Video

Il Blue Christmas transgender di Dylan Mulvaney è una bomba

Malinconica e inebriata di eros, in uno di quei bar dalle luci basse, dove intorno al biliardo, tra fumo e whiskey, siamo soliti vedere il rito patetico e tradizionale dei maschi che si sfidano a chi ha rimorchiato più donne.

ascolta:
0:00
-
0:00
3 min. di lettura

Diciamo subito due cose su questo video pazzesco: Dylan Mulvaney dopo aver fatto a pezzi lo stereotipo della birra americana maschia per eccellenza – il famoso spot in cui ella è stata comunque pagata dal marchio della birra e che le è costata un’ondata di transfobia da far rabbrividire – e dopo aver disinnescato la transfobia nello sport USA – il famoso spot in cui ella è stata pagata dal marchio degli indumenti sportivi per eccellenza! – ora per Natale Dylan ci regala una cover stupenda di una canzone iconica per il maschio triste americano e ubriacone. La troviamo così, malinconica e inebriata di eros, in uno di quei bar dalle luci basse, dove intorno al biliardo, tra fumo e whiskey, siamo soliti vedere il rito patetico e tradizionale dei maschi che si sfidano a chi ha rimorchiato più donne.

Qui si ribalta tutto! La donna è una donna trans ed è lei che rimorchia un maschio, che è un ragazzo trans. E cosa canta? La canzone triste di Elvis Presley per Natale: genio!

Insomma siamo già pazzə della versione pubblicata da Dylan Mulvaney di una cover della nota e malinconica canzone natalizia di Elvis Blue Christmas. “Sapevo di voler creare qualcosa di speciale per il Natale“, ha detto Mulvaney a Them, “ma dopo un anno così tumultuoso, non mi sentivo incline a creare qualcosa di totalmente positivo e camp“.

Ne esce una magnifica versione del classico blues, che – a volerla vedere sul piano squisitamente politico – indurrà le persone LGBTQIA+ americane a riflettere sull’ondata di leggi transfobiche e anti-LGBTQIA+ americane, recentemente condannate anche dall’ONU.

Possiamo anche dire che Blue Christmas, sin dal titolo, è una struggente canzone che racconta quanto il Natale possa essere triste per chi soffre di solitudine e il pensiero, dopo la versione di Mulvaney, va certamente al significato che questa festa assume per tante persone queer che si ritrovano sole o – alla meglio – intrappolate in riti familiari che tendono a invisibilizzarle, o addirittura a emarginarle.

Personalità dirompente su TikTok, Dylan Mulvaney è originaria di San Diego, fashion influencer e attivista, racconta sui network il proprio percorso di transizione in una deliziosa narrazione di gioie, timori, dubbi, alti, bassi, sconfitte e vittorie. Cadute e risalite.

@dylanmulvaney My cover of Blue Christmas will be out on all music streaming platforms tonight at midnight 🤍 video tomorrow 🎙️#bluechristmas #cover #t4t ♬ original sound – Dylan Mulvaney

Quest’anno Dylan era stata travolta dall’odio transfobico via social, dopo che aveva accettato di promuovere due noti marchi, Nike e Bud Light. Lo scorso 1° aprile aprile Mulvaney aveva pubblicato un video promozionale vestita da Audrey Hepburn mentre sorseggiava la nota birra. E pochi giorni dopo, il 6 aprile, aveva pubblicato una foto indossando abbigliamento tecnico sportivo da donna del noto marchio di sneaker. Apriti cielo. “Penso di essere un bersaglio facile perché sono ancora nuova in tutto questo” aveva risposto Dylan in un podcast.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Dylan Mulvaney (@dylanmulvaney)

Recentemente inserita tra i 30 under 30 business icon più influenti del pianeta da Forbes, ora che è Natale, Dylan Mulvaney sgancia un’altra bomba di pace e amore. Il video di Blue Christmas, carico di eros, vede Mulvaney indossare un vestito blu, seduta sola e malinconica al bancone di un bar, quando un affascinante sconosciuto si avvicina. È lo scrittore, attore e modello transgender Kristofer Thomas. I due si annusano, iniziano a giocare a biliardo e il resto è schiuma di bollicine di champagne! O di birra?

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da kristofer thomas (@kristoferthomas)

 

Dylan Mulvaney – Blue Christmas (Elvis Presley)

Gentleman Caller: Kristofer Thomas
Director: Nick Laughlin
Music Production: Andrew Barret Cox
Director of Photography: Mark Simakosky
Editor: Hunter Boone
Hair: Zenobia
Makeup: Laurel Charleston
Custom Dresses: Ryan Seminara and Chiquititas
Filmed at Metropolitan

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roberto Bolle in vacanza con l'amato Daniel Lee e la sua famiglia - Roberto Bolle in vacanza con Daniel Lee e la sua famiglia - Gay.it

Roberto Bolle in vacanza con l’amato Daniel Lee e la sua famiglia

Culture - Redazione 11.7.24
Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24
Rita Pavone: "Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono" - Rita Pavone - Gay.it

Rita Pavone: “Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono”

Musica - Redazione 11.7.24

Hai già letto
queste storie?

x-politiche-deadnaming-misgendering

X reintroduce le politiche di moderazione contro deadnaming e misgendering

News - Francesca Di Feo 6.3.24
Prisma 2 Jacopo - Andrea Giammarino - Carriera Alias Gay.it

Prisma 2, Andrea Giammarino è Jacopo, ma anche un po’ sé stesso: la sua storia vera ha ispirato il suo personaggio

Serie Tv - Giuliano Federico 1.6.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
papa francesco e comunità lgbtq

Papa Francesco: “L’ideologia gender è diversa da omosessuali e transessuali, che devono essere accettati e integrati”

News - Redazione 3.5.24
Libri LGBT, cinque novità in libreria nella primavera 2024 - Libri LGBT primavera 2024 - Gay.it

Libri LGBT, cinque novità in libreria nella primavera 2024

Culture - Federico Colombo 8.5.24
donald-trump

Donald Trump: “Al 1° giorno da presidente niente più soldi per le scuole che sostengono le persone trans”

News - Redazione 21.6.24
Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese - Lucy Clark - Gay.it

Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese

Corpi - Redazione 2.2.24
Transgender triptorelina

Germania, approvata legge sull’autodeterminazione: “Le persone trans esistono e meritano riconoscimento”

News - Redazione 15.4.24