Lettonia: Edgars Rinkevics, gay dichiarato, eletto presidente. È uno schiaffo a Putin

Si tratta del 2° Capo di Stato dichiaratamente gay al mondo dopo Paolo Rondelli, di San Marino.

ascolta:
0:00
-
0:00
Lettonia: Edgars Rinkevics, gay dichiarato, eletto presidente. È uno schiaffo a Putin - Edgar Rinkevics - Gay.it
2 min. di lettura

50 anni a settembre, Edgars Rinkevics è stato eletto nuovo Capo di Stato lettone. Gay dichiarato, l’ex ministro degli esteri è così diventato la prima persona apertamente omosessuale a ricoprire tale carica nella storia del Paese. Rinkevics ha conquistato la presidenza alla terza votazione, con 52 voti, ovvero uno in più della maggioranza assoluta necessaria. Lo sfidante Uldis Pīlēns si è fermato ai 25 voti.

Quasi 10 anni fa, era il 6 novembre 2014, Rinkevics ha fatto coming out su Twitter, diventando così il primo politico lettone ad annunciare di essere gay. Dal 2019 Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Rinkevics è stato segretario di stato alla Difesa a fine anni ’90, per poi diventare nel 2011 ministro degli affari esteri del governo di Valdis Dombrovskis. Carica poi confermata anche dai due successivi governi Māris Kučinskis (2016-19) e Arturs Krišjānis Kariņš (dal 2019).

Farò di tutto affinchè il nostro Paese prosperi e sia sicuro. Grazie a sostenitori e critici“, ha detto Rinkevics dopo il voto in Parlamento. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si e’ congratulato con lui, definendolo “un vero amico dell’Ucraina“. “La Lettonia sarà in buone mani per i prossimi quattro anni“, ha dichiarato il presidente uscente Levits dopo l’elezione del suo successore.

Un’elezione che si può leggere anche come un sonoro schiaffo all’omotransfobia di Vladimir Putin, dopo il voto parlamentare di inizio 2023 in cui la Lettonia ha condannato ufficialmente i crimini russi perpetrati in Ucraina. Un testo, quello votato all’unanimità, in cui il parlamento lettone esplicitava la “più ferma condanna della guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina, il fermo sostegno all’indipendenza, alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina all’interno dei suoi confini riconosciuti a livello internazionale“, chiedendo inoltre alla Russia di cessare immediatamente tutte le operazioni militari e di ritirare “tutte le forze dall’intero territorio riconosciuto dell’Ucraina“, senza alcuna condizione.

Rinkevics, il cui mandato presidenziale inizierà a luglio, è così diventato il secondo Capo di Stato apertamente gay al mondo. Il primo fu Paolo Rondelli, di San Marino.

Nel 1992, poco dopo l’indipendenza della Lettonia dall’Unione Sovietica, l’omosessualità è stata decriminalizzata. La Lettonia non riconosce il matrimonio egualitario, avendolo addirittura vietato in costituzione, nel 2006. Prima della modifica l’articolo 110 della costituzione lettone dichiarava che: “Lo Stato protegge e sostiene il matrimonio, la famiglia, i diritti dei genitori e i diritti del minore”. Dal 2006 si legge: “Lo Stato protegge e supporta il matrimonio: unione tra uomo e donna, la famiglia, i diritti dei genitori e i diritti del minore”.

Tutti i single con più di 25 anni, compresi quelli dichiaratamente LGBTQIA+, possono invece adottare.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Kim Kardashian

Kim Kardashian ha provato lo sperma di salmone (e non è l’unica)

Corpi - Emanuele Corbo 12.7.24

Continua a leggere

spadafora

Vincenzo Spadafora: “Sono gay e cattolico praticante, voglio portare avanti l’adozione per i single”

News - Redazione 14.3.24
famiglie arcobaleno

Famiglie Arcobaleno e Rete Lenford da oggi in Corte d’Appello in difesa dei diritti dei minori

News - Redazione 10.6.24
Roberto Vannacci: "Avances da uomini in discoteca, senza saperlo ho corteggiato una donna trans" ( VIDEO) - Roberto Vannacci - Gay.it

Roberto Vannacci: “Avances da uomini in discoteca, senza saperlo ho corteggiato una donna trans” ( VIDEO)

News - Redazione 13.3.24
Roma, Gualtieri insiste e trascrive altri 3 certificati di nascita per 2 bambini e una bambina con 2 mamme - Roberto Gualtieri - Gay.it

Roma, Gualtieri insiste e trascrive altri 3 certificati di nascita per 2 bambini e una bambina con 2 mamme

News - Redazione 4.7.24
Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia "libri LGBTQIA+" con un lanciafiamme (VIDEO) - Valentina Gomez - Gay.it

Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia “libri LGBTQIA+” con un lanciafiamme (VIDEO)

News - Redazione 28.3.24
Francia, la comunità LGBTQIA+ spaventata dall'estrema destra di Bardella e Le Pen: ma quali sono le possibili conseguenze? - francia elezioni comunita lgbt - Gay.it

Francia, la comunità LGBTQIA+ spaventata dall’estrema destra di Bardella e Le Pen: ma quali sono le possibili conseguenze?

News - Francesca Di Feo 25.6.24
Peter Spooner, Rishi Sunak

“Chiedete scusa alle vittime di transfobia!” il padre di Brianna Ghey al primo ministro Sunak

News - Redazione Milano 8.2.24
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24