Il 25 maggio si vota per l’UE: Tsipras e M5S le liste più “friendly”

Mancano cinque giorni al voto per il Parlamento Europeo. Chi ha detto sì ai diritti lgbti?

Il 25 maggio si vota per l'UE: Tsipras e M5S le liste più "friendly" - cominciatu vigilia 1 - Gay.it
3 min. di lettura
Il 25 maggio si vota per l'UE: Tsipras e M5S le liste più "friendly" - cominciatu vigilia1 - Gay.it

A meno di una settimana dal voto, Arcigay fa il punto dei candidati alle Europee che si sono impegnati ufficialmente a favore dei diritti delle persone lgbt aderendo alla piattaforma Come Out di Ilga Europe in cui si innesta la campagna “Comincia tu” di Arcigay e Anddos .

Le liste
Al momento sono 144 i candidati italiani che hanno aderito l’elenco nome per nome ) ed è a lista L’Altra Europa con Tsipras quella che attualmente vanta il maggior numero di firmatari (45), seguita dal Movimento 5 stelle (37), che domina nelle Isole, dove sfiora l’en plein. Terzo il PD (35) che arranca in particolare nella circoscrizione Isole (1 sola
firmataria, Michela Stancheris) dove viene “battuto” anche da Verdi e Scelta Europea, mentre svetta nel Nord Ovest, con 12 adesioni (secondo dietro l’Altra Europa con Tsipras con 14 firmatari) e nel Nord Est, dove con 8 adesioni si assicura la vetta della classifica. Tra i candidati di Forza Italia, solo Alessandro Cecchi Paone , in corsa nella circoscrizione Sud, aderisce alla piattaforma Ilga, mentre Scelta Europea e Verdi giocano quasi alla pari con 14 firmatari nella lista dei liberali e 12 in quella ambientalista.

Il 25 maggio si vota per l'UE: Tsipras e M5S le liste più "friendly" - cominciatu vigilia2 - Gay.it

Le circoscrizioni
La circoscrizione che raccoglie più adesioni è quella del Nord Ovest (42 firme: 14 Tsipras, 12 Pd, 7 M5S, 5 Verdi, 4 Scelta Europea), seguita dal Centro (38 firme: 11 Tsipras, 10 M5S, 8 Pd, 6 Scelta Europea, 3 Verdi) e dal Sud (27 firme: 9 M5S, 9 Tsipras, 6 Pd, 1 Scelta Europea, 1 Verdi). A parità di candidati, il Nord Est raccoglie poco più della la metà dei firmatari della circoscrizione Nord Ovest (22 firme: 8 Pd, 6 Tsipras, 4 M5S, 1 Scelta Europea, 3 Verdi) mentre nelle Isole, dove le liste sono più corte per via di un minor numero di abitanti, si raccolgono 16 firme, con una classifica che stravolge tutte le altre: in testa il Movimento 5 stelle (7 firmatari), poi Tsipras (5), Scelta Europea (2), Verdi (1), Pd (1).

Il 25 maggio si vota per l'UE: Tsipras e M5S le liste più "friendly" - cominciatu vigilia3 - Gay.it

Il “Rainbow factor”
Interessanti anche i risultati del “rainbow factor”, ovvero il giudizio popolare degli internauti. Traducendo quei punteggi in preferenze, risulterebbero sicuramente eletti i Democratici Mercedes Bresso, Daniele Viotti, Elly Schlein, Brando Benifei, Cecile Kyenge, Pierantonio Panzeri, Alessandra Moretti, Salvatore Caronna; i liberali Rudi Russo (“mister preferenze” del sondaggio di Arcigay) e Andrea Rinaldi. Per L’Altra Europa con Tsipras passerebbero Camilla Seibezzi, Anna Lucia Bonanni, Marco Furfaro, Antonio Mazzeo, Alessandra Quarta, Claudio Riccio, Tommaso Fattori, Nazzarena Agostini. Per il M5S Rosa D’Amato, Paola Sobbrio e Francesco Attademo. Rainbow factor ai minimi storici nelle liste di centrodestra: Magdi Allam (Fratelli d’Italia), Iva Zanicchi, Clemente Mastella, Alessandra Mussolini (Forza Italia), Maurizio Lupi (Ncd), Matteo Salvini, Mauro Borghezio e Gianluca Buonanno (Lega Nord) si contendono la poco invidiabile palma del candidato “unfriendly”, classifica su cui si affaccia anche la Democratica Silvia Costa.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Alessandra Valeri Manera Cartoni animati queer

Addio ad Alessandra Valeri Manera, la resistente che ha combattuto per noi bambinə diversə

Culture - Giuliano Federico 24.6.24
Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
@milanopride

Perché il Milano Pride non ha madrine e padrini? Le comunità ebraiche queer ci saranno? Intervista

Lifestyle - Riccardo Conte 24.6.24
Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis - Tale e Quale Show 2024 - Gay.it

Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis

Culture - Redazione 24.6.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
Jonathan Bailey per @orlebarbrown

Jonathan Bailey, chi è l’attore gay sulla bocca di tuttə?

Culture - Luca Diana 22.6.24

Hai già letto
queste storie?

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunità LGBTQIA+ - Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunita LGBTQIA - Gay.it

Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunità LGBTQIA+

Culture - Redazione 8.3.24
Elliot Page denuncia la “devastante” eliminazione dei diritti LGBTQIA+ in tutto il mondo durante i Juno Awards (VIDEO) - Elliot Page 1 - Gay.it

Elliot Page denuncia la “devastante” eliminazione dei diritti LGBTQIA+ in tutto il mondo durante i Juno Awards (VIDEO)

News - Redazione 25.3.24
Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

2023, l’anno nero per i diritti LGBTQIA+ negli Stati Uniti d’America

News - Redazione 27.12.23
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
report-amnesty-diritti-umani

Preoccupante regressione dei diritti umani, tra cui quelli LGBTQIA+, a livello globale: il desolante report di Amnesty International

News - Francesca Di Feo 29.4.24
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

News - Redazione 11.1.24
cgil-tesseramento-alias

Anche CGIL apre al tesseramento alias: “L’accoglienza delle tante diversità non è un qualcosa di facoltativo, ma necessario”

News - Francesca Di Feo 21.1.24