Qatar 2022, muore giornalista che ha indossato maglia arcobaleno, il fratello gay: “È stato ucciso”

Ufficialmente Grant Wahl è deceduto per un malore cardiaco. Fifa e ambasciata USA impegnati a restituire il corpo alla moglie.

ascolta:
0:00
-
0:00
grant wahl maglietta arcobaleno t-shirt rainbow qatar
grant wahl maglietta arcobaleno t-shirt rainbow qatar
2 min. di lettura

Doha, Qatar – È morto in tribuna durante la partita dei quarti di finale Olanda – Argentina Grant Wahl, 49 anni, uno dei più rinomati  giornalisti sportivi USA, in Qatar per seguire i Campionati del Mondo di calcio per conto del canale americano CBS Sport.

Apparentemente l’uomo è stato vittima di un malore, i giornalisti vicini di postazione nella tribuna dello stadio di Lusail a Doha, riferiscono che Wahl è caduto all’indietro durante i tempi supplementari della partita. Chiamati i soccorsi, l’uomo è stato tempestivamente soccorso sul posto e poi condotto all’ospedale dove è deceduto. Secondo il Wall Street Journal, Grant Wahl, in Qatar per seguire il suo ottavo mondiale da cronista, motivo per cui la Fifa lo aveva nei giorni scorsi premiato, sarebbe morto per un attacco di cuore.

Sul proprio sito web e attraverso il suo podcast, Wahl aveva riferito nei giorni scorsi di non essere nella miglior forma fisica, ammettendo di sentirsi abbandonato dal proprio corpo, di aver affrontato un raffreddore fortissimo che era peggiorato e che era riuscito a domare soltanto grazie agli antibiotici prescritti dall’ambulatorio del centro media di Doha. Wahl aveva anche specificato di non essere positivo al Covid, ammettendo che i controlli anti-Covid sono comunque obbligatori.

grant wahl diritti lgbt maglietta arcobaleno
Grant Wahl indossa la maglietta arcobaleno durante in Mondiali di Calcio in Qatar

Lo scorso 21 Novembre Wahl era stato fermato e trattenuto dal personale di sicurezza dell’organizzazione della Coppa del Mondo, perché aveva indossato una maglietta rainbow durante la partita tra Galles e USA. La maglietta era chiaramente un simbolo di sostegno ai diritti LGBT. Il giornalista aveva raccontato di essere stato trattenuto per 25 minuti allo stadio Ahmed Bin Ali di Al Rayyan per il semplice fatto di aver indossato quella t-shirt arcobaleno.

L’episodio della t-shirt potrebbe essere collegato alla morte di Wahl, che sarebbe tutt’altro che causata da un malore: è la tesi del fratello del giornalista, Eric Wahl.Non penso che mio fratello sia morto, mio fratello è stato ucciso” scrive su Instagram Eric “Mi chiamo Eric Wahl, sono il fratello di Grant e sono gay, sono io la ragione per cui mio fratello ha indossato la maglia rainbow durante i Mondiali. Mio fratello era sano e mi ha raccontato di aver ricevuto minacce di morte. Io non credo che mio fratello sia morto, credo che l’abbiano ucciso”. Successivamente Eric ha ammorbidito i toni dell’accusa, che resta tuttavia sul tavolo.

A questo punto soltanto un’autopsia, possibilmente svolta non dal Qatar, potrà fugare i dubbi. La Fifa e l’ambasciata americana in Qatar sono infatti impegnati a restituire il corpo di Grant Wahl il prima possibile a sua moglie, Celine Gounder, professoressa di medicina della New York University.

La morte di Grant Wahl è tuttora avvolta nel mistero.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
Roma Pride 2024, oltre un milione di persone per una giornata memorabile. Schlein e Gualtieri sul carro riscrivono la Storia - Roma Pride 2024 - Gay.it

Roma Pride 2024, oltre un milione di persone per una giornata memorabile. Schlein e Gualtieri sul carro riscrivono la Storia

News - Federico Boni 16.6.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

camara-squalificato-omofobia

Il centrocampista Mohamed Camara squalificato dopo aver coperto il logo della campagna anti-omofobia della Federcalcio francese

News - Francesca Di Feo 31.5.24
Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24
Rubén García, il calciatore spagnolo contro l'omofobia dell'Arabia Saudita: "Mi lascia a bocca aperta" - Ruben Garcia foto - Gay.it

Rubén García, il calciatore spagnolo contro l’omofobia dell’Arabia Saudita: “Mi lascia a bocca aperta”

Corpi - Redazione 17.1.24
Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese - Lucy Clark - Gay.it

Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese

Corpi - Redazione 2.2.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby - Roma Lazio il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti in vista del derby - Gay.it

Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby

News - Redazione 5.4.24
open-milano-torneo-contro-le-discriminazioni-23-marzo

Lo sport a servizio dell’inclusività: il torneo di calcio Open contro le discriminazioni

Corpi - Francesca Di Feo 16.3.24
Jakub Jankto e il coming out: "Non devo più nascondermi, anche con i ragazzi. Ora sono felice" - Jakub Jankto 3 - Gay.it

Jakub Jankto e il coming out: “Non devo più nascondermi, anche con i ragazzi. Ora sono felice”

Corpi - Federico Boni 20.12.23