Eldorado, il doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti

Nella Berlino dei ruggenti anni '20, il leggendario Eldorado è un nightclub dissoluto ed edonistico in cui gay, lesbiche e trans ballano a stretto contatto con i ricchi e potenti. Ma è anche un luogo di contraddizioni, in cui i clienti apertamente gay arrivano vestiti in uniformi naziste.

ascolta:
0:00
-
0:00
Eldorado, il doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti - 14431ea0 7c7e 11ed 87ad 120e2da14bad - Gay.it
4 min. di lettura

Eldorado, il doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti - eldoradosdp background na 01 en - Gay.it

È arrivato in sordina anche in Italia Eldorado di Benjamin Cantu, documentario Netflix interamente dedicato al mitico locale LGBTQI+ di Berlino, negli anni ’20 del novecento frequentato persino da Ernst Röhm, colonnello generale delle SA al tempo noto omosessuale, ucciso su ordine di Adolf Hitler il primo luglio del 1934.

Eldorato – Il Nightclub odiato dai nazisti utilizza immagini d’epoca, interviste e scene di finzione per mostrare l’abbagliante ma assai breve periodo di massimo splendore della prima comunità queer visibile al mondo alla fine degli anni ’20. Nella Berlino di un secolo fa c’erano olre 100 locali queer.

Eldorado, il doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti - 6afb93c0 ca9a 11ed 8d71 0a9d7003c35f - Gay.it

Ma a dominare la scena c’era il leggendario Eldorado, nightclub dissoluto ed edonistico in cui gay, lesbiche e trans ballavano a stretto contatto con i ricchi e potenti. Tutti si scatenavano al ritmo dell’elettrizzante musica dei Weintraub Syncopators, inebriati dagli odori di profumi, cipria e sudore. Ma l’Eldorado è anche un luogo di contraddizioni, in cui i clienti apertamente gay arrivano vestiti in uniformi naziste.

Questo è lo sfondo su cui si incrociano i destini degli eroi di questo straordinario racconto. Tutti fanno parte del primo movimento LGBT della storia e il film rispecchia in maniera inedita il modo in cui questa identità emergente fosse intrecciata al perverso legame dei nazisti con l’omosessualità all’interno dei loro ranghi. Il film abbina ricostruzioni innovative a storie biografiche, immagini di repertorio e alle voci dei familiari, di noti esperti di storia e dell’ultima generazione di testimoni diretti.

 

Eldorado, il doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti - 123e4df0 7c7e 11ed 87ad 120e2da14bad - Gay.it

Queste le parole del regista e co-sceneggiatore Benjamin Cantu:

“La storia dell'”Eldorado” e soprattutto quella delle persone queer la cui persecuzione non si è conclusa con il 1945, è stata a lungo scomoda per il pubblico del dopoguerra e quindi messa a tacere. Realizzare questo film con un grande partner come Netflix è un segno importante in un momento in cui i diritti delle persone LGBTIQ* sono nuovamente sotto pressione in molte parti del mondo.”

Morgan M. Page, scrittrice e storica trans che ha preso parte al progetto, ha aggiunto:

“L’era di Weimar mi ha sempre affascinato come un brillante momento in cui le persone LGBTQ si aggrappavano alla libertà, solo per vedersela strappare via in tragedia. Mentre guardo i movimenti anti-trans e anti-LGBTQ attaccare le nostre comunità in tutto il mondo, dalla Russia alla Florida, dall’Inghilterra all’Europa dell’est, le lezioni dell’era di Weimar restano ancora oggi spiacevolmente rilevanti”.

Matt Lambert si è occupato delle scene inevitabilmente di finzione.

“In qualità di regista ebreo queer che vive e lavora a Berlino da oltre un decennio, la storia LGBTQ+ berlinese cancellata è sempre stata un impulso presente nel mio lavoro, così come negli eventi e nelle feste della comunità che ho organizzato qui nel corso degli anni. L’opportunità di ricreare i momenti che hanno celebrato la queerness a Berlino tra il 1926 e il 1933 è stato un sogno diventato realtà: il casting è avvenuto qui nella nostra comunità queer di Berlino. Molti dei personaggi che appaiono nelle scene all’interno dell’Eldorado non sono solo attori, ma molti sono artisti e icone queer che costituiscono il tessuto del destino della nostra scena berlinese contemporanea.“

Felix Kriegsheim, produttore esecutivo, ha aggiunto:

“Cento anni fa, molte persone LGBT in Germania hanno sperimentato per la prima volta la loro libertà sessuale ed emotiva, seguita poco dopo dalla forma più estrema della loro oppressione. Questo film tenta di riportare alla nostra memoria questi grandi movimenti”.

Eldorado, il doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti - 14431ea0 7c7e 11ed 87ad 120e2da14bad - Gay.it

Dr. Klaus Mueller, storico e documentarista: “La persecuzione nazista delle persone LGBT rimane una parte poco nota della storia tedesca e occidentale. Il fatto che tutto questo sia successo qui non fa parte del DNA della Germania.“

Al massimo del suo splendore, l'”Eldorado” divenne un obiettivo del movimento nazista: la sua chiusura nel 1932 tracciò il segno di una svolta totalitaria. La prima comunità visibilmente queer al mondo venne distrutta in pochi anni. Eldorado – Everything the Nazis Hate è il primo documentario a tracciare in modo chiaro il destino delle persone queer nello sconvolgimento tra la Repubblica di Weimar e la Germania di Adolf Hitler.

Eldorado, il doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti - DE EETNH AddOn 9X16 RGB PRE - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Katy Perry video

“Ho visto le stelle”: tutte pazze per il vibratore di Katy Perry (un po’ meno per il suo singolo)

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24
Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Francesca Pascale e l’addio a Paola Turci: “Un grande dolore, ho deciso io di allontanarmi. Berlusconi incancellabile”

News - Redazione 20.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran - cover 1 - Gay.it

Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran

Culture - Federico Colombo 20.7.24
Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24

Continua a leggere

Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell'ultimo capitolo: "Almeno 18 mesi per disegnarlo" - Heartstopper - Gay.it

Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell’ultimo capitolo: “Almeno 18 mesi per disegnarlo”

Serie Tv - Redazione 28.5.24
La Vita che Volevi, intervista a Ivan Cotroneo: "Raccontare storie di persone trans è un atto civile e politico" - La Vita che Volevi VITTORIASCHISANO IVANCOTRONEO - Gay.it

La Vita che Volevi, intervista a Ivan Cotroneo: “Raccontare storie di persone trans è un atto civile e politico”

Serie Tv - Federico Boni 28.5.24
Eldorado: l doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti

Gay e nazismo: la tolleranza della prima ora e l’omocausto

Culture - Lorenzo Ottanelli 26.1.24
The Boyfriend, ecco i 9 concorrenti del primo storico dating show gay giapponese - Boyfriend Netflx Gallery 231024 NTF1025 3 - Gay.it

The Boyfriend, ecco i 9 concorrenti del primo storico dating show gay giapponese

Serie Tv - Federico Boni 8.7.24
Baby Reindeer, Cardi B accusata di omofobia: "Ci sono uomini che scoprono di essere gay dopo uno stupro" - baby reindeer cardi b - Gay.it

Baby Reindeer, Cardi B accusata di omofobia: “Ci sono uomini che scoprono di essere gay dopo uno stupro”

News - Redazione 30.4.24
Baby Reindeer, Nava Mau e la rappresentazione trans nella nuova serie crime Netflix di cui tuttə parlano - Baby Reindeer n S1 E2 00 20 42 07 - Gay.it

Baby Reindeer, Nava Mau e la rappresentazione trans nella nuova serie crime Netflix di cui tuttə parlano

News - Redazione 19.4.24
Heartstopper 3, ci sarà anche Jonathan Bailey. Le prime foto dal set - Jonathan Bailey in Heartstopper 3 - Gay.it

Heartstopper 3, ci sarà anche Jonathan Bailey. Le prime foto dal set

Serie Tv - Redazione 14.3.24
Soul Mate, l'icona del K-Pop Ok Taec-yeon protagonista di una nuova serie queer - Soul Mate licona del K Pop Ok Taec yeon protagonista di una nuova serie queer - Gay.it

Soul Mate, l’icona del K-Pop Ok Taec-yeon protagonista di una nuova serie queer

Serie Tv - Federico Boni 5.7.24