Il conduttore Raymond Gutierrez fa coming out: “sono un membro orgoglioso della comunità LGBTQ”

Uno dei volti più famosi delle Filippine vuole essere un esempio per le nuove generazioni che stanno lottando

coming out famosi, raymond gutierrez
2 min. di lettura

Uno dei più famosi conduttori di programmi televisivi delle Filippine, Raymond Gutierrez, ha fatto coming out in un’intervista a Mega Magazine, mostrando molto orgoglio, ma raccontando anche le difficoltà e gli ostacoli vissuti durante il suo percorso di accettazione.

Crescendo, è stato difficile per me persino riconoscere chi sono… Essendo parte di una famiglia che è anch’essa famosa– siamo tutti intrattenitori già da molte generazioni – non decidevo le cose da solo. Le cose che faccio non influenzeranno solo me, ma influenzeranno anche la mia famiglia. Quindi, era un po’ come un fardello che stavo portando“, ha detto.

Raymond ha raccontato anche di essere vittima di bullismo omofobico, nonostante non fosse ancora consapevole del suo orientamento sessuale. Prima di entrare in scena, sentiva spesso commenti sprezzanti sul suo conto. Ma, quando è arrivato il momento per lui di essere sé stesso ha deciso di non nascondersi più, a partire dagli amici e dalla famiglia che lo hanno compreso sin da subito.

Ha aggiunto: “Sono fortunato perché la mia famiglia non vuole altro che il meglio per me. Vogliono sempre solo che io sia felice… Avevo amici che sono come una famiglia per me. La mia famiglia prescelta che ha reso molto più facile rendersi conto che è non è mai troppo tardi per amare te stesso, non è mai troppo tardi per riconoscere quei sentimenti e affrontare le tue paure”.

Daniel Raymond vuole essere un esempio per la prossima generazione che si sente repressa, oppressa e che deve prendersi del tempo per ritrovarsi ad essere felice con sé stessa. Ha detto anche di essere un membro orgoglioso della comunità LGBTQ+: “ed è bello dirlo pubblicamente”, ha concluso.

La situazione LGBTQ nelle Filippine

Eccetto che nella capitale regionale a maggioranza musulmana (Marawi), i cittadini LGBTQ possono tutelarsi ed affrontare legalmente eventuali discriminazioni da loro vissute.

Negli ultimi anni, le persone LGBTQ+ sono sempre più integrate nella società, grazie anche all’educazione sessuale e all’insegnamento di argomenti relativi all’identità di genere da parte di attivisti e associazioni.

I matrimoni tra persone dello stesso sesso non sono ancora legalmente riconosciuti. Mentre, l’adozione di bambini orfani da parte di coppie gay è permessa.

La comunità LGBTQ+ è ampiamente visibile sia nei media che nel campo della moda e delle arti in genere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Anonimo 7.8.21 - 18:05

Polonia, Ungheria e Russia sono paesi non islamici, i loro capi di stato prendono voti anche grazie a politiche e propaganda islamofobiche, eppure l'omotransfobia è incentivata proprio da leggi dello Stato, volute e sostenute dalla chiesa cattolica e ortodossa. Lo stesso potrebbe accadere nel nostro Paese qualora vincessero alle prossime elezioni Salvini e Meloni e così pare sarà, stando a tutti i principali sondaggi. Oltre al fatto che già adesso non abbiamo accesso al matrimonio civile e alla genitorialità né una legge contro l'omotransfobia proprio per l'ingerenza del Vaticano (altro che messo "a cuccia", magari fosse vero quello che scrivi!) In Italia la vera attuale e incombente minaccia per le nostre vite è rappresentata dall'integralismo cattolico, sostenuto da politici che usano anche l'islamofobia a scopi elettorali. Meloni parla di omofobia sempre e solo in chiave anti-islamica.

Avatar
Franzc Dereck 7.8.21 - 14:17

Non e' questa una chat , ma a QaF non posso non rispondere che , parlando di religioni ( volutamente minuscolo) la cristiana è stata messa a cuccia dalle leggi laiche fin dal 1789 . L'altra è attuale , incombente e minacciosa. Sarà sempre fisiologico che esistano omofobi ma , almeno nei paesi civili , cioè non islamici , vi è la prevalenza dei " quattro codici" sulla dottrina.

Avatar
Anonimo 7.8.21 - 11:52

Quindi per te "ogni pericolo per la nostra comunità" verrebbe solo dalla religione islamica? E i fondamentalisti cristiani, evangelici e ortodossi dove li mettiamo? Te li sei scordati? l'Italia è un paese a maggioranza cattolico, non islamico, eppure violenze e discriminazioni omotransfobiche sono all'ordine del giorno e non si riesce ad avere una legge che ci tuteli. Secondo te è colpa del Vaticano o dell'Islam?

Avatar
Franzc Dereck 7.8.21 - 10:30

" Eccetto che ....a maggioranza mussulmana...." Nessun commento . Si , sono orgogliosamente islamofobo : è da li che viene ogni pericolo per la nostra comunità.

Trending

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Andrea Crippa Lega coming out eterosessuale

Il coming out del deputato semplice leghista On. Antonio Crippa come persona eterosessuale

News - Redazione Milano 4.2.24
Peter Tatchell scrive al torero Mario Alcalde dopo il suo coming out: “Volta le spalle alla sanguinaria corrida” - Mario Alcalde - Gay.it

Peter Tatchell scrive al torero Mario Alcalde dopo il suo coming out: “Volta le spalle alla sanguinaria corrida”

News - Redazione 25.3.24
Grande Fratello Letizia Petris lesbica Vittorio Gay

Grande Fratello, le parole di Beatrice Luzzi suscitano polemiche: “Letizia Petris è lesbica”

Culture - Luca Diana 7.11.23
Gabriele Virgilio

Gabriele Virgilio, dalla Puglia al palco dell’Elodie Show 2023: leggi l’intervista

Culture - Luca Diana 13.12.23
Mahmood e l'intervista sul coming out

Mahmood e il coming out dei cantanti, cosa disse a Gay.it nel 2016: a mezzanotte “Cocktail d’amore” è fuori

News - Mandalina Di Biase 2.11.23
Tutti i coming out "vip" del 2023 - cover coming out 2023 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2023

News - Redazione 12.12.23
Jennifer Garner e Ben Affleck, il coming out del figliə come persona non binaria: "Mi chiamo Fin" - fin affleck ben affleck e jennifer garner - Gay.it

Jennifer Garner e Ben Affleck, il coming out del figliə come persona non binaria: “Mi chiamo Fin”

Culture - Redazione 11.4.24
Billie Eilish - La popstar racconta sulla propria pelle il suo sentirsi "questioning"

Billie Eilish icona questioning, irritata tra outing e coming out: “Lasciatemi in pace”

Musica - Redazione 4.12.23