GF VIP, esce Marco Bellavia ed è bufera sugli altri concorrenti: In Casa non c’è spazio per la salute mentale

Il programma tratta ancora la depressione come "un capriccio" e il pubblico si infuria.

ascolta:
0:00
-
0:00
gfvip e salute mentale
Marco Bellavia (gfvip)
3 min. di lettura

La nuova edizione del GFVip ha riservato notevoli sorprese – dal potente discorso di Elenoire Ferruzzi sulla condizione delle donne trans in Italia alle parole di Giovanni Ciacci e la stigmatizzazione dell’HIV – ma nonostante i miglioramenti, il programma inciampa in una superficialità di base che non permette mai davvero di sensibilizzare chi guarda. Il caso eclatante è stato quello di Marco Bellavia, ex star di Bim Bum Bam oggi mental coach, entrato nella casa per poter parlare apertamente della sua depressione e possibilmente, normalizzare in prima serata su canale nazionale, una tematica che ancora tendiamo a prendere sottogamba. Ma a quanto pare al GFVIP non c’è spazio per la salute mentale: Bellavia ha detto addio al programma in seguito alle continue battutine, pressioni, e frasi pressapochiste che non hanno fatto altro che ridicolizzare una realtà concreta ma non sufficientemente visibile all’occhio meno preparato, tanto da sminuirla.

Se una persona ha bisogno e gli altri 22 la aiutano ce la farà. Da solo non ce la fa” ha dichiarato Bellavia, ma il resto dei concorrenti ha reputato la sua presenza un “peso”: dall’influencer Daniele del Moro che accusa Bellavia di “farlo di proposito” a Patrizia Rossetti che dice “se sta male non doveva venire al GF ma se ne doveva stare a casa. Se sta così va in psichiatria”. Ferruzzi lo manderebbe alla “neurodeliri” e Ginevra Lamborghini commenta “Per me ti meriti di essere bullizzato, te lo meriti”. Bollato come “frignone”, “ridicolo”, “pazzo”, “malato” e “scemo”, Bellavia è stato costretto ad allontanarsi dal gioco per preservare emozioni che ancora faticano ad integrarsi in un reality show. Non fingiamoci troppo sorpresi: parliamo di un programma che strumentalizza a tavolino anche la tematica più delicata, e se portare sul palco personaggi come Ferruzzi o Ciacci può avere anche effetti positivi su chi guarda, il caso di Bellavia dimostra tutti i limiti di un’operazione così calcolata: piuttosto che sensibilizzare concorrenti e spettatori, si preferisce togliere dai piedi la parte lesa, troppo pesante e scomoda per stare al gioco. L’uscita di scena di Bellavia ha generato una risposta accesa e indignatissima da parte dei social, incluso lo sponsor Amica Chips che ha preferito dissociarsi dal programma in quanto “sinonimo di amicizia, condivisione, integrazione, e non fautori né sostenitori di ciò che i protagonisti fanno e dicono”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Notizie Audaci (@notizieaudaci)

Sto leggendo tante cose, troppe, ricordate che dietro a tutto ciò c’è mio figlio, un ragazzino di 15 anni” interviene Elena Travaglia, ex moglie di Bellavia “Marco è una brava persona, forse troppo sensibile, e ha chiesto aiuto varie volte nella casa ma nessuno l’ha aiutato. A me hanno insegnato di aiutare le persone in difficoltà, non di sotterrarle”. Nel suo messaggio di supporto, Travaglia ha anche pubblicamente ringraziato Antonella Fiordelisi, influencer e sportiva di scherma, unica tra i concorrenti ad aver manifestato vicinanza e ascolto a Bellavia: “È stata forse l’unica concorrente della casa ad aver dimostrato un minimo di empatia verso il dolore di Marco, cercando di sensibilizzare gli stessi coinquilini, con scarsi risultati” commenta Travaglia.

Poco prima dell’uscita di scena, Signorini aveva dichiarato in prima serata di voler approfondire la situazione di Bellavia: “Tutto lo staff vuole andare più a fondo su questo disagio espresso a Marco Bellavia” dice Signorini, “Ha bisogno dal suo punto di vista di un aiuto. Avremo modo di analizzare a dovere questo disagio. Perché se fossee legato ad una patologia più seria, cercheremo di capire cosa può aiutarlo in questo momento”. Nonostante le buone intenzioni, la sensazione è ancora quella di dover maneggiare un “capriccio”, di indagare sulle emozioni di qualcun altro e prenderle sotto gamba finché non vengono confermate e validate su carta scritta. Perché se è vero, come dice Signorini che “Le regole del gioco attengono alla superficie” anche un programma leggero e disimpegnato diventa specchio riflesso dei retaggi culturali di un paese – che ancora dopo tre anni di pandemia globale – fatica a tenere una conversazione preparata su un dolore che non sia solo fisico.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Francesca Pascale e l’addio a Paola Turci: “Un grande dolore, ho deciso io di allontanarmi. Berlusconi incancellabile”

News - Redazione 20.7.24
Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24
Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: "Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico" - Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella - Gay.it

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: “Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico”

Culture - Redazione 18.7.24
B&B rifiuta coppia omosessuale a Busca in provincia di Cuneo

B&B di Busca che rifiuta omosessuali scovato da Gay.it: Booking.com non elimina l’annuncio, la titolare fornisce nuove versioni omofobe ai quotidiani

News - Giuliano Federico 16.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran - cover 1 - Gay.it

Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran

Culture - Federico Colombo 20.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Chemsex testimonianza di Filippo

Sono un utilizzatore di chemsex, la testimonianza (VIDEO)

Corpi - Daniele Calzavara 23.4.24
Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche - Sanremo 2025 - Gay.it

Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche

Culture - Federico Boni 15.2.24
Bacio tra Letizia Petris e Perla Vatiero

Grande Fratello, scatta il bacio tra Letizia Petris e Perla Vatiero: guarda il video

Culture - Luca Diana 21.3.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Gabriel Garko: "Etero o gay gli attori non devono recitare sé stessi ma interpretare un personaggio diverso da loro" - Gabriel Garko 1 - Gay.it

Gabriel Garko: “Etero o gay gli attori non devono recitare sé stessi ma interpretare un personaggio diverso da loro”

Culture - Redazione 28.3.24
Baby Reindeer, chi è Richard Gadd, comico queer che ha creato la serie Netflix del momento? - baby reindeeruniversal base na 02 zxx - Gay.it

Baby Reindeer, chi è Richard Gadd, comico queer che ha creato la serie Netflix del momento?

Serie Tv - Redazione 23.4.24
Baby Reindeer, Cardi B accusata di omofobia: "Ci sono uomini che scoprono di essere gay dopo uno stupro" - baby reindeer cardi b - Gay.it

Baby Reindeer, Cardi B accusata di omofobia: “Ci sono uomini che scoprono di essere gay dopo uno stupro”

News - Redazione 30.4.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24