L’università di Oxford invita gli studenti a usare pronomi neutri, come ‘ze’, contro le discriminazioni

I diritti passano anche per il linguaggio.

L'università di Oxford invita gli studenti a usare pronomi neutri, come 'ze', contro le discriminazioni - Gay.it
< 1 min. di lettura

Il linguaggio al contempo manifesta e accoglie il nuovo. Un caso di uso del linguaggio per far spazio alle nuove forme dell’autodeterminazione arriva dall’Inghilterra. Gli studenti della Oxford University infatti sono stati invitati a utilizzare pronomi neutri – come ad esempio ‘ze‘ – per ridurre la discriminazione di genere.

 

Alcuni volantini distribuiti presso l’università hanno sottolineato che si spera così di impedire agli studenti transgender di sentirsi offesi dall’uso dei pronomi non corretti e strettamente binari.

Il Sunday Times ha riferito inoltre che l’uso di tali pronomi sarà incentivato nelle lezioni, nei seminari e, auspicabilmente, al di fuori dell’università. Insomma l’università intende proporre una vera e propria linguistica e di mentalità-

Peter Thatchell, attivista LGBT, ha dichiarato: “È una cosa positiva, sarà utile per evitare di sottolineare le divisioni di genere e le barriere. È bene avere pronomi di genere neutri per coloro che li vogliono, ma non dovrebbero essere obbligatori. La questione non riguarda l’essere politicamente corretti, né il fatto di censurare qualcuno. Si tratta di riconoscere il cambio di identità di genere e di rispettare il diritto delle persone che non si identificano né con il genere maschile né con quello femminile. Dare alla gente l’opzione dello “ze” è un segno di attenzione e sensibilità”. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Enrico 18.12.16 - 0:17

Sembra l'apoteosi della demenza, quando ci sarà un sistema ternario (lui, lei, x) ci sarà sempre qualcuno che si sentirà troppo speciale per catalogarsi come tutto gli altri e avrà bisogno di un quarto genere per differenziarsi dal resto della massa.

Avatar
Le Spy 15.12.16 - 11:18

Non ho capito, vogliono invitare la gente ad usare questo pronome per tutti o solo diffondere un neologismo specifico per chi non si identifica in nessuno dei due sessi? Perché nel primo caso sarebbe una boiata controproducente, gli omofobi non vedono l'ora di avere occasione per fare la parte dei discriminati. Già intravedo mio fratello al computer sul sito della sua parrocchia a leggere "la nuova mossa d sat4na x traviare le menti dei ggggiovani!!111". E comunque non vedo cosa c'entri coi transgender, che vogliono essere riconosciuti come appartenenti al sesso opposto a quello biologico, non come entità "neutre".

Avatar
Giovanni Di Colere 14.12.16 - 16:21

Lo ze? Ma che lingua è?

Trending

Carlotta D'Amico e mamma Erika vincono "Io Canto Family"

Carlotta D’Amico e mamma Erika vincono “Io Canto Family”

Culture - Luca Diana 13.6.24
Fabio Tuiach assolto in appello dopo l'iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba - Fabio Tuiach a processo - Gay.it

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l’iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba

News - Redazione 13.6.24
Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: "Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni" - Pride Croisette 2 - Gay.it

Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: “Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni”

News - Federico Boni 12.6.24
Sanremo 2025, parla Carlo Conti: "Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival" - Carlo Conti - Gay.it

Sanremo 2025, parla Carlo Conti: “Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival”

Culture - Redazione 13.6.24
Sanremo 2025, parla Carlo Conti: "Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival" - Carlo Conti - Gay.it

Sanremo 2025, parla Carlo Conti: “Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival”

Culture - Redazione 13.6.24
Cristian Imparato, Io Canto Family 2024

Cristian Imparato ospite a “Io Canto Family”: com’è cambiato negli anni?

Culture - Luca Diana 11.6.24

Leggere fa bene

Topolino e Minnie costretti a censurare la parola "gay" da uno show Disney ad Orlando.

Topolino e Minnie cancellano la parola “gay” da uno show

News - Redazione Milano 2.1.24
George Michael, arriva la moneta da 5 sterline della zecca reale britannica - George Michael - Gay.it

George Michael, arriva la moneta da 5 sterline della zecca reale britannica

Culture - Redazione 28.2.24
schwa

“Per il 54% degli italiani il linguaggio inclusivo è solo una moda”, l’indagine completa

News - Redazione 13.5.24
2023: Le cose da portate con noi

10 cose che vogliamo portarci nel 2024

Culture - Redazione Milano 27.12.23
Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay - cover insulti - Gay.it

Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay

News - Redazione 28.5.24
gran-bretagna-ruanda-rifugiati-lgbtqia

Gran Bretagna, rifugiati LGBTI+ da deportare in Ruanda, approvato il piano immigrazione

News - Francesca Di Feo 24.4.24
Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio - Sessp 15 - Gay.it

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio

Culture - Federico Colombo 1.1.24
Brianna Ghey

Brianna Ghey, colpevoli due sedicenni: gli atroci dettagli dell’omicidio

News - Redazione Milano 23.12.23