Diventa uomo a 42 anni, ma non si piace e chiede l’eutanasia

Dopo un'infanzia di rifiuti materni, Nancy diventa Nathan solo due anni fa, ma questo non basta: "Mi sento un mostro". Così ha chiesto di morire con l'eutanasia. La madre: "La sua morte non mi turba".

Diventa uomo a 42 anni, ma non si piace e chiede l'eutanasia - trans eutanasia 1 - Gay.it
2 min. di lettura
Diventa uomo a 42 anni, ma non si piace e chiede l'eutanasia - trans eutanasia1 - Gay.it

Si chiamava Nathan Verhelst e aveva 44 anni, ma fino a due anni fa per l’anagrafe era ancora Nancy. Un lungo percorso per diventare uomo, dopo essere stato una donna infelice, per troppo tempo “la ragazza che nessuno voleva”. Ma neanche con il doloroso e complesso cambio di sesso Nathan aveva trovato la sua dimensione e così ha chiesto di morire con una puntura letale. In Belgio, paese in cui Nathan era nato e viveva, l’eutanasia è legale e si può richiedere regolarmente. “Nessuna di queste operazioni (quelle a cui si era sottoposto per il cambio di sesso, ndr) aveva funzionato come avrei voluto – aveva raccontato Nathan ad un quotidiano fiammingo -. Ero pronto a celebrare la mia rinascita, ma quando mi sono guardato allo specchio ero disgustato da me stesso. Il mio nuovo petto non corrispondeva alle mie aspettative e il mio nuovo pene dava segni di rigetto”.

Diventa uomo a 42 anni, ma non si piace e chiede l'eutanasia - trans eutanasia2 - Gay.it

Nathan, che da piccolo era l’unica femmina in mezzo a tre fratelli maschi, non sembra fosse mai stato felice, neanche nell’infanzia passata con una madre che non faceva altro che ripetergli ”se solo tu fossi stato un ragazzino” e che come stanza da letto gli aveva dato uno sgabuzzino sopra il garage.
E non sembrano essere solo convinzioni di Nathan, quelle secondo le quali la madre non l’avrebbe mai accettato. A confermarlo è stata a donna stessa. “Quando ho visto il suo nome di battesimo per la prima volta ero distrutta – ha raccontato la signora Verhelst -. Era così brutta. Avevo dato alla luce un fantasma. La sua morte non mi disturba. Leggerò la lettera (che Nathan ha lasciato prima di morire, ndr), ma sarà piena di bugie”. “Per me questo capitolo è chiuso – ha concluso -. Non provo tristezza, non ho dubbi né rimorsi. Non abbiamo mai avuto un legame”.
Anche da morto, Nathan è rimasto “la ragazza che nessuno voleva”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Alberto De Pisis

Alberto De Pisis, tra carriera, amori e speranze per il futuro: “Mi piacerebbe diventare papà” – intervista

Culture - Luca Diana 28.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Da sinistra: Douglas Carolo (foto da TikTok), Andrea Bossi (foto SKYtg24) e Michele Caglioni (foto Instagram)

Perché Andrea Bossi sarebbe stato ucciso da Douglas Carolo e Michele Caglioni?

News - Redazione Milano 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
donna-transgender-arrestata-hong-kong

Hong Kong, attivista transgender arrestata con un pretesto e detenuta in condizioni disumane

News - Francesca Di Feo 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

united4diversity-bruxelles

A Bruxelles “United4Diversity” contro populisti, anti-gender e anti-LGBTQIA+: la tre giorni organizzata da Forbidden Colours

News - Francesca Di Feo 3.10.23
cgil-tesseramento-alias

Anche CGIL apre al tesseramento alias: “L’accoglienza delle tante diversità non è un qualcosa di facoltativo, ma necessario”

News - Francesca Di Feo 21.1.24
uganda-carceri-torture-detenut-lgbtqia

Uganda, torture aberranti verso lǝ detenutǝ LGBTQIA+: sanzioni dagli USA

News - Francesca Di Feo 11.12.23
Rishi Sunak, bufera sulle parole transfobiche del premier inglese. L’attacco di Sam Smith - VIDEO - Rishi Sunak - Gay.it

Rishi Sunak, bufera sulle parole transfobiche del premier inglese. L’attacco di Sam Smith – VIDEO

News - Redazione 6.10.23
Chiara Francini voce del podcast Refuge: "Alla ministra Roccella dico di ascoltare le storie di omobitransfobia" - INTERVISTA - chiara francini 2 - Gay.it

Chiara Francini voce del podcast Refuge: “Alla ministra Roccella dico di ascoltare le storie di omobitransfobia” – INTERVISTA

News - Federico Boni 10.11.23
Rainbow Awards 2023, la 2a edizione dedicata a Michela Murgia. Tra i premiati Elly Schlein, Gualtieri ed Emma Bonino - Rainbow Awards 2023 - Gay.it

Rainbow Awards 2023, la 2a edizione dedicata a Michela Murgia. Tra i premiati Elly Schlein, Gualtieri ed Emma Bonino

Culture - Federico Boni 8.11.23
egualitario matrimonio gay matrimonio omosessuale

In Italia il 73% delle persone è favorevole al matrimonio egualitario

News - Federico Boni 30.11.23
Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23