Padova Pride Village 2023, il programma tra Sophie and the Giants, Levante, Duncan James e Noemi

Dal 9 giugno al 9 settembre, con Levante madrina d’eccezione della XVI Edizione e “Mare Caos” di Paola & Chiara sigla ufficiale del Festival.

ascolta:
0:00
-
0:00
Padova Pride Village 2023, il programma tra Sophie and the Giants, Levante, Duncan James e Noemi - Padova Pride Village 2023 - Gay.it
9 min. di lettura

Venerdì 9 giugno alle 19.30 i cancelli della Fiera di Padova si apriranno ufficialmente per dare il via al Pride Village Virgo, l’unico Festival LGBTQ+ italiano arrivato quest’anno alla  sua XVI Edizione e che fino al 9 settembre, dal mercoledì al sabato, richiamerà decine di migliaia di persone in arrivo da tutto il Bel Paese.

Tre mesi di musica, teatro, cultura, divertimento e promozione dei diritti civili che vedranno i due palchi del festival ospitare personalità del calibro di Levante, Paola e Chiara, Ornella Muti, Laura Morante, Anna Foglietta Ennio Marchetto, Eva Robin’s, Sandra Milo, Sophie and the Giants, Duncan James, Noemi, I Cugini di Campagna, Beatrice Quinta e Samuel, frontman dei Subsonica e dei Motel Connection. Il tutto in un un’area esterna di 10.000 metri quadrati, un palco esterno di oltre 500 metri quadrati e dotato di copertura per scongiurare l’eventuale maltempo, e uno all’interno, climatizzato, che occupa un’area di 4000 metri quadrati. Ci saranno poi sette punti bar, per un aperitivo o un after dinner, un’enoteca e una caffetteria, oltre a diversi ristoranti e ai i pub del centro cittadino che hanno spostato al Festival il loro giardino estivo.

«Anche quest’anno il Pride Village Virgo segna l’inizio dell’estate: apriamo questa sedicesima edizione con la consapevolezza della grande aspettativa del pubblico che ogni anno popola e vive questo spazio – ha dichiarato Alessandro Zan, Fondatore del Pride Village Virgo – Dal 2008 infatti il Village è cresciuto di anno in anno, fino a diventare il più importante festival LGBTQIA+ d’Italia, un primato che ci riempie di orgoglio, ma anche di responsabilità. Sappiamo infatti che questo è certamente percepito come uno luogo di intrattenimento e spensieratezza, ma da sempre l’offerta culturale e di approfondimento politico ha reso il Pride un punto di riferimento per la difesa dei diritti di tutte le persone. Anche quest’anno dunque uniremo il divertimento con l’impegno, perché mai come ora si avverte il bisogno di tenere alta la bandiera delle battaglie di civiltà e uguaglianza».

«Quasi non riesco a contare gli anni in cui tutto questo ebbe inizio: estate dopo estate, si ripete, rinnovata, la magia di questa bella manifestazione dove la gioia impressa sul volto del pubblico ripaga in pochi secondi di tutti gli sforzi profusi per trasformare i luoghi “nudi” messi a disposizione dalla Fiera di Padova in una casa accogliente per tutti. – ha aggiunto Federico Illesi della Direzione del Pride Village Virgo – Perché questo è il Village: uno spazio polivalente in cui la promozione dei diritti civili, l’intrattenimento, la cultura e il divertimento vanno di pari passo. Negli anni, il nostro Festival è diventato un vero e proprio punto di riferimento a livello nazionale: la cura degli allestimenti e la scelta degli ospiti ci ha permesso di incontrare realtà imprenditoriali, come Virgo, sensibili a queste tematiche per collaborare proficuamente insieme».

«”Per urlare di nuovo e spezzarmi la voce/ Quando la vita è una bestia feroce”. Questo verso di “Mare Caos” di Paola e Chiara, sigla del Festival, sintetizza l’atmosfera di questa XVI Edizione. – ha raccontato il Direttore Artistico Lorenzo BosioVogliamo che il Pride Village Virgo diventi una cassa di risonanza per tutte forme di spettacolo, cultura e intrattenimento che siano grado di lanciare un messaggio di libertà ed inclusione, così come solo l’arte, con il suo potere, sa fare. Quest’anno la programmazione sarà particolarmente ricca per abbracciare i desideri di un pubblico di tutte le età: teatro, stand up comedy, talk, presentazioni di libri e concerti in esclusiva con ospiti internazionali. Di notevole qualità sarà anche il cast dell’animazione e il numero dei DJ Resident, che andranno ad affiancare i Guest provenienti da tutta Europa. Ogni sabato, inoltre, il nostro corpo di ballo dedicherà un tributo a tutti quegli artisti e pittori che si sono distinti per il loro messaggio di pace».

Big Opening Weekend

Madrina d’eccezione di questa edizione Levante, qui da noi intervistata, mentre Mare Caos di Paola & Chiara farà da sigla ufficiale. Spazio quindi alla musica con gli Eiffel65 coinvolti in un dj set. Una festa che proseguirà anche sabato 10 giugno, tra letteratura e musica. Nel prime time il Pride Village Virgo ospiterà Selvaggia Lucarelli e Lorenzo Biagiarelli, in occasione della recentissima uscita del libro a quattro mani “Gli altri litigano per gelosia. Noi per gatti, fiori, foto e ristoranti”. Giovanni Brugnoli, inoltre, presenterà il suo romanzo d’esordio “Io, Broccolo”, storia di una generazione che deve fare i conti con il cambiamento climatico, i social e le proprie paure esistenziali. La serata si concluderà in pista con la disco targata Andrea Zelletta.

Padova Pride Village 2023, il programma tra Sophie and the Giants, Levante, Duncan James e Noemi - Padova Pride Village - Gay.it

Il Programma

Nei tre mesi del Pride Village Virgo il pubblico troverà ogni sera un programma diverso, con protagonisti del mondo dello spettacolo, della letteratura, dell’intrattenimento e della televisione, che quest’anno hanno scelto il Pride Village Virgo come palcoscenico per esibirsi, raccontarsi e far conoscere al pubblico le loro nuove produzioni.

Musica

Anche quest’anno si preannuncia ricco il parterre di artisti, musicisti e virtuosi della consolle che animeranno le serate targate Pride Village Virgo. Tra questi, sabato 29 luglio sarà al Pride Village Virgo Sophie and the Giants, progetto della cantante britannica Sophie Scott. Ad una sola settimana di distanza, sabato 5 agosto arriverà al Village Duncan James, ex Blue.

Mercoledì 28 giugno salirà sul palco alla Fiera di Padova Noemi, tra le delle voci più riconoscibili e amate del panorama musicale italiano. Protagonista live di sabato 1 luglio sarà Beatrice Quinta, rivelazione dell’ultima edizione di X Factor grazie al suo stile pop ironico e seducente. Dopo il grande ritorno sanremese con la hit “Lettera 22”, mercoledì 12 luglio arriveranno al Village I Cugini di Campagna. Venerdì 21 luglio sarà il turno della cantautrice italiana Laura Bono, che arriverà alla kermesse con il suo “A Un Passo Live Tour”. Non poteva mancare sabato 22 luglio la “Night with” Paola & Chiara, che con “Mare Caos” hanno firmato quest’anno la sigla della XVI edizione del Pride Village Virgo. Dopo il successo sanremese di “Furore”, una notte speciale di parole e note per ripercorrere una carriera costellata di hit. Venerdì 18 agosto Timothy Cavicchini & Band renderanno omaggio alle voci femminili della musica italiana, mentre venerdì 1 settembre sarà il turno de Il Pagante, gruppo musicale nato nel 2010 con l’intento ludico di ironizzare sulla vita notturna dei milanesi, raccontata attraverso successi dance pop quali “Entro in pass”, “Settimana bianca”, “Portofino” e “Devastante”. Mercoledì 6 settembre gradito ritorno di due amici del Pride Village Virgo: Immanuel Casto e Romina Falconi che con “Insegnami La Vita Club Tour” rinnovano il loro sodalizio artistico. In unico set congiunto suoneranno e canteranno dal vivo i rispettivi repertori, accompagnati dalla loro live band. Live & Talk venerdì 8 settembre con il duo Karma B.

Sabato 24 giugno, Virginio & Teo Bok presenteranno il singolo “Il giorno con la notte”. Venerdì 30 giugno sarà invece Timothy Cavicchini a far scoprire al pubblico “Weekend”, progetto tutto dance nato dopo le esperienze di The Voice, All Together Now e l’apparizione su Vanity Fair. Sabato 8 luglio Antonino, vincitore di Amici, si racconterà in un’intervista presenterà il suo nuovo singolo “Roma d’Estate”. Infine, venerdì 4 agosto VERGO, artista pop “ricercatore di melodie e parole”, porterà sul palco il suo EP di recente uscita.

Padova Pride Village 2023, il programma tra Sophie and the Giants, Levante, Duncan James e Noemi - Lorenzo Balducci 4 1 - Gay.it

Teatro e Stand-up Comedy

Il Pride Village Virgo, a conferma della sua vocazione culturale, dedicherà nella sua XVI Edizione grande spazio all’arte performativa, ospitando alcune delle figure di spicco del teatro e del cinema italiano.

A cominciare da Ornella Muti che mercoledì 14 giugno sarà in scena con “Il Pittore Di Cadaveri”, opera in tre atti di Mark Borkowski, che inneggia alla vita attraverso la sua assenza. Con l’ironia e la verve che da sempre la contraddistingue, mercoledì 21 giugno arriverà sul palco Vladimir Luxuria con “Stasera ve la canto”, un monologo autobiografico in piedi sui tacchi che punta a demolire i luoghi comuni sulla transessualità e l’ideologia gender. Mercoledì 5 luglio il Village avrà il piacere di ospitare la grande attrice Laura Morante con “Brividi Immorali”, tratto dall’omonimo libro dell’artista pubblicato da La nave di Teseo, in cui racconti e interludi si spalancano, come finestre spazzate da venti umorali, su un mondo di relazioni e affetti, attraversato da una quotidiana violenza, piccola o grande. Il dramma vissuto dai migranti irromperà sul palco mercoledì 19 luglio con “Una Guerra” di Anna Foglietta, vicenda di una donna che per salvare i suoi due figli dalla guerra del suo Paese decide di mettersi in mare.

Dal tono più leggero ma non per questo meno pungente sarà l’incontro, mercoledì 2 agosto, con Sandra Milo. Anche in questa edizione non poteva mancare un grande amico del Festival, l’impersonator Vincenzo De Lucia che torna a Padova venerdì 7 luglio con un tributo agli ormai mitici giochi a premi degli anni 90.

Gli spettacoli proseguiranno con Debora Villa che nel recital “20 di Risate”, mercoledì 26 luglio, ci rivelerà cosa succede a una donna quando raggiunge i “nannaranannann” anni. Edoardo Zaggia e Alberto Sacco in “Ho paura delle Suore” (venerdì 28 luglio) racconteranno fiabe per adulti affetti da partita IVA, app di incontri, gruppi WhatsApp, reflusso e altri disagi. Può un’attrice comica mettere in ordine la vostra vita? Proverà a farlo mercoledì 9 agosto Maria Pia Timo, in “Una Donna Di Prim’ordine”, attraverso un concentrato di teorie scientifiche e non, riflessioni, metodi giapponesi e della nonna, ma, soprattutto, tante risate. Il grottesco mondo della vita precaria dei giovani attori ma anche dei social addicted, è invece al centro di “FAKE” di Lorenzo Balducci (mercoledì 16 agosto), una riflessione su ciò che ormai ci sia rimasto di autentico e spontaneo in un mondo dominato da apparenza. Dal digitale alla magia dell’analogico: mercoledì 23 agosto torna gradito ospite del Village Ennio Marchetto che, in “Carta Canta”, darà vita ad una vera babilonia di musica, teatro e creatività. A chiudere gli appuntamenti sarà mercoledì 30 agosto “A night with” Eva Robin’s che, tra parole e musica, ripercorrerà una carriera nata alla fine degli anni Settanta come corista di Amanda Lear e sviluppatasi poi tra le sette note, il cinema e il teatro.

Gli appuntamenti, tuttavia, non si concludono qui. Quest’anno il Pride Village Virgo ha voluto dedicare ogni giovedì una serata agli stand up comedians più apprezzati dal pubblico. Tra una risata e l’altra saranno on stage: Yoko Yamada in “Pizza Sul Gelato” (15 giugno); Matteo Fallica in “Cicale” (22 giugno); Sandro Cappai in “Non si muore così facilmente” (29 giugno), Alessandro Gori in “Summer Live” (6 luglio), Nicolò Falcone in “Io, Campione” (13 luglio); Francesco Fanucchi in “Standard” (20 luglio); Filippo Spreafico in “Italian Rhapsody” (27 luglio); Sandro Canori in “Non Siamo Soli, Siamo Troppi” (3 agosto); Andrea Saleri in “Succhio di Soia” (10 agosto); Sofia Gottardi in “Uno Spettacolo Strano” (17 agosto); Ivano Bisi in “L’uomo del Continente” (24 agosto); Horea Sas in “Roba Nuova” (31 agosto); e Carmine Del Grosso in “Solo – Uno Spettacolo Tra Amici” (7 settembre).

cathy la torre
https://www.donnapop.it/2022/06/13/avvocathy-chi-e-cathy-la-torre-eta-vita-privata-compagna-padre-studio-legale-libri-malattia-selvaggia-lucarelli-instagram/

Talk & Books

Nel corso dei tre mesi del Pride Village Virgo saranno numerosi i momenti di incontro dedicati al dibattito con ospiti provenienti dal mondo della cultura e dell’intrattenimento

A rompere il ghiaccio saranno venerdì 23 giugno saranno l’avvocata Cathy la Torre e l’attore e influencer Guglielmo Scilla, con la presentazione del podcast “Invertiti”, nel quale i due attivisti per i diritti civili raccontano la vita di personaggi che hanno “invertito” la storia della comunità. Ai rifugiati LGBTQIA+ sarà invece dedicato il talk di venerdì 7 luglio che vedrà ospite del Festival Nello Scavo, reporter internazionale e corrispondente di guerra. Venerdì 14 luglio il microfono passerà a Paola Di Nicola Travaglini, una delle magistrate italiane più esperte nella lotta alla violenza di genere. Venerdì 18 agosto, Nerina Milletti, studiosa e femminista, condurrà, invece, il pubblico nella storia del movimento lesbico italiano dal suo inizio ad oggi.

Molti saranno anche gli autori che verranno al Festival per presentare le loro nuove uscite e progetti editoriali. Sabato 10 giugno Selvaggia Lucarelli e Lorenzo Biagiarelli saranno al Festival con “Gli altri litigano per gelosia. Noi per gatti, fiori, foto e ristoranti” e Giovanni Brugnoli presenterà il suo romanzo d’esordio “Io, Broccolo”, storia di una generazione che deve fare i conti con il cambiamento climatico, i social e le proprie paure esistenziali. Venerdì 16 giugno verrà raccontato “Edizione Inaudite”, un progetto di editoria d’arte indipendente nato a Berlino nell’ottobre 2013 dall’iniziativa dell’artista Barbara Fragogna, con la collaborazione di Claudia Di Giacomo. Rimanendo sulla linea dell’arte, venerdì 23 giugno Vincenzo Patanè sarà sul palco per promuovere “Icone gay nell’arte: marinai, angeli, dei”, un percorso attraverso 100 opere d’arte sul desiderio correlato al corpo maschile. Sabato 24 giugno Angelo Mazzone con “Sotto le Guglie dentro i Cortili” porterà al Village la sua guida game per scoprire la Milano segreta. Un surreale viaggio on the road di due personaggi agli antipodi è lo spunto per “Doveva essere il nostro momento” di Eleonora C. Caruso (sabato 1 luglio). Federico Illesi con “Amari & digestivi. Gli Elisir di lunga vita”, sabato 8 luglio ci porterà in un mondo di icone dal sapore intramontabile che hanno saputo rinnovarsi nel tempo, aggiornandosi con l’evoluzione degli usi e dei costumi e affermandosi come un mito irrinunciabile. Altro esordio letterario che verrà presentato al Pride Village Virgo è quello di Andrea Dianetti (venerdì 14 luglio) che con “La felicità del gambero” racconta una commedia romantica che parla di felicità, quella che tutti noi inseguiamo anche senza rendercene conto. Venerdì 21 luglio, grazie a Giorgia Mazzucato scopriremo il significato dell’espressione giapponese “Komorebi”, letteralmente “luce del sole che filtra tra le foglie degli alberi”, un’immagine che ben descrive questo racconto queer autobiografico presentato con arguzia e ironia dalla scrittrice. È la trasformazione di una condanna in un atto di amore per sé stessa e per gli altri, quella che Elena Di Cioccio racconta ai lettori, e al pubblico sabato 5 agosto, nel romanzo “Cattivo Sangue”, mentre Sara Fregosi, autrice e attivista per i diritti LGBTQIA+, con “Ho Sempre Amato Troppo”, venerdì 1 settembre, colorerà il Pride Village Virgo con tutte le sfumature dell’arcobaleno, così come fa quotidianamente con i suoi video ironici e provocatori sui social.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis - Tale e Quale Show 2024 - Gay.it

Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis

Culture - Redazione 24.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
Lolita intervista

Lolita e la libertà di andare oltre gli stereotipi: “Chiunque di noi può essere tutto ciò che vuole”

Musica - Emanuele Corbo 24.6.24
Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 giugno tra tv generalista e streaming - film queer 2 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 giugno tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 24.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Outing Festival (Media Ireland)

In Irlanda San Valentino è queer: benvenutə all’Outing Festival!

Viaggi - Redazione Milano 29.1.24
Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina - famiglie arcobaleno valtellina 1 1 - Gay.it

Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina

News - Gio Arcuri 22.2.24
fashion drama milano, eventi lgbtq

FASHION DRAMA: torna a Milano il queer cabaret più grande d’Italia in occasione della Fashion Week

News - Gio Arcuri 20.2.24
trans-visibility-night-star-t-2024

Torino ospita la quarta edizione di Star.T: una notte dedicata alla visibilità trans per celebrare storie, talenti e memoria

Culture - Francesca Di Feo 15.3.24
festival di cinema gay in italia e queer culture

Rassegne e festival italiani di cinema LGBTIAQ+ e cultura queer che nel 2024 dovresti conoscere

Cinema - Redazione 1.2.24
Sara Drago, Immaginaria 2024

Immaginaria 2024, Sara Drago sarà la madrina del Festival

Cinema - Luca Diana 4.5.24
“Out of the closet”: libri coraggiosi! - Matteo B Bianchi2 - Gay.it

“Out of the closet”: libri coraggiosi!

Culture - Federico Colombo 15.6.24
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24