Eurovision 2022: molestie sessuali all’after party del Turquoise Carpet

“Se non fossi stata una volontaria avrei schiaffeggiato quei ballerini". Il Comune smentisce. La storia.

ascolta:
0:00
-
0:00
Eurovision-2022-molestie-sessuali
Eurovision-2022-molestie-sessuali
3 min. di lettura

Si è svolta ieri la prima semifinale di Eurovision 2022, e oltre la qualificazione dei primi 10 paesi finalisti è un’altra la notizia che ha cominciato a circolare sul dietro le quinte del contest. Purtroppo, non si tratta di una bella storia.

Riportata in primis dal Corriere della Sera, la polemica è scaturita da alcune chat in cui si parla in maniera non troppo velata di ballerini stranieri un po’ troppo appiccicosi, comportamenti sfociati in vere e proprie molestie sessuali subite dalle volontarie di Delegation Host durante la cerimonia di apertura di Eurovision 2022 domenica scorsa, durante l’after party svoltosi dopo il Turquoise Carpet.

L’evento, esclusivissimo e a numero chiuso, doveva essere per queste ragazze un’occasione per conoscere gli artisti, fare conoscenze e divertirsi, tuttavia – come purtroppo spesso accade – qualcuno se ne è approfittato, trasformando la serata in un incubo.

Una chat per sfogarsi

“Se non fossi stata una volontaria avrei schiaffeggiato quei ballerini. Dopo averci fissato a lungo, si sono avvicinati a me e ad altre volontarie. Ci hanno toccato il sedere. Per il disagio abbiamo deciso di allontanarci”

Ecco un estratto delle chat mostrate al Corriere della Sera, in cui alcune ragazze si sfogano sulla pessima serata trascorsa durante l’after party. Purtroppo, sembra che numerose volontarie abbiano subito lo stesso comportamento.

“Uno della delegazione mi continuava a mettere le mani sulla vita e mi ha rotto un po’”

“Ma a voi cercavano di rimorchiare? Erano tutti abbastanza presi bene”.

Ballerini ubriachi, in cerca di attenzioni che le volontarie non volevano dare, se le sarebbero prese lo stesso, dando vita a una molestia di gruppo. Se qualcuno giustifica questi comportamenti con l’alcol e la vibe libertina della serata, noi non lo faremo.

Perché purtroppo tantissime donne sanno cosa vuol dire ritrovarsi con un gruppo di uomini ubriachi e assillanti, e sebbene per fortuna non sia successo nulla d’irreparabile, conosciamo la paura che si prova in queste situazioni, e quanto è facile che prendano una brutta piega.

Altre testimonianze parlano anche di un cantante – il cui nome non è ancora stato rivelato – che avrebbe preso attivamente parte alla molestia di gruppo, tentando insistentemente di baciare una ragazza che per fortuna è riuscita a respingerlo.

La smentita del Comune

Naturalmente, il Comune ha tentato di mettere una pezza sull’accaduto, correndo ai ripari e tentando di difendere il buon nome del collettivo che ha organizzato i festeggiamenti per Eurovision 2022.

Eravamo presenti e abbiamo parlato con le ragazze. Non è successo nulla di male

Il che viene anche supportato da Alessandra Aires, funzionaria comunale e coordinatrice di Delegation Host per Eurovision 2022 – il gruppo di volontari, che afferma:

“Se mai mi fossi accorta che c’era qualcosa che non andava, sarei intervenuta io per prima. Ho partecipato a tutto il party e posso assicurare che di molestie non ne ho viste. Forse c’è stato qualche commento sopra le righe, ma tutto riconducibile all’entusiasmo della festa. Fa male che si voglia sporcare un evento tanto bello e formativo per i nostri giovani

Da una donna, ci si sarebbe aspettato sicuramente qualcosa di più che il classico “boys will be boys, anche perché si tratta di una mezza ammissione di per sé.

Non Una di Meno difende le volontarie

Come spesso capita la voce delle donne che vivono violenza viene silenziata, i loro racconti non creduti e le loro esperienze non ascoltate”.

Non Una di Meno – collettivo femminista che supporta le donne in situazioni di disagio – si fa paladino anche questa volta, difendendo le volontarie dall’accusa di voler solo cercare attenzione. E puntualizza che un “semplice entusiasmo della festa” non giustifica in nessun modo il far sentire a disagio una donna. Non c’è Eurovision 2022 che tenga.

Se in altre parti del mondo un’accusa di questo tipo sarebbe stata presa seriamente, tuttavia, è difficile che in Italia la denuncia delle volontarie porterà a qualche ripercussione su ballerini e artisti coinvolti. Qui, è sempre meglio silenziare una vittima piuttosto che rovinare “un evento tanto bello e formativo per i nostri giovani”. E poi tutti a piangere quando succede l’irreparabile.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24

Leggere fa bene

BigMama Sanremo 2024 La rabbia non ti basta

BigMama a Sanremo 2024: “Mi gridavano ‘cicciona’, ora guardate quanto sono fi*a”

Musica - Emanuele Corbo 12.1.24
Anne Hathaway in Eileen (2023)

Eileen, il film con Anne Hathaway: tra ossessione e donne ‘disgustose’

Cinema - Riccardo Conte 1.12.23
Amber Glenn prima storica campionessa USA di pattinaggio artistico femminile dichiaratamente queer - Amber Glenn - Gay.it

Amber Glenn prima storica campionessa USA di pattinaggio artistico femminile dichiaratamente queer

Corpi - Redazione 30.1.24
femminiciidio libri

Femminicidi, 5 libri sulle barbarie del patriarcato

Culture - Federico Colombo 23.11.23
Fka Twigs per Calvin Klein (2023)

Perché hanno censurato FKA Twigs, tra oggettificazione sessuale e double standard

Corpi - Redazione Milano 12.1.24
c'è ancora domani

Per fortuna c’è ancora Paola Cortellesi

Cinema - Riccardo Conte 14.11.23
Dolly Parton al Dallas Cowboys Football Game 2023

Alla faccia dell’ageismo: Dolly Parton a 77 anni si veste come le pare

Corpi - Redazione Milano 30.11.23
Paola Cortellesi ospite speciale all'Università Luiss Guido Carlo di Roma (foto: LaRepubblica)

Il discorso di Paola Cortellesi contro gli stereotipi: “Biancaneve faceva da colf ai nani”

Culture - Redazione Milano 11.1.24