Leopoldo Mastelloni: “Finitela di ridicolizzarvi alle vostre unioni civili”

L'omofobia in tv, quella nella vita privata, ma anche il Pride, le adozioni, i momenti down e quelli da incorniciare. Fermi tutti: parla Leopoldo Mastelloni.

Leopoldo Mastelloni: "Finitela di ridicolizzarvi alle vostre unioni civili" - mastelloni - Gay.it
5 min. di lettura

Da Leopoldo Mastelloni, detto tra noi, mi aspettavo un passo falso. Uno di quei passi che avrebbe fatto impazzire il popolo del web e, invece, mi sbagliavo di grosso.

O forse non del tutto. «Sa qual è la verità?» mi domanda, in modo più che retorico, l’attore che tra tre settimane compierà 72 anni, «che se io, ad un’intervista, non rispondessi come il giornalista avrebbe voluto, la mia risposta sarà, comunque, quella che il giornalista avrebbe voluto sentirsi dire. Allora, talvolta, preferisco star zitto.» Invece, il Maestro del Teatro italiano, durante la nostra conversazione non sta affatto zitto e parla, senza freni inibitori, del Gay Pride, di adozioni, di omofobia, dell’omofobia provata sulla sua pelle e di quella che si vive in televisione, ma anche di Mara Venier e di quella volta in cui andò su tutte le furie.

Di me si può fidare…

Me lo auguro, soprattutto per me.

È da un po’ che non la si vede in giro. Posso chiederle il perché?

Il teatro è fermo, anzi: è proprio morto! Il pubblico non va più a vedere nulla e le repliche non superano mai i due, tre giorni. Di proposte me ne arrivano tante, ma poi, quelle che si concretizzano, son davvero poche. Lavorano sempre quei quattro, cinque che hanno i famigerati “amici giusti”. La televisione, invece, è strana. Ci sono volte in cui sei indispensabile e, molte altre, in cui non servi a niente. Evidentemente in questo momento non c’è più bisogno di me. 

Da come parla sembra che nutra un po’ di nostalgia per la televisione…

A me manca molto. E poi, se proprio devo dirla tutta, mi manca ancor di più quando vedo, e sento, personaggi improbabili parlare di argomenti o di persone che non conoscono e che non hanno mai conosciuto.

Un esempio?

Commemorano Mariangela Melato persone che non l’hanno neanche mai incontrata per errore. Quando io potrei raccontare tantissimi aneddoti visto che eravamo amici ancor prima di diventare personaggi noti. Lo stesso vale anche per il grande Carlo Dapporto. Tutti tuttologi da quando c’è internet. Leggono e ripetono proprio come pappagalli.

Leopoldo Mastelloni: "Finitela di ridicolizzarvi alle vostre unioni civili" - ArchivioWeb3 E a MASTELLONI465 - Gay.it

A proposito di posizioni cosa pensa del Gay Pride?

Sono stato martedì alla Gay Street di Roma. Ho fatto uno spettacolo/concerto, per il popolo gay, dal titolo: “Come tu mi vuoi”. Ho cantato per un’ora canzoni molto forti. È andata molto bene, il pubblico sembra essersi divertito, ma non c’era manco un amico o un collega a vedermi. Che delusione.

Beh, ma magari non l’han saputo, no?

Lo sapevano eccome. Passano le loro giornate sui social e ora vogliono farmi credere che non sapevano nulla del concerto? Suvvia. 

Però, ha tergiversato sul Gay Pride…

Cosa vuole che le dica? Ci sono già tante scocciature in questo mondo, perché mai me la dovrei prendere col Gay Pride? Penso che non ci dovrebbe essere né l’orgoglio, ne il “disorgoglio” della propria sessualità. Il gay è un qualcosa di indefinibile in fondo. Le tendenze sessuali sono variabili come il vento e poi sono cose private, ma non giudico chi va. Alla fine è una manifestazione che raccoglie tanti consensi. 

Ma c’è mai stato nella sua vita?

Io? Mai! Ma, se per questo, non sono neanche mai andato al Concertone del Primo maggio. A me quella folla fa paura e sa perché? 

No…

Perché spesso non si partecipa per convinzione, anzi. O ci si va perché obbligati da una tessera di Partito o perché non si ha una beneamata mazza da fare. Io, invece, non sono affatto così. Non mi piace scendere in piazza e preferisco da sempre concentrarmi di più in cabina elettorale. 

Leopoldo Mastelloni: "Finitela di ridicolizzarvi alle vostre unioni civili" - Leopoldo Mastelloni 1 by Gianluigi Di Napoli - Gay.it

L’attuale Legge Cirinnà le piace?

Sì, peccato che sia arrivata così in ritardo. Non mi piace, invece, la coreografia intorno alle unioni civili. 

Prego?

Non mi piace quest’ostentazione e questo continuo “scimmiottamento” dei matrimoni. Etero o gay che siano, naturalmente. Tutto quel folclore è un qualcosa di anacronistico. Non mi piacciono le donne che in comune si vestono come al matrimonio di Belén, così come non mi piacciono due uomini che si sposano con i mughetti attaccati, sul taschino, col riso. Trovo tutto così fuorviante. Prima, i matrimoni civili, si facevano con più discrezione. Una camicetta, una gonnellina, una cravatta e tutti carini, puliti e profumati. Oggi, invece, si sta ostentando un po’ troppo. Lasciamolo fare ad altri.

Tipo?

Alle starlette, in fondo devono pur uscire sui giornali, no?

Lei, invece, ci pensa mai all’idea di sposarsi?

A 72 anni, sposarsi, è un delitto! 

E all’idea di diventare padre?

Non ho mai smesso di pensarci, ma ho sempre avuto paura. Faccio un mestiere bellissimo, ma che è il più precario che c’è. Non sono libero. Non posso mai programmare nulla. Pensi che amo tantissimo gli animali, ma che per il rispetto che nutro nei loro confronti, non li ho mai voluti. Non si gioca con gli affetti. Alla fine, il mio più grande amore, è il pubblico. 

Leopoldo Mastelloni: "Finitela di ridicolizzarvi alle vostre unioni civili" - MG 0509 Edit - Gay.it

Pensa che due persone dello stesso sesso possano essere dei bravi genitori?

Sì, meglio con una coppia dello stesso sesso che in un orfanotrofio. Io sono favorevole persino alle adozioni per i single. 

Si parla sempre più spesso dell’omofobia. Lei l’ha mai vissuta sulla sua pelle?

Oggi c’è una recrudescenza indescrivibile. Personalmente è una vita che subisco attacchi per la mia sessualità. Anche in tv, in un certo qual modo, c’è una sorta di omofobia.

Si spieghi meglio…

Se in Tv fai il gay, divertendo, come un buffone di corte qualsiasi, sei ammesso. Se invece sei un gay che lavora, senza far della sessualità una bandiera e senza essere una sorta di macchietta, sei visto male. E a me questo non piace più. 

Anche con lei han provato a farla diventare una macchietta?

Sempre! 

Leopoldo Mastelloni: "Finitela di ridicolizzarvi alle vostre unioni civili" - Gay.it

Si dice che spesso i primi nemici dei gay, siano i gay stessi. Lo pensa anche lei?

Senta: a me tutte queste classificazioni hanno stancato! Invidie e gelosie esistono per chiunque, al di là del sesso, della religione e del colore dei capelli. Oggi si banalizza un po’ tutto.

In passato fece scalpore una sua dichiarazione dove diceva: “Meglio frocio, che gay!” È ancora di quell’idea?

Io non ho mai detto questa cosa, mi creda. Quella parolaccia non fa parte del mio lessico. Su di me c’è scritto di tutto. Se io dico una cosa, che non è quella che il giornalista vuol sentirsi dire, stia pur certo che il giornalista scriverà quello che avrebbe voluto sentirsi dire. Roba da pazzi. Talvolta preferisco star zitto. Una volta raccontavo, su un giornale di cronaca rosa se non erro, chi erano le mie amiche nel mondo dello spettacolo. Feci i nomi di Mara Venier, di Barbara d’Urso e Catherine Spaak dicendo anche che erano le uniche persone che mi avevano aiutato in momenti difficili. Sa come andò a finire?

Leopoldo Mastelloni: "Finitela di ridicolizzarvi alle vostre unioni civili" - 66206 - Gay.it

Temo di saperlo…

Finì che uscì fuori l’esatto opposto. La Spaak capì subito che c’era lo zampino del giornalista, mentre con Mara fu un disastro. Quanto ci rimasi male. Io avevo speso solo parole buone nei loro confronti, davvero.

Piuttosto, con la Venier ha fatto pace?

Il tempo aggiusta tutto.

Se guarda verso il futuro cosa vede?

Un branco di pecore dietro ad un pastore.

E lei dove si colloca: con il pastore o con le pecore?

Fuori. In mezzo a tutta questa incoscienza sociale, voglio restarne fuori. Guardi quello che è successo a Torino. Basta che uno dica: “bomba” e tutti scappano come pecore. Arriverà un dittatore, prima o poi, sotto mentite spoglie, pronto a farci penare.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Jezekael 10.6.17 - 13:15

Titolo clickbait. Nell'articolo si legge che è favorevole alle Unioni Civili.

Avatar
simo 10.6.17 - 8:12

Ho sempre amato Mastelloni come uomo e come artista, Bell'intervista

Avatar
Giovanni Di Colere 9.6.17 - 19:44

Ma chi è interessato a sapere che a Mastelloni piaccia o no quello che facciamo nelle nostre vire? Perché deve farci la morale e giudicare? Non gli piace? E chissenefrega. Fa l'attore? E reciti che è bravissimo. È proprio vero che il bel tacere non fu mai scritto né detto.

Avatar
Facebook User 9.6.17 - 8:36

Simpatico sì, ma definirlo Maestro del teatro italiano...suvvia, un po' di sobrietà.

Trending

Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Jason Hackett, il conduttore del tg fa coming out in diretta: "Voglio essere autenticamente me stesso" (VIDEO) - Jason Hackett - Gay.it

Jason Hackett, il conduttore del tg fa coming out in diretta: “Voglio essere autenticamente me stesso” (VIDEO)

News - Redazione 22.5.24

Hai già letto
queste storie?

Antonio Vaglica, L'acchiappatalenti

Antonio Vaglica vince la prima puntata de “L’Acchiappatalenti”

Culture - Luca Diana 12.5.24
Virginia Raffaele e il meraviglioso monologo sull'amore tra Camillo e Karim, minacciati dall'odio sociale - Virginia Raffaele e il meraviglioso monologo sullamore tra Camillo e Karim 1 - Gay.it

Virginia Raffaele e il meraviglioso monologo sull’amore tra Camillo e Karim, minacciati dall’odio sociale

Culture - Federico Boni 27.1.24
Domenico Cuomo

Domenico Cuomo, dal piccolo al grande schermo: “La mia passione per il cinema nasce da bambino”

Cinema - Luca Diana 21.12.23
Mahmood, Sanremo 2024

Sanremo 2024, Mahmood conquista il Teatro Ariston sulle note di “Tuta Gold”

Musica - Luca Diana 6.2.24
Filippo Bisciglia oggetto di commenti omofobici dopo aver indossato un rossetto

Filippo Bisciglia oggetto di commenti omofobici per il suo rossetto

Culture - Redazione Milano 11.12.23
The Last of Us 2: Isabela Merced sarà Dina, grande amore di Ellie - The Last of Us Dina Isabela Merced - Gay.it

The Last of Us 2: Isabela Merced sarà Dina, grande amore di Ellie

Serie Tv - Redazione 15.1.24
Colpo di Luna, il nuovo varietà Rai di Virginia Raffaele. Ecco il primo spot tv - Virginia Raffaele - Gay.it

Colpo di Luna, il nuovo varietà Rai di Virginia Raffaele. Ecco il primo spot tv

Culture - Redazione 28.12.23
Uncoupled 2, dopo Netflix la serie con Neil Patrick Harris viene cancellata anche da Showtime - Uncoupled - Gay.it

Uncoupled 2, dopo Netflix la serie con Neil Patrick Harris viene cancellata anche da Showtime

Serie Tv - Redazione 22.3.24