Lisbeth Salander, hacker bisex e vendicatrice

Arriva al cinema "Uomini che odiano le donne" di Niels Arden Oplev dal bestseller dello scomparso Stieg Larsson. Tutti stregati da Noomi Rapace nei panni dark dell'eroina bisex Lisbeth Salander.

Lisbeth Salander, hacker bisex e vendicatrice - uominiamanodonneBASE - Gay.it
4 min. di lettura

Lisbeth Salander, hacker bisex e vendicatrice - uominiamanodonneF1 - Gay.it

Ognuna delle quattro parti del fluviale, immaginifico, perturbante romanzo di Stieg Larsson Uomini che odiano le donne (Marsilio) inizia con una breve nota statistica sulla violenza in Svezia: il 18% delle donne al di sopra dei quindici anni è stato minacciato almeno una volta da un uomo, il 46% è stato oggetto di violenza, il 13% di violenza sessuale e il 92% di esse non ha denunciato l’aggressione alla polizia. Dati scioccanti. Secondo un rapporto di Amnesty International e delle Nazioni Unite, la condizione degli stupratori in Svezia è di "sostanziale impunità". Il cinema nordico se n’era già occupato nel vigoroso Racconti da Stoccolma di Anders Nilsson (uno dei tre episodi, tra l’altro, era gay) e torna sull’argomento di bruciante attualità nel primo, omonimo cine-capitolo della trilogia Millennium, caso editoriale da oltre dieci milioni di copie vendute nel mondo, per la regia del danese Niels Arden Oplev, pupillo della scuderia Zentropa di Lars Von Trier già premiato dai risultati al botteghino scandinavo: 40 milioni di euro nelle prime due settimane di programmazione.

Lisbeth Salander, hacker bisex e vendicatrice - uominiamanodonneF2 - Gay.it

L’autore del giallo più amato degli ultimi anni, l’acclamato Stieg Larsson, giornalista esperto di organizzazioni di estrema destra, consulente di Scotland Yard e fondatore della rivista antirazzista Expo, non potrà invece vederlo né ha potuto godere dell’eclatante successo letterario perché è morto d’infarto nel 2004, a soli cinquant’anni, dopo aver consegnato all’editore le ultime bozze della trilogia.

Lisbeth Salander, hacker bisex e vendicatrice - uominiamanodonneF3 - Gay.it

E dire che Uomini che odiano le donne è un romanzo alquanto cupo, intricato, così preciso nei dettagli da essere quasi pedante ma regala al lettore uno dei più affascinanti e complessi personaggi femminili della letteratura contemporanea: l’hacker indomabile Lisbeth Salander, quasi una "punkabbestia" bisex tutta piercing e tatuaggi, "butch" introversa considerata malata di mente e affiancata da un avvocato tutore rivelatosi un sadico brutale che le infierisce abusi indicibili (le violenze subite da Lisbeth dall’età di dodici anni, elemento chiave del thriller, sono al centro degli altri due romanzi). Sarà lei a fornire un aiuto fondamentale all’inchiesta sulla sparizione, quarant’anni prima, di Harriet Vanger, erede di un potente clan minato da dissidi interni. L’industriale ottantaduenne Henrik Vanger, zio dell’amatissima ragazza, riceve tutti gli anni per il suo genetliaco un fiore secco incorniciato da colui che ritiene il responsabile del presunto omicidio e commissiona l’indagine a Mikael Blomkvist, un giornalista di economia della rivista Millennium, specializzata in reportage di denuncia e cofinanziata dal fotografo e graphic designer gay Christer Malm, divenuto una celebrità grazie al fidanzamento con Arnold Magnusson, un ex attore risorto in tv grazie a un noto reality show.

Il lesbismo della protagonista viene rivelato nel film quando Mikael (Michael Nyqvist), per conoscerla, si reca a casa sua e la sorprende a letto con la compagna asiatica ma non viene approfondito, al contrario del lato etero della sua sessualità, che la porta a legarsi a Mikael e a femminilizzarsi progressivamente.

Lisbeth Salander, hacker bisex e vendicatrice - uominiamanodonneF4 - Gay.it

Il regista non poteva fare scelta migliore nell’assegnare il ruolo dell’eroina dark Lisbeth a Noomi Rapace, neo-mamma quasi trentenne abilissima nel calarsi in una personalità forte e contraddittoria come quella della Salander: «È una donna che fa paura perfino a me che l’ho interpretata, si fa giustizia da sola.» ha dichiarato Noomi Rapace alla presentazione romana del film. «Non è la cosa giusta, ma alle violenze è meglio reagire che restare zitti. Le donne mi hanno detto brava, gliel’hai fatta pagare a quel porco. Ho ignorato le pressioni per le aspettative, ho cercato Lisbeth dentro di me. Nel libro lei è descritta più come una paladina d’azione: è anoressica ma corre come un centometrista, è minuta ma capace di combattere come un uomo, è brutta ma piace agli uomini. Non c’è grande realismo. Ho puntato sulla credibilità: non sono dimagrita per diventare un giunco anoressico pur di somigliarle, non sarebbe stata la strada giusta. Ho preso lezioni di kickboxing per essere più forte, ho imparato a guidare la moto. Lisbeth è una figura più complessa di come appare nel libro ma anche più comprensibile. E leggermente più mascolina».

I due seguiti di Uomini che odiano le donne sono già stati girati da un altro regista, Daniel Alfredson, e il capitolo due, La ragazza che giocava con il fuoco è in predicato per l’autunnale Festival di Roma. L’immenso stuolo di ultrafan è già in fermento!

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO) - Ricky Martin sale sul palco del Celebration Tour di Madonna - Gay.it

Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO)

Musica - Redazione 9.4.24
Dino Fetscher, vacanze d'amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social - Dino Fetscher - Gay.it

Dino Fetscher, vacanze d’amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social

Culture - Redazione 15.4.24
Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24
animali-trans

16 specie di animali trans* che fanno tremare i transfobici e le loro argomentazioni

Corpi - Francesca Di Feo 15.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Madonna, Baz Luhrmann e il biopic sull'icona del pop che forse non è del tutto morto - Madonna e Julia Garner - Gay.it

Madonna, Baz Luhrmann e il biopic sull’icona del pop che forse non è del tutto morto

Cinema - Redazione 1.12.23
Ghostbusters: Minaccia Glaciale, un primo amore queer nel nuovo capitolo degli Acchiappafantasmi? - Ghostbusters Minaccia Glaciale - Gay.it

Ghostbusters: Minaccia Glaciale, un primo amore queer nel nuovo capitolo degli Acchiappafantasmi?

Cinema - Federico Boni 28.3.24
Downton Abbey 3, Imelda Staunton conferma che il terzo film si farà e sarà l'ultimo - Downton Abbey - Gay.it

Downton Abbey 3, Imelda Staunton conferma che il terzo film si farà e sarà l’ultimo

Cinema - Redazione 20.3.24
Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell - Hari Nef Candy Darling - Gay.it

Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell

Cinema - Federico Boni 27.3.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
Saltburn, recensione. Barry Keoghan e Jacob Elordi tra sesso, bugie e satira sociale - Saltburn Jacob Elordi - Gay.it

Saltburn, recensione. Barry Keoghan e Jacob Elordi tra sesso, bugie e satira sociale

Cinema - Federico Boni 19.10.23
Damiano Gavino Gay it Nuovo Olimpo Un Professore

Damiano Gavino corteggiato da “maschi e femmine”

Cinema - Francesca Di Feo 26.10.23
Andrew Scott, la recitazione lo ha "liberato" dalla vergogna di essere gay - 056 S 01960 - Gay.it

Andrew Scott, la recitazione lo ha “liberato” dalla vergogna di essere gay

Cinema - Redazione 12.12.23