OkCupid. La nuova inclusiva e provocante campagna pubblicitaria, supervisionata da Maurizio Cattelan

“Tutti, dalle femministe agli introversi, dai non binary ai pansessuali e ai vaccinati, sono i benvenuti in OKCupid”, afferma la CMO Melissa Hobley.

ok cupid, pubblicità lgbt 2021
2 min. di lettura

Ok Cupid, il popolare sito di incontri, è tornato con una nuova campagna pubblicitaria che vuole celebrare “ogni singola persona”. Gli scatti audaci includono un bear con un cuore rasato nel petto peloso ed un ragazzo con un albero che cresce dall’inguine.

L’agenzia pubblicitaria Mekanism ha chiesto la collaborazione di Maurizio Cattelan, l’artista italiano che con le sue irriverenti opere si è fatto conoscere in tutto il mondo. Anche un altro grande professionista italiano ha supervisionato il lavoro, il fotografo Pierpaolo Ferrari.

Il tempismo per la nuova campagna è perfetto: “Mentre le persone tornano ad incontrarsi e si sentono più a loro agio nel farlo, vogliamo che questa campagna mostri a tutti e tutte– dalle femministe agli introversi, dai non binary ai pansessuali e ai vaccinati – che OkCupid è un luogo dove sentirsi accolti. Siamo sempre stati un’app di appuntamenti fortemente inclusiva e questo non cambierà mai“. Così ha detto al magazine The Drum Melissa Hobley, chief marketing officer di OKCupid.

Negli ultimi mesi, inoltre, OkCupid ha visto un grande afflusso di utenti che si identificano come LGBTQ+. L’app di incontri è, infatti, la prima che attualmente offre la più ampia selezione dei generi, degli orientamenti e delle identità. OkCupid è stata anche la prima ad implementare una sezione per la scelta dei pronomi nei quali ci si identifica.  Nell’estate del 2021, in collaborazione con gli esperti della comunità e la Human Rights Campaign, il marchio ha aggiunto ancora più tag, consentendo agli utenti di personalizzare il proprio profilo e le proprie preferenze selezionando più di 60 opzioni tra orientamenti sessuali ed identità di genere.

“Quando sei veramente inclusivo, sei destinato a offendere qualcuno”

Le immagini della campagna pubblicitaria sono state ritenute impertinenti da qualcuno. Katrina Mustakas, direttore creativo di Mekanism, ha detto che molte delle immagini più provocatorie non sono state approvate in molti dei posizionamenti nelle città New York, Los Angeles e Chicago. “Questo non ci impedirà di continuare a dare il benvenuto a “Ogni singola persona” su OkCupid.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Matt Bomer: "Non mi hanno fatto fare Superman perché sono gay" - Matt Bomer - Gay.it

Matt Bomer: “Non mi hanno fatto fare Superman perché sono gay”

Cinema - Redazione 12.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Carlotta D'Amico e mamma Erika vincono "Io Canto Family"

Carlotta D’Amico e mamma Erika vincono “Io Canto Family”

Culture - Luca Diana 13.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Fabio Tuiach assolto in appello dopo l'iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba - Fabio Tuiach a processo - Gay.it

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l’iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba

News - Redazione 13.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Chiara Ferragni con il volto martoriato nel post con cui Profit Ways ha pagato Meta per sponsorizzare le criptovalute

Il volto martoriato di Chiara Ferragni in un violento post Instagram

News - Redazione Milano 8.1.24
Due mamme, un figlio, una famiglia. Il bellissimo spot italiano - Due mamme un figlio una famiglia. Il bellissimo spot italiano - Gay.it

Due mamme, un figlio, una famiglia. Il bellissimo spot italiano

Culture - Redazione 7.3.24
TIM parità di genere - Lo spot di Giuseppe Tornatore

Cosa ne pensate dello spot sulla parità di genere che fa arrabbiare i Fascisti d’Italia?

Culture - Redazione Milano 4.1.24
led-corso-di-formazione-edge

LED, il corso di formazione di EDGE sull’inclusione e l’empowerment per dipendenti LGBTQIA+ e alleat*

Culture - Francesca Di Feo 5.2.24