Nava Mau su “Baby Reindeer”: “È stata la prima volta che ho letto una sceneggiatura scritta da chi conosceva e amava davvero una donna trans”

L’attrice che interpreta Teri nella serie Neflix "Baby Reindeer" si racconta ad Attitude, parlando di sé stessa, del suo ruolo in Baby Reindeer e della rappresentazione trans* nei media

ascolta:
0:00
-
0:00
nava mau intervista, nava mau e il suo ruolo in baby reindeer
3 min. di lettura

Nava Mau è attualmente sulla cresta dell’onda grazie al suo ultimo ruolo nella serie Netflix “Baby Reindeer”. 

Nella serie, che trae spunto dalle esperienze reali dello scrittore e comico Richard Gadd (a proposito dell’attore queer, abbiamo scritto qua un approfondimento), Nava interpreta il ruolo di Teri, una donna trans* di cui si innamora Donny, il protagonista (anche di lei abbiamo scritto alcune curiosità sulla sua biografia e carriera come attrice e attivista). 

Di recente, il magazine londinese Attitude ha intervistato Nava, una conversazione dove si è parlato della sua esperienza personale di donna trans* e, in maniera particolare, della rappresentazione delle persone trans* nei media

Quando le è stato chiesto cosa l’avesse attratta di questo progetto, Nava ha rivelato: “È stata la prima volta che ho letto una sceneggiatura che sembrava scritta da qualcuno che conosceva e amava davvero una donna trans*”. Questa connessione profonda l’ha spinta a partecipare al progetto, attratta dalla più unica che rara autenticità con cui vengono trattate le storie trans* nelle sceneggiature. 

Nava ha parlato, con un accento particolare, dell’impatto negativo delle rappresentazioni stereotipate e offensive nei media, in particolare nelle commedie, dove le battute a spese delle persone trans* sono quasi sempre state all’ordine del giorno. Ricorda vividamente la sensazione di esclusione e di derisione che queste rappresentazioni provocavano, citando un film degli anni ’80 che perpetuava il trope dell’uomo che vomita dopo aver scoperto che la donna con cui usciva fosse trans*. Questo tipo di narrazione, ha sottolineato Nava, è stata analizzata nel documentario Disclosure, a cui l’attrice ha partecipato nel ruolo di produttrice: un documentario, Disclosure, presente su Netflix, che evidenzia come tali tropi siano stati replicati innumerevoli volte, contribuendo a un clima di incomprensione e pregiudizio.

Parlando di quei pochi momenti significativi di rappresentazione positiva, Nava ha ricordato quando si è sentita rappresentata per la prima volta dal personaggio di Grey’s Anatomy Callie Torres. Callie era una figura di donna trans* curvy, bisessuale e latina che non si scusava per chi fosse: una rappresentazione che ha lasciato un’impronta indelebile su di lei durante l’infanzia.

Nell’interpretazione del personaggio Teri in Baby Reindeer, Nava ha voluto infondere  esperienze personali, tra cui una in particolare: quella di relazionarsi con uomini che non hanno elaborato la propria vergogna, la propria queer-fobia interiorizzata. “Non ho dovuto fare ricerche per capire le emozioni di cercare amore e intimità con qualcuno che fugge da esso,” ha spiegato. 

Nava ha sottolineato, inoltre, quanto sia stato liberatorio interpretare un personaggio che non fosse definito dal suo essere transgender, ma che fosse piuttosto una persona completa, con una vita propria e desideri indipendenti. “È stato meraviglioso vedere Teri come una figura forte e completa, che non ha bisogno di nessuno per sentirsi realizzata, ma che desidera comunque stare insieme a qualcuno,” ha detto Nava, descrivendo come, nel contesto della serie, Teri funga da pilastro intorno al quale si sviluppano altri eventi e dinamiche.

Verso la fine dell’intervista, Nava ha parlato della continua lotta per accogliere al meglio la propria identità, un percorso che ha trovato compimento solo negli ultimi anni. Ha poi offerto parole di incoraggiamento alle persone gender questioning, ovvero le persone che si stanno interrogando sulla propria identità di genere: “Non saremo mai senza comunità perché esisteremo sempre in ogni angolo del mondo. Anche nei momenti di persecuzione, di isolamento o di profonda repressione, siamo uniti all’universo. Apparteniamo a questo mondo e abbiamo qualcosa da offrire. Dobbiamo continuare a lottare insieme.”

nava mau e la sua intervista ad Attitude

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24

Continua a leggere

Baby Reindeer, chi è Richard Gadd, comico queer che ha creato la serie Netflix del momento? - baby reindeeruniversal base na 02 zxx - Gay.it

Baby Reindeer, chi è Richard Gadd, comico queer che ha creato la serie Netflix del momento?

Serie Tv - Redazione 23.4.24
Baby Reindeer, Nava Mau e la rappresentazione trans nella nuova serie crime Netflix di cui tuttə parlano - Baby Reindeer n S1 E2 00 20 42 07 - Gay.it

Baby Reindeer, Nava Mau e la rappresentazione trans nella nuova serie crime Netflix di cui tuttə parlano

News - Redazione 19.4.24
I film LGBTQIA+ della settimana 22/28 aprile tra tv generalista e streaming - film queer 1 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 22/28 aprile tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 22.4.24
anna de simone baby reindeer, teri

La caccia alla “vera Teri” di “Baby Reindeer”, chi è la persona scambiata per il personaggio di Mava Nau

Serie Tv - Gio Arcuri 10.5.24
nava mau baby reindeer

Baby Reindeer racconta il malessere nelle relazioni affettive nel mondo post binario dominato dai social

Serie Tv - Yannick Danieli 29.4.24
Fenomeno Baby Reindeer, è boom Netflix. +65% di spettatori in una settimana - Baby Reindeer - Gay.it

Fenomeno Baby Reindeer, è boom Netflix. +65% di spettatori in una settimana

News - Redazione 2.5.24
Baby Reindeer, Cardi B accusata di omofobia: "Ci sono uomini che scoprono di essere gay dopo uno stupro" - baby reindeer cardi b - Gay.it

Baby Reindeer, Cardi B accusata di omofobia: “Ci sono uomini che scoprono di essere gay dopo uno stupro”

News - Redazione 30.4.24
nava mau baby reindeer

Nava Mau: chi è l’attrice trans* di Baby Reindeer che interpreta il ruolo di Teri

News - Gio Arcuri 26.4.24