Elly Schlein vittima di bodyshaming sui social: l’ira della destra misogina che non ha nient’altro da dire

La spietata campagna di bodyshaming ai danni di Elly Schlein è sintomo di una destra misogina che ha pochissimi argomenti.

ascolta:
0:00
-
0:00
Elly Schlein vittima di bodyshaming sui social: l'ira della destra misogina che non ha nient'altro da dire - elly schlein bodyshaming 1 - Gay.it
3 min. di lettura

C’era da aspettarselo, ma si spera sempre – invano – che non accada. Anche Elly Schlein, vicepresidente dell’Emilia Romagna e neoeletta segretaria del Partito Democratico, è stata nelle scorse ore vittima di una vergognosa campagna di body shaming sui social.

Ieri, per la prima volta nella storia del PD, una donna è salita al potere. Un forte messaggio di opposizione verso Giorgia Meloni, anch’essa prima Presidente del Consiglio donna. Eppure, ecco arrivare i primi commenti misogini, a sole poche ore dalla notizia.

Se vi siete trovati a frequentare Twitter stamattina, avrete notato un particolare hashtag in tendenza, ovvero #PippoFranco. E no, questo non ha niente a che fare con il ritorno alla ribalta del popolare ex attore del Bagaglino. Bensì, con l’aspetto fisico di Elly Schlein.

Nei Tweet creati e condivisi da migliaia di utenti, è possibile trovare fotomontaggi e meme che hanno un solo obiettivo: quello di “mettere Elly Schlein al suo posto”, colpendola dove il maschio medio italiano crede possa fare più male a una donna. L’aspetto fisico.

Sì, perché i machi italiani si riducono a inveire contro una donna con il pretesto dell’aspetto fisico quando quando c’è poco altro da dire. I militanti di estrema destra oggi si sono trovati con il derrière che brucia al punto da dover improvvisare in quattro e quattr’otto una macchina del fango senza alcun fondamento nè rilevanza. 

elly-schlein-bodyshaming

Carlo Taormina si permette addirittura di fare pubblicamente una domanda privata. E sappiamo tutti che non si tratta di un dubbio legittimo per chi considera ancora le parole “gay, trans, lesbica” come insulti.

elly-schlein-bodyshaming2

Schlein non è la prima a subire questo tipo di trattamento da parte degli oppositori politici: da Laura Boldrini ad Agnese Renzi, Rosi Bindi, Vladimir Luxuria, sono tantissime le donne in politica attaccate dalle sporche campagne di bodyshaming solo perchè dalla “parte sbagliata della barricata”.

Quando una donna è convenzionalmente attraente, allora è saltata da un letto all’altro per arrivare dov’è. Quando il suo aspetto fisico non soddisfa, oppure è lesbica, allora assomiglia a Pippo Franco ed ha i capelli unti.

elly-schlein-bodyshaming1

Sì, c’è qualcuno che parla del suo background, che poco si addirebbe a una segretaria del PD. Schlein proviene da una famiglia benestante, ed ha la colpa di aver avuto troppe opportunità. Si parla di privilegio, e di lontananza dalla classe media.

“Non ha mai lavorato in vita sua, non ha mai visto un povero in faccia, non ha mai lavorato in una fabbrica”.

Eppure, nel 2019, si insultava Teresa Bellanova accusata di essere troppo “eccentrica”, e di avere “solo la terza media”. A dimostrazione che non importa da qualche ceto sociale provenga una donna, l’importante è tentare di buttarla giù.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

caserta rai arcigay raffaele giovine

Caserta, centro anti discriminazioni LGBT finanziato da UNAR a rischio chiusura: lettera a Elly Schlein

News - Giuliano Federico 4.9.23
avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
Joe Biden, Taylor Swift, Donald Trump

Sarà Taylor Swift a ‘salvare’ Joe Biden e sconfiggere i repubblicani?

Musica - Redazione Milano 1.2.24
monza-mozione-famiglie-arcobaleno-pd

Monza, la giunta PD spiega perché ha bocciato la mozione a favore delle famiglie arcobaleno

News - Francesca Di Feo 5.1.24
Gino Paoli, Elodie

Gino Paoli critica chi mostra il culo, Elodie risponde: “Fanno capolavori, ma nella vita sono delle merde”

Culture - Redazione Milano 15.12.23
Conte Schlein Todde Sardegna

Alessandra Todde vince in Sardegna anche grazie all’appoggio della comunità Lgbtq+

News - Lorenzo Ottanelli 27.2.24
elly schlein partio democratico

Elly Schlein: “Meloni ha giù fallito, l’alternativa è l’eguaglianza”

News - Redazione Milano 11.11.23
Monza, consiglio comunale - La protesta durante la bocciatura della mozione "Caro Sindaco, trascrivi"

“A Monza il sindaco del PD ha abbandonato le famiglie omogenitoriali, serve un coraggio radicale”

News - Giuliano Federico 15.12.23