Posta Svagata: ma devo per forza fare coming out?

Ma non posso vivermela felicemente anche senza annunciare nulla?

ascolta:
0:00
-
0:00
posta svagata
posta svagata
2 min. di lettura

Per scrivere a Posta Svagata, manda un’email a:
postasvagata at gay.it

 

“Ho venticinque anni, sono bisessuale, e ancora non me la sento di dirlo a chiunque. Lo sanno alcuni miei amici stretti, ma in altri contesti – tipo università o lavoro – preferisco evitare. Anche con i miei genitori, continuo a sviare il discorso. Anche la definizione bisessuale non so se mi calza appieno, è qualcosa che varia e non so ancora inquadrare da che parto pendo, e per questo non sono sicuro su come definirmi e a volte temo di non essere ‘credibile’, verso me o gli altri. Ma non posso vivermela felicemente lo stesso?”
(Marta, Velletri)

 

Siamo sommersə da mille definizioni e termini ombrello che se da una parte ci aiutano a comprendere di più le nostre infinite sfumature, dall’altra riducono la nostra identità ad un cartellino da timbrare.

Come scegli di definirti è un percorso assolutamente tuo, ma trovare la parola giusta non dovrebbe essere l’obiettivo primario.

Hai tutto il tempo di confermarlo, confutarlo, evolverlo, e riparlarne diversamente a distanza di tempo. Nel frattempo rispondere anche non lo so è un’opzione valida e rispettabile, che non toglie nulla a quello che stai vivendo.

Capisco che a volte spiegarlo può essere una rottura.

C’è ancora questa concezione del coming out come un grande evento d’annunciare con violini in dissolvenza e applausi in platea. Una grande ‘rivelazione’ (o peggio ancora, confessione) da fare riuniti a tavola, rischiando di mandare di traverso il pranzo a nonna. Anche con le celebrità è così: la sessualità è ancora una notizia, uno scrutinio costante da confermare o smentire, agli occhi di chiunque.

La pressione è reale, ma la verità è che non siamo tenutə a vivercela così: fare un coming out all’acqua di rose è anche un privilegio, a seconda del contesto sociale che ci circonda, soprattutto se parliamo di famiglia e lavoro.

Ma anche se abbiamo la fortuna di trovarci in un contesto progressista e sensibile, dover far sapere agli altri chi sei non è un dovere morale a cui sei obbligatə a rispondere.

Perché non potermelo vivere senza annunciarlo? Perché non poter essere chi sono senza renderlo un esame da superare davanti il corpo docente?

Non è normale sentirsi a disagio, ma in una società che ci ha cresciute a pane ed eteronormativa è più che comprensibile.

Ma invece di soccombere a questo disagio, scegli tu con quali armi fronteggiarlo, affidandoti ai mezzi che ritieni più sicuri per te in questo momento.

Spesso prima di scoprirci davanti agli altri, necessitiamo ancora tempo per farlo solo davanti a noi stessə: stando alle nostre regole, i nostri imbarazzi, contraddizioni, e piccole grandi vittorie personali.

C’è un potere d’autodeterminazione forte e inconfutabile nel dire chi sei, ma non segue un iter unico per chiunque.

Non sentirti costretta a fare qualcosa che ora non desideri o di cui non senti l’urgenza, solo in funzione della narrazione dominante.

Coming out significa letteralmente uscire fuori, allo scoperto. Ma quando, con chi, e come uscire è una scelta tutta tua.

Forse non sentirai mai il bisogno di farlo con i tuoi colleghi o genitori, o forse accadrà in maniera molto più imprevedibile, spontanea, e banale di quel che credevi: nel migliore dei casi, non fregherà nulla a nessuno.

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
maschioroma 10.4.23 - 14:32

La domanda posta da Mara è di quelle complesse, difficile darne soluzione semplice e permettimi di dire che la risposta dell'articolo è piuttosto semplicistica. Il coming out è qualcosa che incide pesantemente sul vissuto quotidiano di un omosessuale. Viviamo in una società in cui gli eterosessuali si sentono a proprio agio e parlano apertamente della propria vita sentimentale/sessuale. Quando tuo fratello parla della sua fidanzata o la tua collega di ufficio ti parla di suo marito o anche la cassiera del supermercato fa una battuta perchè non trova uno straccio di fidanzato, tu, che hai deciso di non fare coming out di vivertela "felicemente" così, che fai? Non parli? Cambi discorso? Fuggi via? E se ti fanno una domanda diretta? Sei gay? Il coming out è inesorabile, non permette soluzioni di comodo. O decidi di dirlo chiaramente e vivere alla luce del sole oppure entri nella categoria delle "velate", quelli con i partner inventati, dei troppi impegni di lavoro e altre amenità del genere.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
pride di modena, terni e alessandria

Come sono andati i Pride di Alessandria, Terni e Modena il 25 maggio – GALLERY

News - Gio Arcuri 28.5.24
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
Elodie cover nuovo singolo

Elodie annuncia il nuovo singolo “Black Nirvana” e i fan la incoronano “regina del deserto”

Musica - Emanuele Corbo 29.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Spoiler Alert (2022)

Posta Svagata: “Lui vuole andare a convivere ma io no?”

Guide - Riccardo Conte 10.2.24
La figlia dell'ex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender - La figlia dellex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender - Gay.it

La figlia dell’ex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender

News - Redazione 13.5.24
Ricky Martin, fu suo padre a spingerlo a fare coming out: "Cosa insegnerai ai tuoi figli, a mentire?" - Ricky Martin - Gay.it

Ricky Martin, fu suo padre a spingerlo a fare coming out: “Cosa insegnerai ai tuoi figli, a mentire?”

News - Redazione 25.3.24
Francesca Schiavone festeggia San Valentino con l’amata Sileni: “Sempre insieme” - Francesca Schiavone e Sileni 5 - Gay.it

Francesca Schiavone festeggia San Valentino con l’amata Sileni: “Sempre insieme”

Corpi - Redazione 15.2.24
Lance Bass degli NSYNC e il coming out: “Cambiò la mia carriera, nel bene e nel male” - Lance Bass foto cover - Gay.it

Lance Bass degli NSYNC e il coming out: “Cambiò la mia carriera, nel bene e nel male”

Culture - Redazione 7.3.24
Vittorio Menozzi, Grande Fratello

Vittorio Menozzi dopo l’eliminazione dal Grande Fratello: “I momenti difficili non sono mancati”

Culture - Luca Diana 18.3.24
Karan Brar, l'ex stellina Disney tra salute mentale e coming out: "Sono bisessuale, vi racconto come mi sono trovato" - Karan Brar 2 - Gay.it

Karan Brar, l’ex stellina Disney tra salute mentale e coming out: “Sono bisessuale, vi racconto come mi sono trovato”

Culture - Redazione 1.12.23
Tutti i coming out "vip" del 2023 - cover coming out 2023 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2023

News - Redazione 12.12.23