Attese infinite per il processo di transizione: ragazzo trans 18enne si suicida

Un'attesa snervante, che alla fine ha condotto al suicidio.

transizione
2 min. di lettura

Jayden (originariamente Jessica) è un ragazzo che fin da piccolo capisce di non sentirsi se stesso nel corpo di una ragazza. Capisce quindi di essere transgender. I genitori lo sostengono, e quando ha 15 anni, si recano alla Tavistock and Portman center di Londra, una delle poche cliniche specializzate nella disforia di genere. Qui, Jayden dovrebbe iniziare il suo processo di transizione, per essere un ragazzo. Jessica diventa quindi Jayden, e assieme ai genitori si prepara a un periodo duro, fatto anche di attese. Attese che però aumentano sempre di più. 

Avendo 15 anni, al primo incontro viene inserito nella categoria “bambini” e i medici lo informano che il tempo di attesa è di due anni, viste le numerose richieste che stanno affrontando. I due anni passano, e Jayden ha 17 anni, ma non ha ancora iniziato la transizione. Ma a questa età, non rientra più nella categoria bambini e passa alla lista riservata alle persone adulte. Più lunga, perché il tempo di attesa arriva a sei anni. 

La depressione e il disagio di Jayden per la sua transizione

Jayden scrive nel suo diario:

Non è possibile chiedere a due genitori di accettare un figlia trans.

E spiega alla madre che:

Non posso continuare a vivere così.

Il disagio non è solamente suo, ma anche dei genitori, che non possono sopportare la situazione del proprio figlio. Ed è per non dover aspettare ancora, che Jayden fa una ricerca in internet, e scopre una clinica che fornisce i medicinali in tempi rapidi. Non hanno una sede fisica, infatti gli incontri avvengono tramite Skype, e non sono certo economici.

La clinica si chiama Gender GP, gestita da Helen e Mike Webberley, e la loro terapia per curare la disforia di genere prevede la somministrazione di ormoni uniti a triptorelina e calmanti. Tre visite la settimana, ognuna a 35 euro, più 90 euro di medicinali ogni mese, che i sedicenti dottori inviano a casa. La cura sembra funzionare, e Jayden inizia a vedere gli effetti: barba, mestruazioni quasi scomparse e tratti maschili. Anche il suo stato psichico migliora, essendo felice e finalmente a suo agio in quel che sarà il suo nuovo corpo.

Ma poi iniziano i problemi

Jayden inizia però ad avere mal di testa fortissimi e dolori atroci allo stomaco. I genitori lo portano immediatamente in ospedale, e il risultato degli esami non da buone notizie: il dosaggio di triptorelina (il farmaco che rallenta lo sviluppo nel periodo della pubertà) ha danneggiato gli organi interni. Jayden deve interrompere immediatamente la terapia, altrimenti sarebbe morto.

L’ennesima batosta per il ragazzo, che non può più continuare il processo di transizione. La delusione è talmente forte che decide di andarsene, gettandosi sotto un treno a Meldreth, vicino Cambridge. Era il 2018. Ad oggi, i medici della Gender GP sono a piede libero, ma si sono trasferiti in Spagna per continuare il loro “lavoro”. Nel Regno Unito, invece, sono indagati.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24
Ragazzo marocchino gay trovato morto in casa di accoglienza dopo respinta della domanda di asilo

Respinta richiesta di accoglienza per omosessualità, ragazzo marocchino trovato morto

News - Redazione Milano 4.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Douglas Carolo (foto TikTok di Carolo), Michele Caglioni (foto Instagram Caglioni), Andrea Bossi (foto TikTok)

Cosa c’era nel cellulare di Andrea Bossi, e peché Douglas Carolo e Michele Caglioni l’avrebbero distrutto?

News - Redazione Milano 4.3.24
I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming - Film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 4.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24

Hai già letto
queste storie?

Transgender triptorelina

Giovani trans* e gender diverse: la scienza difende l’impiego di triptorelina: “Basta disinformazione”

Corpi - Francesca Di Feo 31.1.24
A Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi - Carlotta Cosmai a norma 2 - Gay.it

A Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi

Cinema - Federico Boni 21.11.23
transgender Harli Marten su Unsplash

Pazienti trans e gender diverse: le 10 Raccomandazioni Assisi per un’oncologia più inclusiva

Corpi - Francesca Di Feo 21.10.23
tdor-2023-torino

TDOR Torino 2023: “Marciamo per noi stessə, per chi non può farlo e per chi non c’è più”

News - Francesca Di Feo 13.11.23
tdor italia 2023 dati odio transfobico

TDOR, l’Italia è il paese con più crimini verso persone trans* in Europa insieme alla Turchia

News - Redazione Milano 20.11.23
Frankenstein Guillermo del Toro

Una lettura mostruosa dei corpi queer

Culture - Federico Colombo 31.10.23
studio-persone-transgender-gender-non-conforming

Le terapie di affermazione di genere migliorano la qualità della vita del 98% delle persone transgender e gender non conforming

Corpi - Francesca Di Feo 27.2.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24