Il Senato chiude per ferie, il DDL Zan slitta a ottobre

Oggi è arrivata l’ufficialità. Respinta la proposta di Italia Viva di trovare un accordo e modificare il DDL.

Il Senato chiude per ferie, il DDL Zan slitta a ottobre - senatovuotigayit - Gay.it
2 min. di lettura

L’estate sta arrivando anche per i senatori della Repubblica, entrati di fatto nell’ultima settimana di lavori prima delle ferie. Oggi alle ore 14:30 si è tenuta la conferenza dei capigruppo che ha deciso le sorti del DDL Zan, ufficialmente rinviato dopo mesi di ostruzionismo, aberrante dibattito e richieste di modifiche da parte di Lega, Forza Italia e Italia Viva.

Proprio i renziani hanno provato fino all’ultimo la carta del DDL subito al voto, con oltre 1000 emendamenti a pendere sul capo del provvedimento, quattro dei quali firmati IV. Ma la proposta del senatore Davide Faraone è stata respinta. Nessun accordo al ribasso e voto immediato per poi posticipare il provvedimento all’autunno. La conferenza dei capigruppo ha detto no, con Pd, 5 Stelle e LeU irremovibili. Dopo Faraone, Scalfarotto e Bellanova, che nei giorni scorsi hanno cavalcato il copia-e-incolla per criticare il Pd, anche Elena Bonetti, incredibilmente ministra alle Pari Opportunità e alla Famiglia, ha chiesto a gran voce il voto immediato, millantando inesistenti aperture a sostegno delle loro proposte di modifica al DDL.

Sulle nostre modifiche al ddlZan c’era apertura. È strumentale la posizione del PD, che ne ha fatto una bandiera. Oggi possiamo approvare la legge, ma a questo punto per qualche altra convenienza si rimanda. Si vada invece al voto.

Ad aprire alle modifiche proposte di IV sono Lega e Forza Italia, con Pd, 5 Stelle e LeU contrari a qualsiasi proposta escludente nei confronti delle persone transgender. Non a caso la Lega tende la mano a Italia Viva, per bocca di Ostellari, che ha avuto il coraggio di chiedersi, “sul ddl Zan perché aspettare? Apriamo il confronto e lavoriamo sul testo: gli italiani attendono una buona legge che difenda tutte e tutti da discriminazioni e violenze. Noi ci siamo“. Surreale, se a dirlo è colui che per mesi ha tenuto in ostaggio il DDL in commissione giustizia, provando in ogni modo a fermarlo, ad affondarlo. Surreale, se a dirlo è il  senatore di un partito che ha presentato circa 700 emendamenti contro il DDL, la stragrande maggioranza dei quali unicamente ostruzionistici.

Ma il DDL Zan non tornerà in senato prima di settembre, ora è ufficiale, se non addirittura ottobre, ovvero dopo le amministrative nelle grandi città. Nell’attesa, il ‘patto di ferro’ Lega-IV appare sempre più evidente, rumoroso e alla luce del sole, come rivelato tra i denti da Matteo Salvini nella giornata di ieri: “Renzi? Non lo sento da tempo. L’ultima volta ci siamo sentiti sul Ddl Zan“. I due Matteo, l’uno al fianco dell’altro per mettere alle strette il Pd, sulla pelle di un’intera comunità.

Una comunità che preferirebbe alcuna legge ad una brutta legge, come certificato dai movimenti e dal nostro sondaggio.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 3.8.21 - 11:12

La dovuta , giusta , riforma del processo penale ( sic!) è stata approvata con votazioni notturne alla Camera , ogni commento è superfluo !

Trending

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24

Continua a leggere

famiglie-arcobaleno

Perché la stampa italiana continua ad alimentare la fake news “genitore 1 e 2”, dicitura mai esistita?

News - Federico Boni 16.2.24
Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb - Pekka Haavisto - Gay.it

Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb

News - Federico Boni 29.1.24
Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d'ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+ - roma - Gay.it

Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d’ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+

News - Redazione 19.12.23
gesù natale impatto ambientale

Natale: caro Gesù Bambino, la celebrazione della tua venuta è un disastro per il pianeta

News - Giuliano Federico 15.12.23
milano-transfobia-consiglio-comunale

Milano, transfobia in Consiglio Comunale da parte del consigliere Lega Samuele Piscina – LINGUAGGIO FORTE

News - Francesca Di Feo 4.3.24
Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l'anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani? - Giorgia Meloni e Edi Rama - Gay.it

Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l’anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani?

News - Federico Boni 7.11.23
Messico, il presidente Obrador definisce "un uomo vestito da donna" la deputata trans Salma Luevano - Andres Manuel Lopez Obrador - Gay.it

Messico, il presidente Obrador definisce “un uomo vestito da donna” la deputata trans Salma Luevano

News - Redazione 10.1.24
elezioni-argentina-reazioni-comunita-lgbtqia

“L’Argentina rischia la regressione come l’Italia, ma non passeranno”: la comunità LGBTQIA+ Argentina e l’elezione di Javier Milei – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 27.11.23