Silvana De Mari contro Luca, il padre gay: ‘Si trovi una donna’

Crescere senza una madre? Per l'ex medico è impossibile.

silvana De Mari
2 min. di lettura

Insulti gratuiti non solo a Luca Trapanese e alla sua nuova famiglia. Ma a tutti i single che crescono un bambino.

Un bambino o una bambina cresciuti da un padre o una madre single? Non va bene, ma sempre meglio di un padre single gay che adottato una bambina con la sindrome di Down. Naturalmente, Silvana De Mari si riferisce a Luca Trapanese, il neo papà che dopo la decisione del giudice ha ottenuto l’affido di Alba, una bimba rifiutata da sette famiglie solo per la sua condizione di disabilità.

Un abominio per l’ex medico, perché un figlio per crescere ha bisogno di due genitori, che siano rispettivamente maschio e femmina. Così come Alba che, vista la sua condizione, avrà a maggior ragione bisogno di una figura femminile. E per questo, la De Mari esorta Luca a trovarsi una donna.

Sicuramente le vorrà bene, ma voler bene non basta: questa bimba ha bisogno di una vera madre. Non una figura femminile che gira per casa, una madre. Questa bimba ha bisogno della mamma. Che l’uomo che le vuole bene la trovi.

Quindi non una figura femminile, ma una vera mamma. Poco importa l’orientamento sessuale del papà, o del legame che ormai si è stretto tra i due.

Silvana De Mari e le sue opinioni sui figli senza madre

Alla scrittrice fantasy De Mari non va proprio giù che un figlio possa crescere senza una madre, vista come una figura necessaria per la quale il bambino sente un bisogno biologico. Riguardo ad Alba, se sette famiglie hanno rifiutato l’affidamento, i servizi sociali avrebbero dovuto proporla ad altre sette coppie, e se ancora non ce n’era una disposta a prendersene cura, altre sette e poi ancora sette. Basta che fossero famiglie composte da un uomo e una donna. Intanto, la bambina cresceva senza nemmeno un genitore, sicuramente in una casa famiglia.

La donna, ora spera in miracolo. Che Luca trovi una mamma per la piccola Alba, poco importa il resto. La sua teoria, non lascia spazio a commenti:

La cosiddetta omosessualità è un comportamento appreso, che, come può essere appreso, può essere disatteso. Non è nulla di genetico e nulla di irreversibile. Disattenderlo è possibile e molto più frequente di quanto si pensi. Ma non è facile. E occorre una volontà di ferro, una motivazione d’acciaio. L’amore per un figlio, una figlia, può essere una motivazione.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Estelle 27.11.18 - 13:40

L'esortazione di trovarsi una donna la troverei più appropriata se la rivolgesse a lei stessa

Avatar
Toptone 23.11.18 - 14:35

La De Mari è solo l'ennesima bigotta repressa che copre con cazzate religiose pseudoscientifiche la sua isterìa omofobica. Qualcuno dovrebbe ricordarle che 100 anni fa lei come donna era senza diritto di voto e sottomessa al marito, per le stesse irragionevoli "ragioni" di cui blatera oggi. Furono le suffragette prima e le femministe poi a darle i diritti di cui gode ora, non certo i suoi amici preti e santicche al seguito.

Trending

Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Front Runners Milano Prima Running Community LGBTQIA+ in Italia

Cagliari calcio e i suoi tifosi premiati da Arcigay Sport: “Italia in Campo contro l’Omobitransfobia 2024”

Corpi - Francesca Di Feo 22.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24

Leggere fa bene

transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
Claire Foy in 'All Of Us Strangers' (2023)

Claire Foy manda un messaggio importante ai genitori con figli LGBTQIA+

Cinema - Redazione Milano 26.1.24
Michela Murgia: Dare la vita - esce il 9 Gennaio 2024

“Dare la vita”, il testamento spirituale di Michela Murgia esce il 9 Gennaio 2024

Culture - Emanuele Bero 24.12.23
mammeamodonostro-intervista

Il viaggio di Giada e Iris continua: benvenuto Giulio, il fiore più bello sbocciato nelle avversità

News - Francesca Di Feo 7.2.24
famiglie arcobaleno in camper itinerante a Curno

Il camper itinerante di Famiglie Arcobaleno ha fatto tappa a Curno: il resoconto della giornata

News - Gio Arcuri 20.3.24