Proposta di legge anti-LGBTQ+ in Senegal, “La democrazia è in pericolo”

I legislatori del Senegal mirano a sterminare la comunità queer del Paese.

Proposta di legge anti-LGBTQ+ in Senegal, "La democrazia è in pericolo" - 85119074 hi018434557 - Gay.it
3 min. di lettura

I diritti della comunità LGBTQ+ in Africa continuano a essere minacciati quotidianamente. Dopo la terribile legge attualmente discussa in Ghana, è il turno del Senegal stringere la morsa sulle persone queer. Il 13 dicembre alcuni membri dell’Assemblea Nazionale hanno presentato una proposta di legge che mira a peggiorare la già ardua condizione della comunità queer.

Attualmente la pena prevede la reclusione fino a cinque anni con l’accusa di “atti contro natura”, ma i legislatori desiderano estenderla fino a dieci anni. Alioune Souaré, il promotore, ha formato, affiocato da Ababacar Mboup, Mamadou Lamine Diallo e Moustapha Gouirassy un’alleanza dal nome Say No To Homosexuality Alliance, che conta di depositare la proposta in parlamento molto presto. Sono infatti due anni che i deputati sarebbero al lavoro su questa legge, supportata anche dalle lobby anti-LGBTQ+ che popolano il Paese.

Senegal legge anti-LGBT Gay.it
Le proteste della popolazione contro la comunità LGBTQ+ in Senegal

Le conseguenze potrebbero anche essere peggio di quello che sembrano. Non solo, infatti, si inasprirebbero le pene per coloro che non sono eterosessuali. La legge mira anche a colpire le persone intersessuali – anche qui con reclusione fino a dieci anni -, considerate “inclini a tutte le orge sessuali immaginabili”. Infine, l’obiettivo è includere anche il solo sostenere la comunità LGBTQ+ un crimine: dai tre ai cinque anni in prigione e una multa da CFA500,000 a cinque milioni per tutti coloro che praticano qualunque forma di attivismo LGBTQ+. Nella prima bozza, circolata il 13 dicembre, si legge come l’intenzione sia far arrivare le leggi della Nazione a comparare l’omosessualità con “bestialità, necrofilia e altre pratiche simili”.

«Quando le libertà individuali, in particolare le più sacre – la privacy tra adulti consenzienti – vengono attaccate, allora resta poco tempo per rendersi conto che la democrazia è in pericolo»

Djamal Bangoura parla per tutti gli attivisti che hanno lanciato un appello internazionale, terrorizzati dalle prospettive per il futuro. Anche se non è ancor chiaro se la legge raccoglierà il supporto di altre parti politiche, può già contare sul consenso di una parte della popolazione, mossa anche dal fervore religioso che anima molti Stati africani. Proprio quest’anno, durante una protesta organizzata da alcune associazioni religiose, si sono viste migliaia di persone alzare cartelli con scritto “LGBT è una minaccia per l’umanità”. Sarà quindi difficile combattere l’inasprimento delle leggi, già etichettate dal Freedom Collettive of Senegal “il disegno di legge per uccidere la libertà”.

Senegal legge anti-LGBT Gay.it
Il presidente del Senegal Macky Sall

Dopo l’affermazione del presidente Macky Sall cinque anni fa – «Mai, sotto la mia autorità, l’omosessualità verra legalizzata sul territorio senegalese» – gli arresti in nome dell’articolo 319 del Codice Penale del Senegal hanno avuto un’impennata, soprattutto nel 2020. Il presidente Sall ha chiesto che le persone LGBTQ+ siano perseguitate e cacciate durante le elezioni presidenziali di due anni fa e anche le Nazioni Unite hanno invitato il Paese a decriminalizzare l’omosessualità. Gli attivisti e la comunità queer senegalese, tuttavia, non sono sorpresi dalla proposta di legge, dato che da anni il clima di terrore viene alimentato da tutti i fronti.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Hai già letto
queste storie?

Caitlyn Jenner sostiene ancora Donald Trump e dispensa ancora transfobia - Caitlyn Jenner - Gay.it

Caitlyn Jenner sostiene ancora Donald Trump e dispensa ancora transfobia

News - Redazione 19.3.24
Gabriel Attal, il nuovo premier di Francia è il primo dichiaratamente gay nonché il più giovane di sempre - Gabriel Attal - Gay.it

Gabriel Attal, il nuovo premier di Francia è il primo dichiaratamente gay nonché il più giovane di sempre

News - Redazione 9.1.24
famiglie omogenitoriali

Governo pronto al ricorso in Cassazione sulla dicitura “genitori” sui documenti dei minori. Informativa di Piantedosi

News - Redazione 10.4.24
Jill Biden: "Donald Trump è pericoloso per la comunità LGBTQ+ e per gli Stati Uniti" - Jill Biden - Gay.it

Jill Biden: “Donald Trump è pericoloso per la comunità LGBTQ+ e per gli Stati Uniti”

News - Redazione 16.4.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Salerno, aggressione omofoba al grido "ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*” - Omofobia 10 - Gay.it

Salerno, aggressione omofoba al grido “ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*”

News - Redazione 3.5.24
A sin: Giorgia Meloni con Elena Donazzan (è noto che la prima non ami la seconda) - a destra Cloe Bianco

Nessuna pace per Cloe Bianco, Elena Donazzan sarà candidata alle Europee da Fratelli d’Italia

News - Redazione Milano 7.12.23
Lodi, "mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile". La replica della titolare alla recensione disumana - pizzeria recensione choc - Gay.it

Lodi, “mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile”. La replica della titolare alla recensione disumana

News - Redazione 12.1.24