30 serie e show LGBTQ che puoi vedere ora su Netflix

Alcune di queste serie sono titoloni cult, altre poco popolari. Ma tutte meritano di essere viste! Voi quante ne conoscete?

30 serie lgbt su netflix
9 min. di lettura

GLAAD ha descritto Netflix come una società che “sta facendo passi da gigante” in termini di rappresentazione della comunità LGBTQ: è la piattaforma di streaming che, più di altre, ospita produzioni che mettono al centro, e non soltanto in ruoli marginali, personaggi queer. Ma basta digitare “LGBT” nella barra di ricerca su Netflix per accorgersene. Tra show, reality, film, serie tv, cartoni e serie animate se ne contano più di 100.

In questo articolo abbiamo selezionato quelle serie e show televisivi che offrono una rappresentazione tridimensionale, verosimile di ciò che accade nel mondo reale. Narrazioni che finalmente non sono più di stampo eteronormativo e che abbandonano quei ritratti per niente accurati e pieni di stereotipi delle persone LGBT.

Troverai serie TV conosciute, ma anche alcune perle poco popolari che meritano di essere viste. Scorri su avanti per scoprire di più.

AJ and the Queen (2020)

Nel 2020, RuPaul ha fatto il suo debutto su Netflix con AJ and theQueen, una serie tv nella quale interpreta il personaggio di Ruby Red, una drag queen che, dopo essere stata derubata da quello che credeva il suo amante, viaggia attraverso l’America in un camper fatiscente degli anni ’90 accompagnata da una saggia orfana di 10 anni di nome AJ.

In ogni episodio, Ruby si esibisce in un drag club e viene raggiunta da alcune delle drag queen leggendarie di Ru Paul Drag’s Race, come Bianca Del Rio, Latrice Royale, Katya, Jinks Monsoon e Monique Heart.

American Crime Story: The assassination of Gianni Versace (2018)

La seconda stagione di American Crime Story di Ryan Murphy si concentra sulla morte del leggendario stilista gay Gianni Versace (Edgar Ramirez), assassinato da Andrew Cunanan (Darren Criss) sui gradini di casa sua nel 1997.

L’attore Darren Criss ha vinto un Primetime Emmy Award come miglior attore protagonista in una miniserie e un Golden Globe come miglior attore in una miniserie per la televisione.

Anche Penelope Cruz e Ricky Martin, che interpretano rispettivamente Donatella Versace e l’amante di Gianni (Antonio d’Amico), hanno ottenuto commenti entusiastici dalla critica.

Bonding (2019 – oggi)

Bonding, che ha debuttato su Netflix ad aprile 2019, è una serie che esplora in maniera a tratti ironica e a tratti seria le pratiche del BDSM.

La rappresentazione del BDSM e del sesso kinky si fa ancora più matura e ben dettagliata nella seconda stagione. La serie scava, inoltre, nella profondità delle emozioni dei personaggi, rivelando una scrittura interessante e molto sensibile nel delineare le personalità dei protagonisti principali.

Da non perdere.

Dancing Queen (2018)

Justin Johnson è il proprietario e inflessibile docente di una famosa scuola di ballo. Ma, al calar del sole, diventa la leggendaria Alyssa Edwards, una stupenda drag queen che si esibisce nei club.

Dear White People (2017- oggi)

Scritta e diretta dal regista gay Justin Simien, “Dear White People” racconta le storie di quattro studenti neri (uno dei quali è gay) che frequentano un college dove un giorno scoppia una rivolta, causata da una festa a tema “African American” e organizzata da studenti bianchi.

La storia è basata su un’esperienza di vita del regista, quando era studente in un college americano.

Dietro I suoi occhi (2021)

Vi consigliamo la visione di questa miniserie, che racconta di un triangolo amoroso pieno di misteri e scoperte macabre. Il finale è decisamente inaspettato! Vedere per credere.

Eastsiders (2012-2019)serie lgbt netflix, eastsiders

La serie Eastsider, che ha vinto l’Indie Series Award come miglior cast sia nel 2013 sia nel 2016, incentra la narrazione su due ragazzi gay trentenni che stanno insieme da qualche anno. Una narrazione priva di pregiudizi e che vuole raccontare nella maniera più verosimile possibile le complessità che si vivono all’interno di una coppia.

Kit Williamson (regista e attore protagonista) spiega così il suo lavoro: “Ho voluto creare dei personaggi gay che avessero la stessa complessità e gli stessi difetti che vengono normalmente affidati a personaggi eterosessuali”.

Elite (2018 – oggi)

La serie racconta l’inserimento di tre studenti della classe operaia, la cui scuola è crollata, in una scuola per ricchi che deve formare la futura classe dirigente del Paese. Un inserimento non proprio ideale: i bastoni tra le ruota che gli studenti ricchi mettono loro tra le ruota sono tanti.

Profondo e interessante è il racconto che viene fatto della relazione d’amore tra Omar (Omar Ayuso) e Ander (Arón Piper).

Una serie spagnola, dal sapore internazionale, che si rivela necessaria per l’intera comunità LGBT.

Feel Good (2018)

Tra le serie che mettono al centro protagonisti LGBT, c’è Feel Good, una miniserie di sei puntate da 25 minuti l’una.

Protagonista assoluta è Mae Martin, una comica canadese dichiaratamente lesbica che, in pratica, racconta sé stessa in questa serie televisiva. Tutta la serie ruota intorno a lei e, in particolare, a temi quali la tossicodipendenza e l’omosessualità.

Feel Good è una serie matura che sa mischiare vari toni e registri.

Giorno per giorno (2017)giorno per giorno, serie lgbt netflix

Basata sull’omonima sit-com del 1975, “Giorno per Giorno” narra le vicende di una famiglia cubana-americana, composta da tre generazioni, che vivono a Los Angeles nella stessa abitazione.

Nella serie accompagniamo Elena nel suo percorso di coming out in famiglia. La trama non è incentrata su di lei, ma sulla madre Penelope, infermiera che ha lavorato in Iraq durante la guerra. Ad ogni modo, la serie è coinvolgente ed ha ricevuto numerosi elogi in particolare per quanto riguarda “per l’originalità, il realismo, la freschezza nella descrizione di una giovane e felice lesbica latina… che si presenta come un segno di speranza per molti”.

La serie è stata candidata ai GLAAD Media Awards nel 2018.

Grace and Frankie (2015-oggi)

La serie “Grace and Frankie” vede come attrici protagoniste Jane Fonda e Lily Tomlin nei panni di due donne che diventano amiche quando i loro mariti, interpretati da Martin Sheen e Sam Waterston, annunciano di essersi innamorati.

Questa serie comica statunitense, le cui stagioni sono state realizzate tra il 2015 ed il 2020, è una delle più longeve ed anche una di quelle più capaci di raccontare l’amore a 360 gradi.

Halston (2021)

https://www.youtube.com/watch?v=yCgdWHwEnrg

Halston è una miniserie che racconta la vita dello stilista gay americano, icona della moda degli anni ’70 e morto agli inizi degli anni ’90 per complicazioni legate all’AIDS.

Questa serie, firmata Ryan Murphy, vede come attore protagonista Ewan McGregor, che in maniera straordinaria interpreta Halston.

Si tratta di una serie molto esplicita, a detta di Ryan Murphy stesso e che si addentra molto nel mondo della moda, delle battaglie, della fama, della droga e del sesso.

Hollywood (2020)

Recente serie creata da Ryan Murphy, Hollywood racconta le avventure di un gruppo di aspiranti attori che cercano di farsi strada, a qualsiasi costo, nella Hollywood del secondo dopoguerra.

Gran parte di quello che è raccontato nella serie è basato su fatti realmente accaduti. E quello che più ci ha colpito per la sua narrazione è il racconto di alcuni episodi di vita dell’attore Rock Hudson. La star ebbe diverse relazioni omosessuali nel corso della vita e fu la prima celebrità a morire di AIDS nel 1985.

Se sei alla ricerca di una serie LGBT da vedere nel 2021, questa dovrebbe rientrare tra le tue prime scelte.

I am not okey with this (2020)

In “I Am Not Okay With This” la 17enne Sydney cerca di affrontare la sua quotidianità tra casa e a scuola con il padre da poco deceduto e un orientamento sessuale da abbracciare appieno, insieme ai propri superpoteri.

Non c’è tempo per la vergogna (2019)

La vita e la carriera di Santiago Artemis, un giovane stilista argentino di alta moda, viene raccontata in questa miniserie il cui titolo dice tutto. Seguirai alcune sue avventure di vita: dal percorso per realizzare il suo sogno, alla sua vita privata e sentimentale.

Una serie irriverente, simpatica che ti aiuterà a staccare il cervello per qualche ora.

Perché sei come sei (2021)perché sei come sei, serie lgbt netflix

Questa satira sulla vita di tre millennials che vivono a Melbourne è da aggiungere all’elenco delle serie a tematica LGBT da vedere in questo 2021.

Nel cast della serie tv, ci sono loro:

  • Naomi Higgins nei panni dell’intraprendente Penny, una giovane bianca ed etero che ha problemi di ansia;
  • Olivia Junkeer interpreta Mia, la migliore amica di Naomi. Mia è bisessuale e asiatica, una giovane molto sicura di sé;
  • Will King interpreta il coinquilino Austin che nasconde la sua depressione dietro le vesti da drag queen.

Please Like Me

Please Like Me è una serie televisiva australiana composta da 4 stagioni e 32 episodi.

Il telefilm racconta, tra una risata ed una lacrima, le storie del ventenne Josh che, dopo aver lasciato la ragazza, capisce di essere gay.

Pose (2018-oggi)

Una delle serie più LGBT in assoluto, Pose è ormai un titolo blockbuster, una serie cult, di certo una delle più belle di sempre a tematica e che al meglio rappresenta la comunità, in particolare, quella transgender.

Ambientata nella New York del 1987, Pose abbraccia l’ascesa del ricco e lussuoso universo dell’era Trump, la cultura underground LGBT e quella delle ball-room. Questa serie, che da luce ai reietti dalla società e a combattivi sognatori, lancia forti messaggi di inclusione e orgoglio.

Skam Italia (2018-2020)

Questo teen drama nostrano è quello che, più di altri, è riuscito a mettere al centro, in maniera non stereotipata e molto veritiera, una storia d’amore gay e l’esperienza del coming out.

Queer Eye (2018-oggi)

Questa serie, vincitrice di otto Emmy Awards, si rifà al programma da cui è stata tratta, “Queer Eye for the Straight Guy”, dove 5 uomini gay aiutano le persone a rifarsi il guardaroba.

Ratched (2020 – oggi)

Basata sul romanzo di successo “Qualcuno volò sul nido del cuculo” di Ken Kesey, Ratched vede come protagonista principale l’infermiera Mildred Ratched, che nel 1947 giunge in California per entrare a far parte di un team di dottori che lavorano in un centro psichiatrico dove vengono attuate pratiche come la lobotomia e la terapia del freddo per studiare la psiche umana.

Tra le tematiche affrontate la lesbofobia (anche quella interiorizzata) ed il percorso di accettazione della propria omosessualità. Queste tematiche hanno una grande visibilità nella serie.

Assolutamente da segnare nella lista delle serie LGBT da vedere ora su Netflix.

Sex Education (2019-oggi)

Come si può evincere dal titolo, la serie tv “Sex Education” basa la sua trama principalmente sul sesso, il tema principale: sesso che viene raccontato senza remore, apertamente ed in maniera totalmente inclusiva.

Tra i protagonisti LGBT c’è Eric (Ncuti Gatwa), un ragazzo gay e che ama fare drag. Eric spesso si trova in conflitto con il proprio orientamento sessuale e sul coming out in famiglia. Il suo obiettivo è quello di farsi accettare dal padre conservatore. Risate e lacrime assicurate in questa serie dalle tinte LGBT.

Special (2019-oggi)

“Special” ha come protagonista un trentenne gay affetto da paralisi cerebrale che decide di riscrivere la propria identità come vittima di un incidente. Una serie importante non soltanto per il tema della disabilità trattato, ma anche per quello dell’omosessualità.

Sulla bocca di tutti (2020)

serie netflix lgbt, sulla bocca di tutti

Teen drama su Netflix, questa serie racconta amori scolastici, ma anche storie d’amore con forti differenze di età, dove i social ed Internet fanno da sfondo.

Un teen drama innovativo e ben riuscito che ha un’ottima rappresentazione LGBT.

Tales of the city (2019-oggi)

tales of the city, serie netflix lgbt

“Tales of the city” è una delle serie più LGBT di tutti i tempi. Ci sono persone LGBT sia davanti che dietro la macchina da presa.

Tra le storie raccontate anche quella delle battaglie LGBT di San Francisco a partire dagli anni Cinquanta fino ad oggi.

Tiny Pretty Things (2020-oggi)

Una delle serie Netflix del momento è Tiny Pretty Things. Una serie che ricorda in parte il film “Il cigno nero” e che è tratta dal libro di Sona Charaipotra e Dhonielle Clayton.

Ambientato dentro la fittizia scuola di ballo Archer School di Chicago, questa serie teen-drama-detective è una delle più viste sulla piattaforma di streaming.

Qui Brennan Clost interpreta Shane McRae, un ballerino gay che ha una relazione segreta con il suo coinquilino.

Trinkets (2019)trinkets, serie lgbt

L’omosessualità è uno dei temi portanti della serie “Trinkets”, in particolare quella della protagonista Elodie. La vediamo nel suo percorso di auto accettazione, dal coming out con le amiche, alle prime cotte ed esperienze al suo esporsi in famiglia. Il pregio di questa serie è il raccontare tutto ciò nella maniera più moderna possibile, senza i classici stereotipi a cui siamo abituati.

The Umbrella Academy (2019-oggi)

Dopo tanto tempo, un gruppo di fratelli e sorelle con poteri straordinari si ritrova per la morte del padre, scoprendo segreti scioccanti e una minaccia per l’umanità”. Questa è la trama descritta da Netflix in poche parole sul sito ufficiale.

In questa trama si staglia una storia gay raccontata in maniera profonda e sincera. Klaus Hargreeves (Robert Sheehan) ci apre ad una storia delicata, dolce e al contempo drammatica.

Vis a Vis (2015-2020)

Realizzata dai produttori de “La casa di carta”, “Vis a Vis” mette in mostra un’epopea carceraria al femminile. Questa serie è di certo una delle più importanti per quanto riguarda la visibilità lesbica.

Tra le storie più emozionanti quella della gitana Saray (Alba Flores, la Nairobi de La Casa di Carta), lesbica ma costretta dalle regole arcaiche della sua famiglia a sposare un uomo per interesse.

You, Me, Her (2016)

you me her, serie lgbt netflix

“You, Me, “Her” è stata presentata come la prima serie sul “poliamore”.

Emma e Jack (Rachel Blanchard e Greg Poehler) sono sposati da anni, si amano molto, ma sentono che è giunto il momento di aggiungere al loro matrimonio un po’ di pepe. Jack si mette in contatto con una escort di nome Izzy (Priscilla Faia): finiranno entrambi per innamorarsi di lei.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

X Factor 2024, al via le audizioni della 18esima edizione - image0 1 - Gay.it

X Factor 2024, al via le audizioni della 18esima edizione

Culture - Luca Diana 6.6.24
Oprah Winfrey celebra il Pride Month con un bellissimo messaggio in ricordo del fratello gay morto di aids (VIDEO) - Oprah Winfrey celebra il Pride Month con un bellissimo messaggio in ricordo del fratello gay morto di aids VIDEO - Gay.it

Oprah Winfrey celebra il Pride Month con un bellissimo messaggio in ricordo del fratello gay morto di aids (VIDEO)

Culture - Redazione 6.6.24
Roberto Vannacci

500.000 voti spediscono Roberto Vannacci in Europa, il generale eletto con la Lega

News - Redazione 10.6.24
#LevisPride

Storia di quel Rainbow Rodeos tra cowboys, drag queen e anti-machismo

Culture - Riccardo Conte 7.6.24
Elly Schlein, Paola Belloni e la rara uscita pubblica, insieme al seggio per votare (VIDEO) - Elly Schlein Paola Belloni - Gay.it

Elly Schlein, Paola Belloni e la rara uscita pubblica, insieme al seggio per votare (VIDEO)

News - Redazione 10.6.24
Mahmood alla versione spagnola di Tale e quale show

Mahmood a “Tale e quale show” spagnolo duetta con il suo imitatore. La reazione del cantante è virale – VIDEO

Musica - Emanuele Corbo 10.6.24

Hai già letto
queste storie?

Omar Ayuso e i "complessi fisici" vissuti durante le scene di sesso in Elite - Omar Ayuso 1 - Gay.it

Omar Ayuso e i “complessi fisici” vissuti durante le scene di sesso in Elite

Culture - Redazione 14.12.23
Elite 8, riprese concluse. Il commosso addio di Omar Ayuso alla serie spagnola. VIDEO - Elite 8 riprese concluse. Il commosso addio di Omar Ayuso alle serie spagnola - Gay.it

Elite 8, riprese concluse. Il commosso addio di Omar Ayuso alla serie spagnola. VIDEO

Serie Tv - Redazione 21.12.23
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24