Diventa uomo a 42 anni, ma non si piace e chiede l’eutanasia

Dopo un'infanzia di rifiuti materni, Nancy diventa Nathan solo due anni fa, ma questo non basta: "Mi sento un mostro". Così ha chiesto di morire con l'eutanasia. La madre: "La sua morte non mi turba".

Diventa uomo a 42 anni, ma non si piace e chiede l'eutanasia - trans eutanasia 1 - Gay.it
2 min. di lettura
Diventa uomo a 42 anni, ma non si piace e chiede l'eutanasia - trans eutanasia1 - Gay.it

Si chiamava Nathan Verhelst e aveva 44 anni, ma fino a due anni fa per l’anagrafe era ancora Nancy. Un lungo percorso per diventare uomo, dopo essere stato una donna infelice, per troppo tempo “la ragazza che nessuno voleva”. Ma neanche con il doloroso e complesso cambio di sesso Nathan aveva trovato la sua dimensione e così ha chiesto di morire con una puntura letale. In Belgio, paese in cui Nathan era nato e viveva, l’eutanasia è legale e si può richiedere regolarmente. “Nessuna di queste operazioni (quelle a cui si era sottoposto per il cambio di sesso, ndr) aveva funzionato come avrei voluto – aveva raccontato Nathan ad un quotidiano fiammingo -. Ero pronto a celebrare la mia rinascita, ma quando mi sono guardato allo specchio ero disgustato da me stesso. Il mio nuovo petto non corrispondeva alle mie aspettative e il mio nuovo pene dava segni di rigetto”.

Diventa uomo a 42 anni, ma non si piace e chiede l'eutanasia - trans eutanasia2 - Gay.it

Nathan, che da piccolo era l’unica femmina in mezzo a tre fratelli maschi, non sembra fosse mai stato felice, neanche nell’infanzia passata con una madre che non faceva altro che ripetergli ”se solo tu fossi stato un ragazzino” e che come stanza da letto gli aveva dato uno sgabuzzino sopra il garage.
E non sembrano essere solo convinzioni di Nathan, quelle secondo le quali la madre non l’avrebbe mai accettato. A confermarlo è stata a donna stessa. “Quando ho visto il suo nome di battesimo per la prima volta ero distrutta – ha raccontato la signora Verhelst -. Era così brutta. Avevo dato alla luce un fantasma. La sua morte non mi disturba. Leggerò la lettera (che Nathan ha lasciato prima di morire, ndr), ma sarà piena di bugie”. “Per me questo capitolo è chiuso – ha concluso -. Non provo tristezza, non ho dubbi né rimorsi. Non abbiamo mai avuto un legame”.
Anche da morto, Nathan è rimasto “la ragazza che nessuno voleva”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Lecco, Forza Nuova contro il Pride: "Bestialità che mira a plagiare i bambini" - Lecco Forza Nuova contro il Pride - Gay.it

Lecco, Forza Nuova contro il Pride: “Bestialità che mira a plagiare i bambini”

News - Redazione 21.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
Mahmood coming out_ Foto dalla sfilata di Prada

Quella specie di coming out di Mahmood in inglese: media italiani impazziti

Musica - Mandalina Di Biase 20.6.24
intervista a la spezia pride

La Spezia Pride ostacolato dalle istituzioni, il difficile rapporto con la destra che amministra la città – intervista

News - Gio Arcuri 20.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24

Leggere fa bene

g7-diritti-lgbt

G7 nell’Italia dell’estrema destra, spariti i diritti LGBTQIA+ che a Hiroshima nel 2023 erano in agenda

News - Francesca Di Feo 14.6.24
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
Foto: Angela Christofilou

L’8 Marzo ci siamo tuttə per tuttə

Corpi - Redazione Milano 7.3.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
report-amnesty-diritti-umani

Preoccupante regressione dei diritti umani, tra cui quelli LGBTQIA+, a livello globale: il desolante report di Amnesty International

News - Francesca Di Feo 29.4.24
pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24
Unione Europea Diritti Transgender

L’Unione Europea verso il riconoscimento del cambio di genere in tutti gli Stati membri

News - Francesca Di Feo 7.5.24
G7 ospitato dall'Italia a Fasano, la presidente del consiglio Giorgia Meloni scatta un selfie - credit photo: LaPresse

G7, nel testo rispuntano i diritti LGBTIAQ+, censurati “orientamento sessuale, “identità di genere” e “aborto”

News - Redazione Milano 14.6.24