Drag Race Italia al via con Cristina D’Avena giudice, il resoconto della conferenza stampa

La prima edizione Drag Race Italia arriva su Discovery+ venerdì 19 novembre. Ecco tutto quello che c'è da sapere!

Drag Race Italia al via con Cristina D'Avena giudice, il resoconto della conferenza stampa - Drag Race Italia cast - Gay.it
3 min. di lettura

Drag Race Italia è pronto per approdare sulle frequenze di Discovery+, la piattaforma di streaming di casa Discovery, il prossimo 19 novembre. Si tratta della prima edizione nostrana del celebre format americano, nato dalle mente di RuPaul, in cui drag queen si sfidano per ottenere il titolo di regina delle regine. Oggi, ad una settimana dalla prima puntata, è andata in scena la conferenza stampa del programma. Presenti sul palco i tre giudici – Tommaso Zorzi, Chiara Francini e Priscilla -, il responsabile del format di Ballandi Dimitri Cocciuti e Laura Carafoli di Discovery.

Nel corso dell’incontro con la stampa, il team di produzione e distribuzione ha sottolineato la rilevanza che il fenomeno Drag Race ha nel mondo, una bomba di colore scoppiata negli Stati Uniti nel 2009, che ha ricoperto di glitter e paillette 12 paesi sparsi tra i continenti. Un programma di intrattenimento, ma “che ha fatto anche fare grandi passi avanti per quanto concerne i diritti cari alla comunità LGBT” e la rappresentatività del queer in televisione. Nel corso della conferenza sono intervenuti proprio RuPaul e la sua fidata spalla Michelle Visage, con un videomessaggio esclusivo in lingua italiana, di buon auspicio per la trasmissione.

Dimitri Cocciuti ha confermato la difficoltà nella selezione delle queen partecipanti, dato l’alto livello di creatività e talento riscontrato nel panorama nazionale:

Le protagoniste raccontano l’Italia da nord a sud. Abbiamo trovato un livello molto elevato per l’arte drag. È un’arte molto completa, che va dal trucco alla performance. Per noi è stato importante portare il format in Italia perché nasce sì da, con e per la comunità LGBT, ma parla in realtà a tutte le persone.

I tre giudici hanno ribadito l’orgoglio e la soddisfazione di aver preso parte a questo progetto pionieristico, già espresso nelle interviste che hanno rilasciato nel corso dei giorni precedenti, ma hanno soprattutto svelato alcuni dettagli inediti della stagione, composta da sei puntate. Nella prima, l’ospite speciale sarà Cristina D’Avena, mentre in quelle successive vedremo al bancone dei giurati anche Ambra Angiolini, Vladimir Luxuria con Nick Cerioni (saranno presenti alla terza puntata, in cui andrà in scena un RuSical dedicato a Raffaella Carrà, previsto anche un collegamento con Tiziano Ferro), Donatella Rettore insieme a Giancarlo Commare.

Chi conosce il format sa bene che ogni puntata mantiene un filo conduttore, spesso fra tutte quante le challenge fino alla sfilata finale. Dentro allo show, inoltre, ci sono delle prove che fanno parte dell’immaginario collettivo dell’universo della race. Ecco quindi che, oltre al RuSical suddetto, anche l’edizione italiana avrà il proprio Snatch Game, la prova in cui le concorrenti dovranno impersonificare personaggi noti, questa volta 100% italiani. Dimitri Cocciuti ha spifferato che òa prima puntata sarà un omaggio all’Italian Style (la prima mini-challenge pare proprio una prova fotografica in gondola), mentre a Tommaso Zorzi è scappato che ci sarà anche Enzo Miccio a giudicare una prova a tema matrimonio.

E la politica entrerà direttamente nella competizione? Dopo la partecipazione di Alexandria Ocasio-Cortez a una delle puntate del format americano, dopo il messaggio promozionale della versione italiana contro i cori al Senato per l’affossamento del DDL Zan, Drag Race non potrà che essere politico. Ecco cos’ha sottolineato Priscilla, dopo aver invitato il parlamentare Simone Pillon a sfilare in tacchi e parrucca sui sampietrini di Roma:

Adesso c’è una comunità, che non è solo quella gay, che aspetta con ansia la messa in onda di questo programma. Siamo orgogliosi perché stiamo rappresentando l’Italia bella, l’Italia da applaudire. Stiamo facendo vedere al resto del mondo, soprattutto quelli avanti a noi, che ce la possiamo fare, che siamo anche altro. Facciamo molto più rumore di quegli applausi.

Nel corso della conferenza stampa sono state presentate, come già accaduto nel Meet The Queens già disponibile sulla piattaforma di discovery+, le otto drag queen che parteciperanno a Drag Race Italia: Ava Hangar, Divinity, Elecktra Bionic, Enorma Jean, Farida Kant, Ivana Vamp, Le Riche e Luquisha Lubamba. Le otto performer hanno sfilato nella passerella del teatro dove è stato allestito l’incontro, mostrando ai giornalisti di che pasta sono fatte. Voleranno parrucche, anche nell’After the Race, spin-off della trasmissione condotto da Tommaso Zorzi, in onda sempre su Discovery+ all’indomani della puntata del venerdì. L’arrivo in chiaro è previsto per gennaio 2022, in prima serata.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
La Lega presenta una proposta di legge per "vietare l'insegnamento delle teorie gender nelle scuole" - Laura Ravetto - Gay.it

La Lega presenta una proposta di legge per “vietare l’insegnamento delle teorie gender nelle scuole”

News - Redazione 24.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24

Hai già letto
queste storie?

Federico Massaro

Federico Massaro, chi è il modello di cui tuttə parlano?

Culture - Luca Diana 16.12.23
Mahmood, Sanremo 2024

Sanremo 2024, Mahmood conquista il Teatro Ariston sulle note di “Tuta Gold”

Musica - Luca Diana 6.2.24
momenti televisivi più queer dell'anno

I 10 momenti televisivi queer del 2023

Culture - Luca Diana 17.12.23
Domenica In, tra Venier, Ghali e D'Amico è polemica censura. Dal bacio tra uomini al messaggio pro Israele (VIDEO) - Mara Venier - Gay.it

Domenica In, tra Venier, Ghali e D’Amico è polemica censura. Dal bacio tra uomini al messaggio pro Israele (VIDEO)

News - Federico Boni 11.2.24
Supersex, Mario Pirrello è Franco Caracciolo, sorella Bandiera nonché grande amico di Rocco Siffredi - Supersex Franco Caracciolo - Gay.it

Supersex, Mario Pirrello è Franco Caracciolo, sorella Bandiera nonché grande amico di Rocco Siffredi

Serie Tv - Federico Boni 7.3.24
Maria De Filippi, Amici 23

Amici 23, le pagelle di Gay.it della quinta puntata del Serale

Culture - Luca Diana 21.4.24
Fabio Canino, Verissimo

Fabio Canino, il suo cuore batte per Emanuele: “A 58 anni ho conosciuto l’uomo della mia vita”

Culture - Luca Diana 16.3.24
Drag Race Italia 2023, la vincitrice è ... (attenzione SPOILER) - Finale Drag Race Italia 2023 - Gay.it

Drag Race Italia 2023, la vincitrice è … (attenzione SPOILER)

Culture - Redazione 29.12.23