Se la “teoria gender” sconquassa la provincia

40mila euro di teoria gender: uno scontro tra l'assessora di Forlì Andrea Cintorino e Simone Ortolani della Onlus Pro Vita & Famiglia si trasforma nell'esempio perfetto per analizzare l'italico pensiero.

Se la "teoria gender" sconquassa la provincia - wired placeholder dummy.png 2 1 - Gay.it
3 min. di lettura

FORLÌ. Qual è il prezzo per chiudere un occhio sulla teoria gender? “40.000 euro” sembra rispondere l’assessora per la Lega alle Pari Opportunità Andrea Cintorino.

39.963 euro con esattezza. Contributi regionali arrivati al Comune di Forlì “per attività rivolte alla promozione e al conseguimento delle pari opportunità e al contrasto delle discriminazioni e della violenza di genere”.

Se la "teoria gender" sconquassa la provincia - wired placeholder dummy.png 2 - Gay.it
L’assessora Andrea Cintorino e Matteo Salvini

La provincia è un ottimo laboratorio per comprendere l’italico pensiero. Le grandi metropoli sono spesso caotiche, si dipingono come inclusive e progressiste per vendersi al pubblico internazionale; i piccoli paesi invece sono abbandonati a sé stessi da centinaia d’anni: quindi spetta alle piccole e medie città darci tutto il senso di quello che – ancora oggi – è l’italiano.

Loro, quella massa informe di cittadini e cittadine che passano la vita a crogiolarsi in un unico pensiero, senza confronto, senza scambio di idee; una miriade di pacche sulla spalla nell’illusione di aver trovato la verità ultima, che tutto sia unilaterale, monodimensionale. Ecco, l’italico pensiero, che appartiene a tutti, da Milano a Aci Castello, ma che in una città come Forlì si manifesta ogni giorno come la Madonna con Paolo Brosio.

Tutti sicuri di quello che sono, di cosa rappresentano, d’essere d’un pezzo, senza ombre… ma vuoi rifiutare 40.000€ dalla Regione? Per quelli divento la nuova Judith Butler romagnola, altro che teoria gender.

Lo scontro, ironia della sorte, in questo caso è tra la sopracitata assessora Andrea Cintorino e Simone Ortolani della Onlus Pro Vita & Famiglia. Per loro due sarà come guardarsi allo specchio e imprecare verso sé stessi. La prima, sulla linea del secondo, nel 2019 aveva affermato: “Noi pensiamo che il modello familiare con padre, madre e figli sia una verità antropologica e non uno ‘stereotipo’ e non condividiamo le teorie relativiste. Questa amministrazione aderisce, in coerenza con il programma elettorale, a un modello di famiglia tradizionale”.

Dichiarazione fatta mentre inviava ai suoi colleghi un’istruttoria per bloccare uno dei progetti di contrasto alla violenza legata al genere e all’orientamento sessuale approvati dalla precedente giunta di centrosinistra. Solo uno dei tanti passi indietro fatto negli ultimi anni dal Comune di Forlì, dove a dominare sono Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Popolo della Famiglia.

“Non condividiamo la teoria gender, ma non potevamo rifiutare un contributo da 40mila euro”

Ha dichiarato Cintorino rispondendo alla critiche sul progetto che secondo ‘Pro Vita & Famiglia‘ sarebbe teso a divulgare la ”Teoria Gender”.

“Ho risposto oggi alla mail di Simone Ortolani della Onlus Pro Vita & Famiglia, ma è da tempo che sui suoi contenuti ho avviato una profonda riflessione. Vista dall’esterno la vicenda citata da Ortolani può essere interpretata in modo non conforme alla realtà dei fatti, che sono questi: il Comune ha ricevuto 39.963 euro di contributi regionali ‘per attività rivolte alla promozione e al conseguimento delle pari opportunità e al contrasto delle discriminazioni e della violenza di genere’.” sottolinea in una nota l’Assessora. “La declaratoria del provvedimento regionale riguarda anche i temi che attengono all’orientamento sessuale’ e all’identità di genere’. Pur non condividendo la cultura ‘gender’ soprattutto se fatta penetrare surrettiziamente nelle scuole per ‘indottrinare’ i più giovani, come amministrazione pubblica non avremmo potuto rinunciare a un contributo di tale entità senza attirarci critiche pur ingiuste e pretestuose, né avremmo potuto imporre alle scuole le tematiche dei progetti da realizzare”.

Questa puntualizzazione è arrivata dopo che il referente regionale di Pro Vita & Famiglia Onlus, Simone Ortolani, aveva postato su Facebook:

“Profondo stupore e perplessità. Chiediamo chiarimenti all’assessore Andrea Cintorino. E’ opportuno cercare di capire se questo contributo sia indirizzato allo sviluppo e alla promozione di iniziative per promuovere una reale opposizione a forme di violenza, sempre inaccettabili nei confronti di tutte le categorie di cittadini, oppure se ci troviamo di fronte all’ipotesi dell’uso di risorse pubbliche per la promozione dell’ideologia Lgbtq+, eventualmente anche all’interno del contesto scolastico”

Nel mentre i 40mila euro sono stati incassati, l’incubo della teoria gender sconquassa l’intera Romagna e a noi non resta – come sempre – che rendere tutto un meme o sprofondare nella più acuta desolazione.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24

Leggere fa bene

decreto genitori

Corte d’Appello smentisce il decreto Salvini sulle carte d’identità dei minori: “Applicare la dicitura “genitori””

News - Redazione 15.2.24
Venerdì 5 aprile ore 12 a Roma flashmob contro il DDL Varchi "GPA reato universale" del governo Meloni - famiglie arcobaleno parlamento - Gay.it

Venerdì 5 aprile ore 12 a Roma flashmob contro il DDL Varchi “GPA reato universale” del governo Meloni

News - Redazione 4.4.24
resoconto parma pride 2024

In 5000 al Parma Pride: “La Costituzione non può essere carta straccia”

News - Gio Arcuri 21.5.24
A sin: Giorgia Meloni con Elena Donazzan (è noto che la prima non ami la seconda) - a destra Cloe Bianco

Nessuna pace per Cloe Bianco, Elena Donazzan sarà candidata alle Europee da Fratelli d’Italia

News - Redazione Milano 7.12.23
Andrea Crippa Lega coming out eterosessuale

Il coming out del deputato semplice leghista On. Antonio Crippa come persona eterosessuale

News - Redazione Milano 4.2.24
elly schlein partio democratico

Abruzzo al voto, Elly Schlein: “Ci battiamo per il diritto delle donne a scegliere del proprio corpo”

News - Redazione 8.3.24
Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno - Arcigay Livorno - Gay.it

Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno

News - Redazione 8.3.24
liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23