L'”Urlo” di Ginsberg, da poema visionario a visione poetica

Il capolavoro poetico di Allen Ginsberg diventa un affascinante film sperimentale da fine agosto al cinema. James Franco incarna il guru gay della beat generation con un'interpretazione da Oscar.

L'"Urlo" di Ginsberg, da poema visionario a visione poetica - urlofilmBASE - Gay.it
3 min. di lettura

L'"Urlo" di Ginsberg, da poema visionario a visione poetica - urlofilmF1 - Gay.it

Il poema visionario diventa visione poetica: è davvero un affascinante e insolito "oggetto" cinematografico, questo Urlo dei valenti documentaristi Rob Epstein e Jeffrey Friedman in uscita per Fandango il 27 agosto. Rappresenta il tentativo riuscito di traslare in immagini quel caposaldo fondativo della cultura beat che è il magistrale poema Howl, per l’appunto Urlo, del guru Allen Ginsberg, anima gay del movimento, che col compagno di vita Peter Orlovsky, scomparso il 30 maggio scorso, formava un’ammirata coppia "che bruciava d’amore e poesia" come la definì Fernanda Pivano, sodale eco italiana della beat generation. Fu proprio lei a tradurre L’Urlo e altri poemi nel 1964 per Mondadori (oggi si può trovare Urlo in edizione tascabile Saggiatori insieme a Kaddish, il toccante lamento funebre dedicato alla madre di Ginsberg morta in manicomio).

L'"Urlo" di Ginsberg, da poema visionario a visione poetica - urlofilmF2 - Gay.it

"Ho visto le menti migliori della mia generazione distrutte da pazzia, affamate, isteriche, nude, trascinarsi per strade negre all’alba in cerca di una pera di furia". Così inizia questo lirico distillato lisergico nato sotto effetto di sostanze psicotrope ma più lucido e creativamente ispirato che mai, vero atto d’accusa nei confronti della voracità matrigna del sistema capitalistico statunitense, definito senza mezzi termini "Moloch", responsabile dell’incipiente fallimento dell’illusorio sogno americano. Ma si tratta anche di una profonda ricerca espressiva sempre ai margini del delirio psicotico, una ballata vibrante e psichedelica dove realtà e immaginazione, razionalità e follia diventano humus indistinguibile di una straordinaria vena poetica borderline: la terza parte di Howl è indirizzata a Carl Solomon, conosciuto nell’ospedale psichiatrico di Rockland dove fu ricoverata la madre di Ginsberg, a cui confida il dolore straziante provocato dal disagio mentale.

L'"Urlo" di Ginsberg, da poema visionario a visione poetica - urlofilmF3 - Gay.it

Incentrato sul processo per oscenità che scandalizzò l’America più benpensante e puritana, affrontato nel 1957 da Lawrence Ferlinghetti, editore di Ginsberg, Urlo è strutturato su tre diversi piani narrativi intrecciati fra di loro: la figura dell’autore che legge per la prima volta il poema nella Six Gallery di San Francisco e in un secondo tempo viene intervistato; il processo con cinquanta intellettuali pronti a difenderlo e un’insegnante d’inglese (Mary-Louise Parker) che reputa il poema osceno; la rappresentazione onirica del poema stesso, sotto forma di sofisticate animazioni orwelliane realizzate dal talentuoso graphic-novelist newyorchese Eric Drooker.

L'"Urlo" di Ginsberg, da poema visionario a visione poetica - urlofilmF4 - Gay.it

Per incarnare il poeta beat, non poteva essere scelto meglio James Franco (Milk), che mette tutto se stesso in un’interpretazione da Oscar, abilissimo com’è nel ricreare l’eloquio trascinato di Ginsberg, la sua foga disperatamente speranzosa, lo sguardo che si illumina inquieto al primo guizzo creativo. Le storie sentimentali gay di Ginsberg – Neal Cassady è Jon Precott mentre Peter Orlovsky ha il volto di Aaron Tveit – sono poco più che accennate e risultano solo uno stimolo di fondo al processo di creazione poetica dell’artista.

L'"Urlo" di Ginsberg, da poema visionario a visione poetica - urlofilmF5 - Gay.it

Se lo spettatore riuscirà a immergersi nel flusso a tratti ipnotico delle immagini, potrà realmente vivere un fantasmagorico viaggio alle radici del concetto di ispirazione in grado di rendere sullo schermo quello spirito libertario ma anche dolente che caratterizzò la controcultura beat, la cui produzione letteraria rappresentò il più incisivo grido di autoaffermazione, anzi urlo, contro il conformismo imperante negli anni ’50.

Da vedere assolutamente.

Clicca qui per visitare il sito ufficiale del film

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24

Leggere fa bene

"Queendom", la performer russa Gena Marvin esempio di resistenza al potere di Putin - gena marvin - Gay.it

“Queendom”, la performer russa Gena Marvin esempio di resistenza al potere di Putin

Cinema - Lorenzo Ottanelli 10.1.24
I film LGBTQIA+ della settimana 29 gennaio/4 febbraio tra tv generalista e streaming - film lgbt - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 29 gennaio/4 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 29.1.24
The People's Joker (2024)

Joker transgender è reale! Guarda il trailer della rivoluzionaria parodia di Vera Drew, VIDEO

Cinema - Redazione Milano 7.3.24
Andrew Scott in Estranei (2023)

Estranei è molto più di una storia d’amore gay

Cinema - Riccardo Conte 27.2.24
Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024 - Teddy Award 2024 film - Gay.it

Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024

Cinema - Federico Boni 22.2.24
American Fiction, la critica applaude lo Sterling K. Brown gay nella commedia di Cord Jefferson - American Fiction - Gay.it

American Fiction, la critica applaude lo Sterling K. Brown gay nella commedia di Cord Jefferson

Cinema - Redazione 17.1.24
Inside Out 2, la protagonista Riley è queer? Video - Inside Out 2 - Gay.it

Inside Out 2, la protagonista Riley è queer? Video

Cinema - Redazione 11.3.24
Ilary Blasi, Unica

Ilary Blasi e il suo revenge docufilm: la recensione di “Unica”

Cinema - Luca Diana 26.11.23