DDL Zan slitta a dopo l’estate, no ad accordi e modifiche. Scontro totale tra Italia Viva e Pd

Ad appoggiare la lettura politica dei renziani, udite udite, Mario Adinolfi. Fossimo in Faraone, Garavini, Di Maio e Italia Viva tutta, ci porremmo qualche domanda.

legge omofobia testo completo
3 min. di lettura

Come ampiamente previsto alla vigilia, l’ennesima proposta avanzata dal senatore renziano Davide Faraone di cedere ad un ‘accordo’ sul DDL Zan è stata respinta dalla maggioranza dei capigruppo in commissione in Senato. Il senatore IV, via social, ha attaccato Pd, 5 Stelle e LeU, parlando di “diritti ufficialmente in vacanza da oggi“, perché a suo dire la “proposta di Italia Viva di cercare l’intesa e portare in aula il DDL Zan non ha trovato adesioni“.

A seguire la linea politica del partito, anche la senatrice Laura Garavini e il deputato Marco Di Maio. La prima sostiene che il “DDL Zan sarebbe potuto andare in aula domani, votandolo blindato con accordo politico. Maggioranza ha preferito rinvio a settembre. Col rischio di affossarlo. Abbiamo lavorato con coerenza per approvare a stretto giro. Altri preferiscono giocare sui diritti“. Il secondo parla di un “accordo politico”  eventuale che avrebbe permesso al DDL Zan di arrivare “in Aula domani e l’Italia avrebbe una buona legge contro l’omotransfobia. La maggioranza ha preferito l’ennesimo scontro e adesso è ufficiale il rinvio a dopo la pausa estiva. Più tempo per la campagna elettorale, meno per i diritti“.

Parole che hanno fatto sobbalzare sulla sedia gli alleati di Governo.  “L’unica cosa che non va in vacanza, a quanto leggo dalle agenzie, è l’inaffidabilità di Italia Viva“, ha tuonato la senatrice Pd Monica Cirinnà. “Se non avesse cambiato idea sul sostegno già espresso al ddl Zan alla Camera, cercando impossibili e surreali mediazioni e presentando emendamenti che demoliscono il testo, le cose sarebbero andate molto diversamente”. “Le bandiere, non le bandierine, sono importanti, raccolgono il vento e lo trasformano in colori e bellezza. Per questo non devono essere ammainate. Il sostegno al ddl Zan é forte nel Paese e non c’è spazio per trattative o mediazioni sulla pelle delle persone. Ormai le posizioni sono chiare: per noi questo è il tempo della responsabilità. Il testo sarà in Aula a settembre, quando ci sarà tempo e modo per evitare le tante trappole e imboscate contenute negli emendamenti della Lega e di Italia Viva“.

C’è l’amarezza di voler utilizzare strumentalmente il ddl Zan, e questa cosa è inaccettabile“, ha proseguito Simona Malpezzi, presidente dei senatori del Partito democratico. “Se presenti degli emendamenti non sei intenzionato a chiudere la proposta al più presto possibile, quindi io mi sarei aspettata da parte di Italia Viva un altro tipo di atteggiamento. Non mandare i diritti in vacanza – come dice Faraone – significava non presentare emendamenti già tre settimane fa, votare compatti, non continuare a dire che ci poteva essere uno spazio di mediazione quando non si tratta di mediazione ma di rendere discriminatoria una legge“.

Loredana De Petris di LeU ha inoltre sottolineato come non ci sia stata alcuna proposta di inserimento in calendario del DDL Zan da parte di Davide Faraone e di Italia Viva, bensì una semplice richiesta di calendarizzare una nuova riunione di maggioranza per trovare una mediazione. “Non abbiamo respinto niente“.

Ad appoggiare la lettura politica dei renziani, udite udite, Mario Adinolfi: “Sono stati mesi a chiedere con Fedez di poter “votare democraticamente il ddl Zan in aula” crocifiggendo il povero Ostellari. Oggi in conferenza capigruppo Pd e M5S han votato per non mandare il ddl in aula per paura di perdere. E così hanno perso anche la faccia. Addio ddl Zan“.

Fossimo in Faraone, Garavini, Di Maio e Italia Viva tutta, ci porremmo qualche domanda. Avete scelto da che parte stare, abbracciando la Lega di Salvini e i peggiori omotransfobici d’Italia. Abbiate almeno l’onestà intellettuale e politica di confermarlo ufficialmente alla luce del sole, mettendo fine a questo triste e ormai insopportabile teatrino.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

meloni orban

L’ascesa delle ultradestre e dei movimenti anti-LGBTQIA+ spiegata in 5 punti fondamentali

News - Francesca Di Feo 29.5.24
Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso - carcere amnistia - Gay.it

Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso

News - Redazione 29.5.24
Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24
Simona Fatima Cira Aiello

Chi è Simona Aiello donna trans candidata con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia alle comunali

News - Mandalina Di Biase 28.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
teramo-estorsione-uomini-gay-grindr

Reggio Calabria, uomo gay adescato tramite app picchiato, insultato e derubato da tre ragazzi

News - Redazione 28.5.24

Continua a leggere

Messico, il presidente Obrador definisce "un uomo vestito da donna" la deputata trans Salma Luevano - Andres Manuel Lopez Obrador - Gay.it

Messico, il presidente Obrador definisce “un uomo vestito da donna” la deputata trans Salma Luevano

News - Redazione 10.1.24
Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d'Appello - Cesena Forza Nuova 1 - Gay.it

Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d’Appello

News - Redazione 21.3.24
burocrazia unioni civili, guida alle top location per unioni civili in puglia

Grecia, il premier Mitsotakis annuncia il disegno di legge sul matrimonio egualitario

News - Redazione 12.1.24
Roma, il sindaco Gualtieri registra altri due atti di nascita formati all’estero di figlie di due mamme - Roma sindaco Gualtieri - Gay.it

Roma, il sindaco Gualtieri registra altri due atti di nascita formati all’estero di figlie di due mamme

News - Redazione 22.4.24
Aleksander Miszalski al cracovia pride

Polonia, il nuovo sindaco di Cracovia si unirà al Pride e isserà la bandiera rainbow sul Municipio

News - Francesca Di Feo 10.5.24
Monza, consiglio comunale - La protesta durante la bocciatura della mozione "Caro Sindaco, trascrivi"

“A Monza il sindaco del PD ha abbandonato le famiglie omogenitoriali, serve un coraggio radicale”

News - Giuliano Federico 15.12.23
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
Libri omocausto Gay.it

Storie dall’omocausto: cinque libri per saperne di più

Culture - Federico Colombo 24.1.24