Rubén García, il calciatore spagnolo contro l’omofobia dell’Arabia Saudita: “Mi lascia a bocca aperta”

"Se un compagno di squadra mi dicesse di essere omosessuale, io ne sarei felice!”, ha confessato l'attaccante dell'Osasuna.

ascolta:
0:00
-
0:00
Rubén García, il calciatore spagnolo contro l'omofobia dell'Arabia Saudita: "Mi lascia a bocca aperta" - Ruben Garcia foto - Gay.it
Ruben Garcia
2 min. di lettura

Domani prenderà il via a Riyad, in Arabia Saudita, la supercoppa italiana di calcio, con Napoli, Inter, Lazio e Fiorentina in campo. Nei giorni scorsi sempre a Riyad è andata in scena la supercoppa di Spagna, che ha visto il Real Madrid battere il Barcellona. Una supercoppa che ha fatto clamore per via dell’annuncio fatto dal club blaugrana ai propri tifosi, chiedendo loro di non portare bandiere arcobaleno allo stadio e di non esplicitare manifestazioni d’affetto tra persone dello stesso sesso. Questo perché in Arabia Saudita l’omosessualità è illegale, punita con la reclusione, punizioni corporali giudiziarie eseguite in pubblico fino a giungere, nei casi più gravi, alla pena di morte.

Parole che hanno suscitato stupore, visto e considerato che da anni il Barcellona è in prima fila nel combattere l’omofobia nel mondo del calcio. Ma se si vuole giocare in Arabia, al cospetto dei petrodollari, bisogna sottostare alle loro richieste medievali.

Rubén García, 30enne attaccante dell’Osasuna che ha sfidato proprio il Barcellona a Riyad in semifinale di Supercoppa, ha criticato pubblicamente l’Arabia Saudita e le linee guida diffuse dal club allenato da Xabi Alonso.

“Mi lascia davvero a bocca aperta vedere come sia considerato anormale che a un uomo piaccia un altro uomo”. “Mi sorprende che le coppie gay non possano essere qui. Potremmo fare dei passi in avanti”. “Il calcio è associato al machismo, alla mascolinità, alla forza… Suppongo che i calciatori omosessuali si sentiranno spaventati, potrebbero pensare ‘Cosa diranno se dico che mi piacciono gli uomini?’. Se un compagno di squadra mi dicesse di essere omosessuale, io ne sarei felice!”.

Dichiarazioni che hanno riscosso il plasuo delle associazioni LGBTQIA+ di Spagna. Ex nazionale under 21 spagnolo, Garcia gioca in serie B con l’Osasuna, con cui ha segnato 19 goal in 132 partite. Il calciatore ha un fratello omosessuale, realtà che l’ha aiutato ad aprire gli occhi e a capire l’importanza del proprio ruolo, in quanto atleta professionista.

 

“Mio fratello José non ha mai detto direttamente ai nostri genitori di essere omosessuale, ma a casa si sospettava”. “In un ambiente mascolinizzato come il calcio, mi metto nei panni di un calciatore che potrebbe essere omosessuale, ed è difficile. Il mondo del calcio è un mondo arretrato. Capisco perché molti calciatori hanno paura. Tanti miei colleghi non sono consapevoli della possibilità che hanno nell’aiutare gli altri a livello sociale”.

Il sostegno incondizionato di Rubén guarda al calcio professionistico maschile e a quell’omosessualità ancora oggi considerata tabù. Con il recente ritiro di Zander Murray, ad oggi abbiamo solo quattro giocatori professionisti al mondo (Collin Martin, Josh Cavallo, Jakub Jankto e Jake Daniels) dichiaratamente gay. Quattro su decine di migliaia di calciatori.

Con i suoi miliardi di dollari da poter sperperare l’Arabia Saudita si è comprata non solo l’Expo 2030 ma anche i mondiali di calcio del 2034 con il benestare della FIFA.

Rubén García, il calciatore spagnolo contro l'omofobia dell'Arabia Saudita: "Mi lascia a bocca aperta" - Ruben Garcia - Gay.it
Ruben Garcia – la foto Instagram

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Roberto Vannacci accusato di istigazione all'odio e difeso dalla Lega di Salvini

“Vannacci ha istigato all’odio razziale” l’accusa, la Lega di Salvini lo difende

News - Redazione Milano 26.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24

Continua a leggere

L'Everton presenta una nuova maglia arcobaleno per ricordarci "che il Calcio è per tutti" - everton - Gay.it

L’Everton presenta una nuova maglia arcobaleno per ricordarci “che il Calcio è per tutti”

Corpi - Federico Boni 28.9.23
Thomas Hitzlsperger e i 10 anni dal suo coming out: "Rifarei tutto esattamente nello stesso modo" - Thomas Hitzlsperger - Gay.it

Thomas Hitzlsperger e i 10 anni dal suo coming out: “Rifarei tutto esattamente nello stesso modo”

Corpi - Redazione 14.2.24
calciatori gay evra

Almeno 2 calciatori gay per squadra, lo spogliatoio un inferno: quando Evra anticipò Corona

News - Redazione Milano 16.10.23
chi-segna-vince-jaiyah-saelua

“Chi segna vince”, la storia della prima donna transgender a giocare in una nazionale di calcio

Corpi - Francesca Di Feo 11.1.24
Pioggia di drag a San Siro per Inter-Bologna contro l'omobitransfobia nel calcio e lanciare Drag Race Italia 3 - Drag Race Italia 3 pioggia di drag a San Siro per Inter Bologna per dire basta allomobitransfobia nel calcio 1 - Gay.it

Pioggia di drag a San Siro per Inter-Bologna contro l’omobitransfobia nel calcio e lanciare Drag Race Italia 3

Culture - Redazione 7.10.23
Benjamin Pavard Gay it Omofobia su Wikipedia

Gli insulti omofobi a Benjamin Pavard su Wikipedia e il prevedibile rigurgito di maschi tossici nel calcio

News - Redazione Milano 25.9.23
miguel guerrero onlyfans

Il portiere Miguel Guerrero lascia il calcio per fare contenuti gay su Onlyfans

Corpi - Redazione Milano 9.10.23
Fabrizio Corona parla di 4 calciatori gay all'Inter.

Fabrizio Corona parla di 4 calciatori gay dell’Inter e mescola outing e scommesse

News - Redazione Milano 3.1.24