in un “affare” tanto controproducente, soprattutto sul piano dell’immagine. Nel 2007 il signor Victoria Beckham dichiarava alla BBC: “Sono molto onorato di avere il marchio di icona gay”. 14 anni dopo, evidentemente, potrà farne a meno. A fine 2020 la FIFA ha annunciato che il Qatar consentirà la presenza di bandiere rainbow durante i mondiali 2021. Una sorta di ‘mese cuscinetto’ per presentarsi agli occhi del mondo in modo più tollerante e accettabile.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
Namibia, sentenza storica depenalizza l’omosessualità, ma il governo potrebbe appellarsi alla Corte Suprema

Namibia, sentenza storica depenalizza l’omosessualità, ma il governo potrebbe appellarsi alla Corte Suprema

News - Francesca Di Feo 22.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24

Hai già letto
queste storie?

@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
pride sport month, pride sport milano, milano pride 2024

Pride Sport Month: a Milano tornano gli eventi che celebrano la comunità sportiva LGBTIQ+

News - Redazione 12.6.24
Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese - Lucy Clark - Gay.it

Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese

Corpi - Redazione 2.2.24
Jessica Andrade, la lottatrice queer fa suo il record di donna con il maggior numero di vittorie UFC - Jessica Andrade - Gay.it

Jessica Andrade, la lottatrice queer fa suo il record di donna con il maggior numero di vittorie UFC

Corpi - Redazione 16.4.24
Thomas Hitzlsperger e i 10 anni dal suo coming out: "Rifarei tutto esattamente nello stesso modo" - Thomas Hitzlsperger - Gay.it

Thomas Hitzlsperger e i 10 anni dal suo coming out: “Rifarei tutto esattamente nello stesso modo”

Corpi - Redazione 14.2.24
Gus Kenworthy ha ritrovato l'amore con Tyler Green. Le dolci foto social - Gus Kenworthy e Tyler Green cover - Gay.it

Gus Kenworthy ha ritrovato l’amore con Tyler Green. Le dolci foto social

Corpi - Redazione 15.3.24
sport-aics-tesseramento-alias

Tesseramento alias nello sport, la svolta di AICS: “Esaltare il valore dello sport come diritto umano”

Corpi - Francesca Di Feo 3.1.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24