Potremo interpretare personaggi trans nel nuovo videogioco di Harry Potter, in barba a J.K. Rowling

Le persone al lavoro sul videogioco Hogwarts Legacy, ambientato nel mondo di Harry Potter, si oppongono alla transfobia di J.K. Rowling introducendo personaggi transgenere.

Nel videogioco Hogwarts Legacy di Harry Potter sarà possibile interpretare un personaggio trans
3 min. di lettura

Hogwarts Legacy, il prossimo videogioco ambientato nel mondo creato da J.K. Rowling per la sua serie di romanzi Harry Potter, permetterà di interpretare personaggi transgenere. Un bello schiaffo all’autrice dei romanzi originali, che negli ultimi tempi si è fatta conoscere proprio per la sua crociata contro i diritti delle persone transgenere.

Hogwarts Legacy è parte dell’etichetta Portkey Games, in cui Warner Bros. raggruppa tutti i videogiochi legati al mondo di Harry Potter. Annunciato a settembre dell’anno scorso, Hogwarts Legacy si presenta come il più grande progetto videoludico ispirato a questa ancora vendutissima serie di romanzi: un videogioco di ruolo (quindi basato sulla crescita del personaggio) a esplorazione libera (open-world) ambientato nella scuola inglese di magia di Hogwarts nel diciannovesimo secolo. Come in molti videogiochi di questo genere, potremo creare liberamente il nostro personaggi principale all’inizio dell’avventura, e a quanto pare sarà possibile avere anche personaggi esplicitamente transgenere.



La notizia proviene da Jason Schreier, reporter di Bloomberg specializzato in videogiochi. Per quanto Schreier sia considerato un personaggio controverso nel mondo del giornalismo videoludico, i suoi reportage sono spesso (oseremmo dire “sempre”) assai ben documentati e offrono importanti dettagli sullo sviluppo dei videogiochi e sulla vita delle persone che ci lavorano.

Secondo quanto raccontato a Schreier da “persone vicine allo sviluppo del videogioco,” Hogwarts Legacy permetterà di scegliere indipendentemente voce (maschile o femminile), corpo e genere del proprio personaggio principale. Sarebbe quindi possibile avere per esempio un personaggio che ha un corpo tradizionalmente maschile, una voce tradizionalmente maschile e che si identifica come donna. Come sapete se conoscete la serie di Harry Potter, i dormitori della scuola di magia di Hogwarts sono divisi in camerate per le ragazze e camerate per i ragazzi, e il genere scelto servirà anche ad assegnare il personaggio a uno dei due dormitori (oltre a definire come gli altri personaggi si riferiranno a noi). Questo vuol dire che le streghe transgenere di Hogwarts Legacy potranno entrare nel dormitorio delle ragazze (come dovrebbe essere), mentre uno dei capisaldi della campagna anti-trans di Rowling è proprio l’esclusione delle donne trans dagli spazi destinati alle donne (per esempio, dai bagni). Non sarebbe invece presente alcuna opzione indirizzata al non-binarismo di genere.

Questo non risolve, naturalmente, tutti i problemi di Hogwarts Legacy. Di recente il giornalista Liam Robertson ha fatto notare che uno dei leader dello studio di sviluppo, Troy Leavitt, ha in passato pubblicato su YouTube decine di video anti-femministi. E il videogioco è comunque basato sull’opera di J.K. Rowling e comunque contribuirà ad accrescerne e definirne fama e potere, che lei ha deciso di usare per la sua lotta contro i diritti delle persone transgenere. Il mondo di Harry Potter resta ancora strettamente (ed economicamente) legato alla sua autrice originale. Le posizioni di Rowling hanno però infastidito alcune delle persone che stanno lavorando a Hogwarts Legacy (come raccontato in passato sempre da Bloomberg), che hanno allora risposto spingendo perché il gioco fosse il più inclusivo possibile. E l’editore del gioco, Warner Bros., ha assicurato che Rowling non è “direttamente coinvolta” nella creazione di questa opera, pur difendendo il suo diritto di esprimere le sue opinioni transfobe.

Hogwarts Legacy di Avalanche Software e Warner Bros. Interactive Entertainment è stato di recente rinviato al 2022 (doveva originariamente uscire nel 2021) e dovrebbe essere disponibile per PC e console PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One e Xbox Serie X e Xbox Serie S. Come abbiamo visto ci sono ancora parecchi motivi per non supportare un simile progetto e manca ancora tanto alla sua uscita, quindi non è neanche possibile sapere con sicurezza se questa caratterizzazione inclusiva del personaggio principale sarà davvero presente nel prodotto finito. Lo sviluppo di un videogioco è raramente un percorso lineare. Ma vedere uno studio di sviluppo provare a inserire personaggi trans all’interno del mondo eteronormativo (ah no scusate, Silente è gay… giusto… tutto risolto) e cisnormativo di Rowling dà comunque una certa soddisfazione.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele - Will ill e Harper - Gay.it

Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele

Cinema - Redazione 22.1.24
stati-uniti-ban-terapie-affermative

Stati Uniti, continuano i ban alle terapie affermative per i minori: 100.000 lǝ adolescenti abbandonatǝ a loro stessǝ

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23
American Idol, Amari racconta la sua storia di donna transgender e commuove Katy Perry (VIDEO) - American Idol - Gay.it

American Idol, Amari racconta la sua storia di donna transgender e commuove Katy Perry (VIDEO)

Musica - Redazione 20.3.24
Trace Lysette (ELLE)

Con o senza Oscar, Trace Lysette ha già vinto per la comunità trans*

Cinema - Redazione Milano 5.1.24
Erika Hilton è la seconda deputata trans del Brasile.

“Avete il potenziale per cambiare”, così parla Erika Hilton, deputata trans* del Brasile

News - Redazione Milano 5.12.23
Castel Volturno: gruppo di donne trans schiavizzava e sfruttava altre ragazze trans

Un gruppo di donne trans schiavizzava altre ragazze trans: 11 arresti

News - Francesca Di Feo 28.3.24
Triptorelina, prima di accedervi bisognerà sottoporsi a una terapia riparativa? - triptorelina terapia riparativa 1 - Gay.it

Triptorelina, prima di accedervi bisognerà sottoporsi a una terapia riparativa?

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24