Monica Cirinnà: “Non mi fido dei 5 Stelle sui diritti LGBT”

Le ultime aperture dei 5 Stelle ai diritti LGBT non hanno convinto la senatrice Monica Cirinnà, scottata con i grillini dal 2016.

Monica Cirinnà: "Non mi fido dei 5 Stelle sui diritti LGBT" - slider cirinna - Gay.it
2 min. di lettura

Le elezioni europee si avvicinano, secondo i sondaggi il Partito Democratico ha messo la freccia nelle intenzioni di voto e dal Movimento 5 Stelle sono arrivate inattese aperture nei confronti dei diritti LGBT. Inattese perché all’interno del programma ufficiale dei 5 Stelle alle ultime elezioni nazionali la parola ‘diritti’ non era mai stata menzionata, così come non sono mai stati presi in considerazione nel famoso ‘contratto di governo’ con la Lega di Matteo Salvini.

Eppure, come detto, in pochi giorni Spadafora e Fico hanno annunciato un imminente incontro con le famiglie arcobaleno a Montecitorio, decine di senatori hanno firmato un DDL contro l’omotransfobia, Di Maio ha tuonato contro il Congresso della Famiglia di Verona, la giunta Raggi ha approvato una mozione contro l’omotransfobia presentata da Stefano Fassina e Stefano Buffagni, sottosegretario agli Affari regionali, ha ribadito la ‘diversità’ del Movimento dalla Lega salviniana. Ma Monica Cirinnà, rimasta scottata nel 2016 ai tempi delle unioni civili, continua a non fidarsi di loro, come confessato a LaRepubblica.

 

Premetto che sui 5stelle sono molto prevenuta, perché più di chiunque altro sono stata tradita sulle unioni civili. Ho lavorato con loro due anni e poi, in poche ore, li ho visti protagonisti di una giravolta. Quindi non mi fido. La verita è che sono spaccati, c’è una parte oscurantista che è attaccata alla Lega. E un pezzo del Movimento che cerca di dare segnali, ma più che altro per motivi elettorali, per recuperare consensi a sinistra. Vuole una prova della loro ambiguità? Il comportamento della sindaca Raggi. Ha fatto approvare all’unanimità in Consiglio comunale una mozione – a prima firma Stefano Fassina – contro l’omofobia ma intanto in città molte famiglie arcobaleno stanno ricevendo una lettera di diniego alla trascrizione anagrafica dei bambini.

La giravolta di cui parla la senatrice Pd è riconducibile al 2016, al 16 febbraio 2016 per essere precisi, quando al Senato accadde di tutto, come raccontato dalla stessa Cirinnà nel suo libro L’Italia che non C’era, con conseguente scomparsa della stepchild adoption dalla legge, ridefinita insieme ad Angelino Alfano.

Mancavano 20 minuti alle 19 quando il senatore di M5S Alberto Airola prese la parola per annunciare che i grillini non avrebbero votato l’emendamento Marcucci. Il loro tradimento aveva creato una situazione davvero complicata. La via d’uscita era un sentiero stretto e difficile. Era necessario trovarlo e percorrerlo, non si poteva tornare indietro. Ciò che mi colpì maggiormente fu l’intervento del M5S affidato, per una crudele legge del contrappasso, ad Alberto Airola. Proprio lui, che per oltre due anni aveva contribuito a costruire il testo e con il quale avevamo lavorato in pieno accordo. Proprio lui, che fino alla sera prima del voto sul cosiddetto “canguro”, mi aveva rassicurato sulla fedeltà M5S. Proprio lui venne costretto a scagliarsi contro la legge. Provai pena umana. E ne provai ancor di più quando, per ricercare un colpo di teatro, concluse l’intervento urlando: “State per approvare una schifezza! Andate tutti affanculo!”. Ed uscì dall’aula seguito dagli altri pochi senatori grillini rimasti a dargli manforte. Una mossa disperata, priva di dignità e coerenza. Da quel giorno, quando mi incrocia, finge di non vedermi per non salutarmi.

Ai 5 Stelle attualmente al Governo, e con ampia maggioranza parlamentare, il compito di far ricredere la senatrice Cirinnà, e chiunque non si fidi di queste improvvise aperture, con azioni concrete, che sappiano andare oltre il semplice annuncio spot.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
SimoLeso 3.4.19 - 18:11

Ah perché sul resto invece si fida?

    Avatar
    Topesio Tonelli 3.4.19 - 23:02

    Fidarsi e bene non fidarsi è meglio, ma sta di fatto che i 5 Stelle sono l'unico baluardo contro i deliri di Lega Ladrona, che tiene il sacco a Gandolfini, Adinolfi e compagnia brutta.

      Avatar
      bacibaci 5.4.19 - 22:04

      L'unico baluardo? Il m5s è solo una schifezza, in modo diverso dalla lega ma sempre schifezze sono.

Trending

Papa Francesco - Vescovi - Cei

Papa Francesco tradito e punito dai vescovi: la ferocia omofobica della Cei, le chat interne e i pochi sacerdoti coraggiosi

News - Marco Grieco 30.5.24
Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans - Bingham Cup 2024 a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans 5 - Gay.it

Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans

News - Redazione 29.5.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
Grande Fratello 2023 - Alfonso Signorini

Al via i casting per la nuova edizione del Grande Fratello: il prossimo potresti essere tu!

Culture - Luca Diana 29.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Papa Francesco e l’attacco ai seminaristi gay, le reazioni della comunità LGBTQIA+ italiana

News - Redazione 28.5.24

Continua a leggere

Marina Zela, Giuseppe Conte e Fabrizio Marrazzo - Movimento Cinque Stelle e Partito Gay LGBT

Elezioni Europee, il M5S non vuole candidare Marrazzo e Zela del Partito Gay LGBT, appello a Conte

News - Redazione Milano 22.4.24
Europee 2024, intervista a Carolina Morace (M5S): "Pace e diritti, sì alla GPA regolamentata. Atlete trans? È difficile" - Carolina Morace 1 - Gay.it

Europee 2024, intervista a Carolina Morace (M5S): “Pace e diritti, sì alla GPA regolamentata. Atlete trans? È difficile”

News - Federico Boni 13.5.24
Europee 2024, Marrazzo, Zela e Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed è polemica - Europee 2024 Marrazzo Zela ed Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed e polemica - Gay.it

Europee 2024, Marrazzo, Zela e Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed è polemica

News - Redazione 3.4.24
Carolina Morace Movimento 5 Stelle Elezioni Europee

Carolina Morace candidata alle Europee con il M5S parla di matrimonio egualitario e calciatori gay

News - Redazione Milano 30.4.24
Insulti a Carolina Morace dopo l'annuncio della candidatura alle europee: "Pedofila devi stare in carcere" - Carolina Morace - Gay.it

Insulti a Carolina Morace dopo l’annuncio della candidatura alle europee: “Pedofila devi stare in carcere”

News - Redazione 2.5.24
Elly Schlein Fabrizio Marrazzo

Marrazzo del Partito Gay LGBT: “Il Pd ci dica chiaramente Sì o No al referendum sul matrimonio egualitario”

News - Lorenzo Ottanelli 30.4.24
Conte Schlein Todde Sardegna

Alessandra Todde vince in Sardegna anche grazie all’appoggio della comunità Lgbtq+

News - Lorenzo Ottanelli 27.2.24