Malta ancora una volta in cima alla mappa arcobaleno d’Europa, secondo ILGA Europe

La perla del mediterraneo si conferma l'isola felice per i diritti LGBTQ+ e primeggia nel ranking ILGA.

ascolta:
0:00
-
0:00
Malta, ancora una volta prima nella classifica ILGA
4 min. di lettura

Giovedì 12 maggio al Forum IDAHOT+ a Cipro, ILGA-Europe ha pubblicato la sua annuale Rainbow Europe Map, dove Malta ancora una volta ha dato l’esempio al resto d’Europa in materia di inclusione e pari diritti. La nazione insulare ha conquistato il primo posto in classifica per il settimo anno consecutivo.

Classificando 49 paesi europei in base alle loro leggi, politiche e altre azioni LGBT+, ILGA-Europe utilizza questo benchmark annuale per incoraggiare i legislatori e i residenti dei paesi a lottare per un trattamento migliore e più equo di tutti secondo la legge.

Le valutazioni si basano su 74 criteri diversi, un numero che aumenta ogni anno ed è suddiviso in temi come inclusività, uguaglianza, riconoscimento legale del genere, crimini ispirati dall’odio, incitamento all’odio e asilo. Ogni paese riceve una percentuale compresa tra zero e 100, con Malta che guadagna il 92% per il 2022.

Come si confrontano gli altri paesi sulla mappa Rainbow Europe

Malta non è l’unico Paese che si è dimostrato un vero alleato della comunità LGBT+. La Danimarca, ad esempio, è balzata di sette posizioni al secondo posto quest’anno grazie ai suoi sforzi per ridurre la discriminazione nelle sue leggi e politiche, e anche il Belgio ha avuto un impatto, arrivando al terzo posto.

Entrambi questi paesi oscillavano tra il 71 e il 73 percento, appena 20 punti sotto Malta.

Anche Francia, Islanda, Lettonia e Grecia hanno registrato grandi aumenti nei loro punteggi quest’anno a seguito di scoperte come il riconoscimento da parte dell’Islanda dei genitori transgender, il che è molto incoraggiante per l’Europa nel suo insieme.

Lotte in corso di Malta per i diritti LGBT+

Malta ha una lunga storia di accettazione LGBT+. Le relazioni affettive tra partner dello stesso sesso sono state legalizzate dal 1973, rendendo la nazione insulare uno dei leader mondiali nei diritti LGBT. È una delle poche nazioni che considerano i diritti LGBT uguali ai diritti di tutti gli altri a livello costituzionale.

Dal 2004, la discriminazione basata sull’orientamento sessuale è stata vietata nel paese, un fattore che contribuisce a rendere Malta uno dei dieci paesi più sicuri al mondo per cittadini e visitatori lesbiche, gay, bisessuali, intersessuali e transgender. Le persone LGBT+ possono anche prestare servizio militare dal 2002, una politica che anche alcuni dei paesi più potenti e lungimiranti del mondo hanno tardato ad adottare.

Il matrimonio tra persone dello stesso sesso è consentito e legalmente riconosciuto dal 2017, con le unioni civili tra partner dello stesso sesso riconosciute dal 2014. La legge sull’identità di genere, l’espressione di genere e le caratteristiche sessuali di Malta consente inoltre ai cittadini di cambiare la propria etichetta di genere anche senza subire un intervento chirurgico. Nel 2016 è stata bandita anche la terapia di conversione intesa a dissuadere i giovani da orientamenti sessuali come l’omosessualità o la bisessualità, rendendolo uno dei primi paesi a compiere questo passo e rendendo molto più facile per le persone esprimere la propria vera identità senza paura, indipendentemente dal età.

Dal 2015, Malta è il primo paese per diritti e politiche LGBT+ secondo il Rainbow Europe Index, ed è stata costantemente tra i primi 10 anche negli anni precedenti. Questa è una posizione che il paese ha lavorato duramente per mantenere andando al di là della sua lotta per la parità di diritti per ogni persona.

Con meno restrizioni, l’isola è pronta per l’estate 2022

A partire dal 9 maggio 2022, Malta non classificherà più nessun paese come rosso o rosso scuro e i turisti potranno venire a visitarla senza bisogno di quarantena. Gli unici requisiti sono un certificato di vaccinazione completa, prova di guarigione da COVID-19 negli ultimi sei mesi o un test COVID-19 negativo. Sono ugualmente validi sia il test PCR (effettuato entro 72 ore dalla partenza) sia il Test Rapido (effettuato entro 24 ore). Se nessuno di questi documenti può essere fornito, al visitatore verrà chiesto di mettere in quarantena per 10 giorni, un arco di tempo che può essere abbassato a 7 giorni a seguito dell’esito di un test COVID-19 negativo.

Le maschere non sono più necessarie per i voli verso Malta. Inoltre, non sono richiesti in luoghi interni o esterni sulle isole stesse. Tutti i locali pubblici sono stati ripristinati alle loro capacità pre-pandemia e anche alla disposizione dei posti a sedere, aprendo le porte a molti eventi estivi vivaci e senza restrizioni a Malta.

L’estate degli eventi inclusivi di Malta è appena iniziata

Persone di ogni ceto sociale sono invitate a prendere parte ai famosi eventi gastronomici di Malta quest’estate, come Glass and Class, una degustazione di vini libanesi tenutasi a Villa Bighi il 17 giugno e l’International Wine Festival, dove vengono presentati i migliori vini del mondo celebrato dal 23 giugno al 26 giugno. C’è anche il Festival Internazionale delle Arti dal 18 giugno al 3 luglio, dove i partecipanti possono godere di tutti i tipi di arti visive, dalla musica alla danza al teatro.

Gli appassionati di buona musica possono anche prendere parte al Malta Jazz Festival che durerà dall’11 al 16 luglio, dove salirà sul palco un gruppo eclettico di diversi artisti jazz, oltre al concerto per il 25° anniversario di Joseph Caleja il 26 luglio, dove sarà affiancato sul palco da Plácido Domingo.

Per coloro i cui gusti musicali sono più eclettici, l’artista multi-platino French Montana e il pluripremiato DJ Marshmello si esibiranno entrambi al festival musicale Isle of MTV 2022 a Il Fosos Square il 19 luglio. Nelle parole dello stesso Marshmello: “Sarà epico!”

Proprio mentre l’estate inizia a volgere al termine, la Pride Week di Malta aumenterà dal 2 all’11 settembre. L’incontro annuale, organizzato da Allied Rainbow Communities, includerà molteplici eventi volti a celebrare l’inclusione e la diversità. La chiave tra queste sarà la Malta Pride March prevista per il 10 settembre. Il tema della celebrazione di quest’anno sarà #LiveYourTruth, che si rifletterà in tutti gli spettacoli, le marce, i concerti e altri eventi.

EuroPride Valletta 2023

L’impegno di Malta per l’inclusività non finisce con l’estate 2022. EuroPride Valletta 2023, un evento il cui scopo è offrire a coloro che provengono non solo dall’Europa, ma anche dal Nord Africa e dal Medio Oriente, un luogo sicuro per esprimersi e discutere dei diritti umani, si svolgerà a La Valletta e dal 7 al 17 settembre 2023. Gli eventi in programma includono un’elaborata cerimonia di apertura, un EuroPride Village, vetrine di arte e cultura, marce, feste, concerti e altro ancora.

Non mancheranno i modi per esprimersi poiché l’orgoglio e la diversità non sono solo riconosciuti, ma celebrati da Malta nel suo insieme, qualcosa che la nazione considera una priorità per tutto l’anno.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Hai già letto
queste storie?

milano gay friendly

Locali gay a Milano 2024: la guida completa alla movida LGBTQ+ milanese

Viaggi - Gio Arcuri 15.1.24
Omosessuale- Oppressione e Liberazione

Perché leggere oggi “Omosessuale: Oppressione e Liberazione”, un classico della Gay Liberation, intervista a Lorenzo Bernini

Culture - Alessio Ponzio 4.4.24
trans-visibility-night-star-t-2024

Torino ospita la quarta edizione di Star.T: una notte dedicata alla visibilità trans per celebrare storie, talenti e memoria

Culture - Francesca Di Feo 15.3.24
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24
festival di cinema gay in italia e queer culture

Rassegne e festival italiani di cinema LGBTIAQ+ e cultura queer che nel 2024 dovresti conoscere

Cinema - Redazione 1.2.24
fashion drama milano, eventi lgbtq

FASHION DRAMA: torna a Milano il queer cabaret più grande d’Italia in occasione della Fashion Week

News - Gio Arcuri 20.2.24
Sara Drago, Immaginaria 2024

Immaginaria 2024, Sara Drago sarà la madrina del Festival

Cinema - Luca Diana 4.5.24
world-speech-day-lgbtqia-firenze

Il World Speech Day il 15 marzo a Firenze dà voce alle esperienze reali della comunità LGBTQIA+

Culture - Francesca Di Feo 11.3.24