Victoria Beckham e la sua maglietta Pride: il 25% del ricavato ai giovani senzatetto LGBTQI

La t-shirt creata dalla Posh Spice raccoglierà fondi che saranno devoluti all’associazione benefica LGBTQI Albert Kennedy Trust.

La “Posh Spice” Victoria Beckham festeggia il Pride Month 2019 con l’uscita di un’esclusiva maglietta in supporto della comunità LGBT.

La t-shirt minimale, con la scritta in color arcobaleno “Everyone deserves love” (tutti meritano l’amore), devolverà il 25% del suo ricavato all’associazione benefica LGBTQI Albert Kennedy Trust.

L’organizzazione in questione si occupa del problema dei giovani senzatetto LGBTQI, in pericoloso aumento in UK.

“Everyone deserves love” la maglietta Pride di Victoria

Victoria Beckham Pride maglietta

A riguardo dell’iniziativa, Victoria Beckham ha commentato: “In commemorazione del 50 ° anniversario dei moti di Stonewall, ho voluto celebrare la comunità LGBTQ  e il loro continuo messaggio di cambiamento positivo e inclusività. Quest’anno, per la prima volta, ho creato una maglietta con i proventi che beneficiano l’Albert Kennedy Trust che promuove i diritti umani“.

Victoria ha poi aggiunto: “Ho sempre sentito un profondo legame con la comunità LGBTQI e sono orgogliosa di contribuire a sostenere la loro lotta per l’uguaglianza“.

In un suo live video sulle stories di Instagram, ha definito la maglietta Pride anche una “Spicy Shirt“, citando la sua famosissima girl band.

Victoria Beckham: sì al film di animazione sulle Spice Girls

Spice Girls nel Return of Spice Girls reunion tour del 2007/2008

A proposito delle Spice Girls, a quanto pare anche la stessa Victoria Beckham prenderà parte al progetto di un film d’animazione ispirato alla band, in uscita nel 2020, anche se non si sa in che misura.

Ti suggeriamo anche  Non solo World Pride a NYC: cosa fare a New York?

Il film dovrebbe parlare di 5 eroine che hanno come messaggio il “girl power” e la colonna sonora conterrà sia hits e brani storici della band e, probabilmente, anche nuove canzoni.

Per quanto applaudiamo il progetto di Victoria, sicuramente nobile, un suo ritorno con le sue band mates (da sempre di forte supporto verso la comunità LGBTQI) sarebbe senz’altro più interessante!