L’Honduras è l’inferno per le persone trans*

La delegazione ha partecipato alle celebrazioni per il TDOR, ospitata poi negli eventi di Arcigay

ascolta:
0:00
-
0:00
Delegazione LGBT Sud America Honduras Gay.it
3 min. di lettura

In occasione del Transgender Day of Remembrance, Arcigay e Terra Nuova hanno accolto una delegazione di attivistə provenienti dal Sud America nell’ambito del progetto Centro America Diversa. Si tratta di un progetto co-finanziato dall’Unione Europea per fare luce sulla situazione dei diritti LGBTQIA+ nei Paesi di provenienza dei vari attivistə.

El Salvador, Honduras, Guatemala e Nicaragua sono i Paesi che hanno formato la delegazione e che, oltre ad aver partecipato agli eventi del Transgender Day of Remembrance, hanno preso a parte ad eventi organizzati da Arcigay nelle principali città italiane. Incontri ricchi di significato e di testimonianze che hanno permesso di dialogare sulle difficoltà dell’attivismo nelle Nazioni interessate.

Delegazione LGBT Sud America Honduras Gay.it
Nei Paesi del Sud America la situazione della comunità LGBTQIA+ è spesso lasciata in ombra

La delegazione si è composta di Gabriela Abigail Redondo del Colectivo Unidad Color Rosa dell’Honduras, attivista trans che lavora per i diritti delle persone transgender; Britany Monserrath Castillo Lovo dell’associazione ASPIDH di El Salvador; Esteban Gonzàlez, rappresentante dell’associazione Lambda in Guatemala; José Ignacio Lopez, attivista per i diritti umani della comunità LGBTQIA+ in Nicaragua e Xiomara Rodriguez Flores, femminista salvadoregna e attivista per i diritti sessuali e riproduttivi.

In particolare, Gabriela Redondo ha rilasciato un’intervista a L’Espresso (qui) sottolineando la situazione critica in cui versa la comunità in Honduras. Infatti, nonostante negli anni il Paese abbia fatto progressi dal punto di vista legislativo per quanto riguarda i diritti LGBTQIA+, ha ancora un fondamentale problema che riguarda soprattutto la violenza nei confronti delle persone queer.

Delegazione LGBT Sud America Honduras Gay.it
Gabriela Redondo, attivista trans* dell’Honduras

Di per sé l’omosessualità non è illegale in Honduras, ma il matrimonio egualitario, le unioni civili e le adozioni da parte delle coppie dello stesso sono state negate nel 2005 e nulla è ancora stato fatto a riguardo. Il problema critico è appunto l’alto tasso di violenza e omicidi che vedono coinvolte le persone LGBTQIA+: uno studio passato aveva evidenziato come, tra il 2009 e il 2017, 264 persone queer sono state vittime di attacchi o uccisioni. I numeri stimati indicano un incremento annuale da allora.

Gabriela, attivista transgender, ha raccontato in dialogo su L’Espresso con Simone Alliva che :«Il 28 giugno di 2009 quando c’è stato il colpo di stato, sono aumentati gli assassinii nella nostra comunità trans. Viky è stata tra le prime vittime. Era una volontaria e attivista del collettivo. Era uscita durante il coprifuoco, non lo sapeva. Doveva lavorare in strada, l’unico lavoro che possiamo portare avanti per sopravvivere. Fermata dai militari, le hanno sparato alla testa».

L’accanimento si verifica, appunto, soprattutto nei confronti della comunità trans*, subisce discriminazioni e vessazioni quotidiane. L’obiettivo del Colectivo Unidad Color Rosa, di cui Gabriela fa parte, è proprio quello di lottare, difendere e monitorare i diritti delle persone transgender nel Paese, chiedendo rispetto dell’identità di genere e accesso completo alla sanità, all’istruzione e alla giustizia.

Delegazione LGBT Sud America Honduras Gay.it
In Honduras le persone trans* sono tra le più colpite da attacchi violenti e omicidi

«Come direttrice del Colectivo Unidad Color Rosa sono sempre esposta mediaticamente, soprattutto nel chiedere giuste indagini e giustizia per la morte delle mie compagne trans. Questa visibilità costa. Subisco continue minacce dalle bande armate e anche dalla stessa polizia. Vengo perseguitata. Ma non posso lasciare il Paese», racconta Gabriela. «Dovete sapere che l’Honduras ha all’attivo dieci sentenze che le impongono di rispettare la legge sul riconoscimento anagrafico delle persone trans*».

Nonostante l’esistenza di queste sentenze, tuttavia, gli attacchi alle persone trans* non sono diminuiti e le istituzioni non sono troppo interessate ad impegnarsi affinché la situazione cambi. La speranza è che le cose possano cambiare ora che l’Honduras ha un nuovo Presidente, una donna di sinistra. Xiaomara Castro è stata lo scorso gennaio e in lei la comunità ripone le speranze affinché qualcosa si muova concretamente. Come sottolinea Gabriela, le aspettative nei suoi confronti sono molto alte: ne va della vita delle persone trans* nel Paese.

«L’Honduras è l’inferno per le persone trans. Molte sono costrette a immigrare, chi non può perché non ha i soldi o non è istruita, rimane e subisce. Chiediamo solo il diritto di essere libere. Di vivere dignitosamente. Di non dover affrontare il pericolo di morte ogni volta che ci svegliamo la mattina. E soprattutto il diritto al nostro nome»

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri

Corpi - Redazione 14.6.24

Continua a leggere

La Vita che Volevi, intervista a Ivan Cotroneo: "Raccontare storie di persone trans è un atto civile e politico" - La Vita che Volevi VITTORIASCHISANO IVANCOTRONEO - Gay.it

La Vita che Volevi, intervista a Ivan Cotroneo: “Raccontare storie di persone trans è un atto civile e politico”

Serie Tv - Federico Boni 28.5.24
elly schlein partio democratico

Abruzzo al voto, Elly Schlein: “Ci battiamo per il diritto delle donne a scegliere del proprio corpo”

News - Redazione 8.3.24
L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
Triptorelina, il testo integrale della relazione sull'ispezione al Centro per le terapie affermative del Careggi di Firenze

Triptorelina, il Governo ottiene l’approccio patologizzante, cosa dice il testo integrale

Corpi - Francesca Di Feo 16.4.24
Credit: Steve Russell

Affermazione di genere, il Governo manda gli ispettori al Careggi di Firenze. Zan: “Crociata ideologica e politica”

News - Redazione 24.1.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Teansgender Carcere Europa

Nelle carceri europee le persone transgender subiscono intimidazioni e violenze

News - Redazione Milano 26.4.24