CICCIOLINA: “NON CHIEDO PERDONO E INIZIO UNA SECONDA VITA”

L’ex pornostar si racconta e dichiara: “Sono a favore di una legge che tuteli gli omosessuali”

Intervistare Ilona Staller, non è roba da tutti i giorni, pensavo mentre mi recavo all’appuntamento . Ho immaginato una mangiatrice di uomini, di serpenti e cavalli, – e chi ha visto i suoi film, sa di cosa parlo – quando eccola materializzarsi davanti a me. Rossetto fucsia, capelli biondo platino, occhi azzurri maliziosi, seno ben in evidenza. Tornano in mente le immagini del suo seno scoperto in parlamento. Prima di poterla intervistare, me la gusto seduta sul divano di Luciano Rispoli e del suo ‘Tappeto Volante’, pronta a presentare la sua autobiografia, edita da Mondadori, dal titolo ‘Per amore e per forza’. Un’adolescenza di povertà in Ungheria, il lavoro in un albergo lussuoso della capitale come cameriera. Poi assoldata dai servizi segreti per irretire uomini d’affari e ministri stranieri e fotografare documenti importanti. Cicciolina parla di una ragazzina ingenua che impaurita ed incuriosita, non sa resistere al fascino di una vita ricca e lussuosa. Finito il programma, arriva il momento dell’intervista. Ma dice che è stanca, che forse è meglio rimandare. Panico! Non mollo e mi ritrovo nella sua macchina.

Com’è nata l’idea di scrivere un’autobiografia?

Sentivo il bisogno di raccontare tutta la mia vita, iniziando dai miei avi fino agli ultimi avvenimenti che ho vissuto.

E’ da tanto che desideravi realizzare una tua biografia?

Si. Ogni volta mi dicevo: ”inizio a scriverlo”. Poi arrivavo al punto del libro che riguardava il mio matrimonio, sentivo il classico cazzotto nello stomaco e rimandavo.

Ti crea ancora tanta difficoltà parlare del tuo matrimonio?

E’ un argomento scottante, soprattutto i 14 anni di cause legali che ho dovuto affrontare. Non mi va proprio di parlarne.

Dal tuo matrimonio è nato un bambino. Ludwig, ora ha 14 anni. Sa che lavoro faceva sua madre?

Ti suggeriamo anche  Tutti i segreti di Stephanie Glitter, makeup artist in drag

Sa tutto di me. E’ un ragazzino molto intelligente.

Eppure non deve essere facile accettare che la propria madre lavorasse nel mondo del porno

Lui mi ama in maniera incondizionata per quello che sono, mi adora e mi vuole bene.

Che tipo di madre sei?

Una mamma molto presente. Amo Ludwig, l’ho voluto da subito ed è la cosa più grande e bella che abbia fatto.

Come si diventa pornostar?

Sono stati gli eventi a portarmi nel mondo del porno. Però non posso raccontare tutto, altrimenti poi non leggete il libro.

Parliamo un po’ dei tuoi genitori

Erano cattolici.

Non avranno fatto salti di gioia nel saperti pornodiva.

Alla fine mia madre l’ha accettato. Mi ha sempre sostenuta e ha rispettato le mie scelte. Ha lasciato che facessi ciò che mi rendeva felice.

Hai turbato le fantasie degli italiani, ma nella vita di tutti i giorni il tuo rapporto con gli uomini com’è?

Sto cercando ancora il mio uomo ideale. Non vuol dire che non faccio sesso, ma che mi piacerebbe avere un compagno con cui condividere la vita di tutti i giorni.

Nella tua vita c’è stata anche la politica. Ti manca?

Mi mancherebbe se potessi fare politica dicendo ciò che penso. Ma non mi manca se penso che rimettendomi a fare politica non potrei dire la mia. Non ce la faccio a tenermi dentro ciò in cui credo.

Riccardo Schicchi è stato quello con cui hai costruito il personaggio Cicciolina, iniziando a dare scandalo. Oggi i tuoi rapporti con lui come sono?

Ti suggeriamo anche  Monica Cirinnà: "Prossime battaglie? Adozioni e matrimoni gay"

Lui vive la sua vita ed io la mia.

Vallettopoli ha dimostrato che la gente è sempre pronta a giudicare, mentre nella vita privata non assume comportamenti così morali. Tu cosa ne pensi?

A parte ciò che ho sentito in televisione, non so nulla. Ognuno è libero di gestirsi la propria vita come meglio crede.

In uno dei tuoi film porno hai fatto sesso con Moana Pozzi.

Sì, e mi sono trovata in forte imbarazzo. Ricordo che il regista mi diceva che sarei dovuta stare sotto e lei avrebbe dovuto baciarmi. Ero molto a disagio perché eravamo molto amiche.Ammiro le donne che si amano. E’ un amore ed una complicità che non trovi in una coppia eterosessuale

C’è una donna che hai amato o con cui hai fatto sesso?

Ammiro le donne che si amano. Una volta uscendo dal cinema ho visto due ragazze che si abbracciavano e baciavano in un modo tenerissimo. Un amore ed una complicità che difficilmente trovi in una coppia eterosessuale.

Hai realizzato anche film in cui due uomini facevano sesso?

Io ho visto due uomini fare sesso tra di loro, ma di cosa vuoi che mi scandalizzi io!

E la storia del serpente?

Il serpente mi è sempre piaciuto, mi colpisce il suo valore simbolico, quello attribuitogli dalla Bibbia come rappresentazione del peccato.

Ti piaceva tanto da farci sesso?

Non si riesce a fare sesso con il serpente. Lo mettevo sul mio corpo, lasciavo che strisciasse sulla mia pelle e sulle parti intime, ma da qui a farci sesso…

Tutte leggende metropolitane?

Si raccontava anche di miei rapporti sessuali con i cavalli. Ovviamente è tutto falso.

Ti suggeriamo anche  P!nk e le eterne domande sulla sua sessualità: "Non lo so nemmeno io"

Hai mai pensato che quello che stavi facendo era sbagliato?

Tutto quello che ho fatto l’ho fatto per amore e per forza. Bisognerebbe leggere il libro per capire.

Nella presentazione del libro c’è scritto che non hai smesso di inseguire i tuoi sogni. Quali?

Ho molti sogni nel cassetto, però non posso raccontarli altrimenti non si avverano.

Quale grande sogno hai realizzato?

Aver vinto la causa per l’affidamento di mio figlio. E’ la mia vittoria più grande.

All’inizio del tuo libro una frase recita:”molti peccati le saranno perdonati, perché molto ha amato” dal Vangelo di S. Luca. Credi nel perdono divino?

E’ una frase che trovo esatta, perché ho amato molto, anche senza essere ricambiata.

Sei molto cattolica, ma la Chiesa non è vicina a chi ha fatto la pornostar. La stessa chiusura ce l’ha nei confronti di gay e coppie di fatto.

Io sono a favore di una legge che tuteli gli omosessuali. Queste persone esistono, è una realtà che esiste.

Credi che Dio conceda il perdono ad una pornostar?

Non chiedo perdono. La mia vita è sempre stata alla luce del sole. In più è dal 1989 che non faccio più film. Oggi sono un ex-pornodiva, una ex-parlamentare, un ex-moglie, ed ho davanti una seconda vita.

Cosa ti rende felice?

Vedere la gente sorridere e poter credere che un giorno nessuno sarà più afflitto dalla povertà.

Cosa ti rende triste?

Sono sagittario, e pare che questo sia il mio anno fortunato. Spero quindi di essere triste il meno possibile. Bisogna godere delle cose più semplici della vita e andare oltre le cattiverie degli altri.

di Michele Sabia