Status di rifugiato e orientamento sessuale: confermato l’asilo per un uomo marocchino gay

Dopo la fuga dal Marocco e il rischio di espulsione, ha ottenuto il permesso di soggiorno.

orientamento sessuale
2 min. di lettura

Una storia rocambolesca quella di un uomo originario del Marocco, che si è visto rifiutare la domanda di rifugiato. Scappato dal Paese di origine per il suo orientamento sessuale, ha rischiato di tornarci e finire in carcere, come prevede il codice penale. La sua omosessualità, quindi, gli ha permesso di restare in Italia, anche se al momento senza lavoro. La vicenda vede come protagonisti e antagonisti l’uomo marocchino, la Questura di Milano e un giudice di pace, il quale ha bloccato l’espulsione. 

A “contribuire” al suo soggiorno prolungato in Italia è stata anche la Questura, che avrebbe ordinato il rimpatrio in autonomia, senza interpellare la commissione territoriale, che normalmente si occupa della questione, analizzando le domande di asilo. Anche questo errore burocratico ha giocato a favore dell’uomo. Notato l’errore, un avvocato ha inviato il caso al giudice di pace, che ha confermato lo status di rifugiato. 

L’orientamento sessuale fu la causa della sua fuga dal Marocco

Inizialmente, l’uomo era fuggito dal Marocco a causa del fratello, che aveva scoperto la sua omosessualità. Temendo di essere denunciato e arrestato, ha deciso di fuggire in Italia, chiedendo un permesso di soggiorno per celebrare il suo matrimonio (di facciata). Una volta ricevuto il permesso, ne ha richiesto un altro per lavorare nel Belpaese, anche stavolta ottenuto. Una volta che ha perso il posto, però, non aveva più scusanti. Doveva rientrare in Marocco, anche per alcuni reati che aveva commesso in Italia.

Nel 2017, quindi, la domanda di protezione internazionale venne rifiutata dalla Questura di Milano, bypassando la commissione territoriale che doveva occuparsene. Nell’ordine di espulsione, però, la Questura aveva indicato che “Non ricorrono seri motivi di carattere umanitario o risultanti da obblighi costituzionali o internazionali“. Questa era un’indicazione falsa, perché l’uomo rischiava il carcere. Essendo lui gay e l’omosessualità non tollerata nel Paese d’origine, l’espulsione non poteva essere approvata. Il rimpatrio è stato quindi bloccato dal giudice, in attesa dell’approvazione della domanda d’asilo da parte della commissione territoriale. Ora, l’uomo può rimanere in Italia con lo status di rifugiato.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 13.4.19 - 17:41

"...per alcuni reati che aveva commesso in Italia." Quando poi veniamo definiti in malafede od anime belle , non dobbiamo troppo strillare......

Trending

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24

Hai già letto
queste storie?

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti - Carriera Alias - Gay.it

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti

News - Redazione 27.12.23
Il viaggio di auto-scoperta: comprendere il "Questioning" nell'ampio ventaglio degli orientamenti affettivi, sessuali e identità di genere - gender questioning - Gay.it

Il viaggio di auto-scoperta: comprendere il “Questioning” nell’ampio ventaglio degli orientamenti affettivi, sessuali e identità di genere

Guide - Gay.it 16.11.23
Ambrogino d'Oro 2023 a Pucci, autore di battute omofobe su Zorzi e insulti a Schlein. Albiani: "È una porcata" - andrea pucci - Gay.it

Ambrogino d’Oro 2023 a Pucci, autore di battute omofobe su Zorzi e insulti a Schlein. Albiani: “È una porcata”

News - Federico Boni 16.11.23
Milano aggressione

Milano, coppia gay pestata da tre uomini davanti ai bambini, insulti: “Fr*ci di m**da”

News - Redazione Milano 11.10.23
fratelli

Milano, Corte d’Appello dichiara illegittime le trascrizioni dei figli delle coppie di donne

News - Redazione 6.2.24
Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
Università Bocconi, sospesi tre studenti per commenti transfobici sui bagni gender neutral dell'ateneo - bagniinclusivi scaled 1 - Gay.it

Università Bocconi, sospesi tre studenti per commenti transfobici sui bagni gender neutral dell’ateneo

News - Redazione 15.2.24
aggressione-bruna-denuncia-milano

Bruna picchiata dai vigili a Milano, sette agenti indagati

News - Redazione 4.10.23