Millie Bobby Brown abbandona Twitter perché vittima di meme omofobi

Protagonista suo malgrado di meme omofobi, Millie Bobby Brown è dovuta scappare da Twitter.

Diva del piccolo schermo ad appena 14 anni, Millie Bobby Brown, star di Stranger Things, ha dovuto cancellare il proprio profilo Twitter per mettere un freno a dei meme omofobi con il suo volto.

Immagini, quelle pubblicate sui social, con il viso della Bobby Brown accompagnato da frasi omofobe, islamofobe o razziste, da lei neanche lontanamente mai pronunciate. Sconvolta da quanto visto, anche perché fiera sostenitrice della comunità LGBT, l’attrice ha optato per la soluzione più estrema. Sparire dai social network.

#TakeDownMillieBobbyBrown, hastag che chiedeva alla giovane diva di chiudere il proprio profilo, è presto diventato virale, con il mese del Pride che ha visto i meme moltiplicarsi, fino a diventare un problema. Millie ha dovuto bloccare i commenti anche su Instagram, senza mai rilasciare dichiarazioni sul ‘caso’. D’altronde è evidente che quelle oscene frasi non siano mai uscite dalla sua bocca, eppure sul web c’è chi ci ha creduto, attaccandola e insultandola, dandole della razzista e dell’omofoba. Come, quando e perché sia partita questa ondata di meme denigratori non è chiaro, ma una 14enne ne è stata incredibilmente travolta.

LEGGI ANCHE

Storie

Sardegna al voto, lettera aperta ai candidati sui diritti civili...

Le associazioni sarde chiedono un impegno concreto sui diritti civili ai candidati alla presidenza della Regione Sardegna.

di Federico Boni | 17 Febbraio 2019

Storie

Netflix, il meraviglioso corto gay per celebrare la depenalizzazione dell’omosessualità...

Una storia d'amore gay in poco più di due minuti per San Valentino. L'omaggio di Netflix India alla comunità LGBT.

di Federico Boni | 17 Febbraio 2019

Storie

Intersex, l’Italia intervenga per tutelare i bambini: l’appello di Certi...

Tra i 21 Paesi UE senza una normativa adeguata sui diritti delle persone intersessuali, ovviamente, c'è l'Italia.

di Federico Boni | 16 Febbraio 2019