Stop alle terapie di conversione in Israele: il parlamento approva la legge

Le terapie di conversione da oggi sono solo un ricordo. Israele è il primo Paese del Medio Oriente a dire no a queste disumane pratiche.

israele
Israele, via libera alla maternità surrogata anche per le coppie gay, i single e le persone trans*
< 1 min. di lettura

È arrivata ieri l’approvazione da parte della Knesset, ovvero il Parlamento israeliano, della legge che vieta completamente le terapie di conversione, pratica fino ad oggi ancora eseguita da alcuni psicologi.

Per l’approvazione della legge, fortemente voluta, hanno votato a favore anche alcuni partiti dell’opposizione, dimostrando in questo modo una grande volontà nel vietare una pratica non riconosciuta, inutile e altamente pericolosa, poiché può portare anche a depressione e suicidio.

Israele primo paese a vietare le terapie di conversione in Medio Oriente

Israele, con questa voto, guadagna il primo posto nella lista dei Paesi Mediorientali a vietare le terapie di conversione. Si parla di cambiamento storico anche tra chi era contrario alla legge, come Nitzan Horowitz, leader del partito di Meretz. Soddisfazione invece dal ministro israeliano della Difesa, Benny Gantz. Dopo il voto, ha affermato:

La terapia di conversione è nata nel peccato e il suo posto è al di fuori della legge e della norma pubblica. Faremo in modo che tutti, di ogni estrazione e orientamento sessuale in Israele, abbiano libera scelta e sicurezza sulla propria identità.

L’approvazione segna un nuovo punto a favore per i diritti civili in Israele, indicato come la nazione più progressista del Medio Oriente per quanto riguarda l’apertura nei confronti della comunità LGBT. Il Pride è un evento atteso ogni anno, sono presenti delle leggi contro le discriminazioni, le coppie dello stesso sesso possono adottare e hanno gli stessi diritti delle coppie eterosessuali.

E in politica la comunità LGBT è rappresentata con un importante numero di parlamentari  dichiaratamente omosessuali. Anche per questo si mostra come un Paese abbastanza libero, per quanto rimangano alcune zone più conservatrici dove l’omofobia persiste.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 27.7.20 - 18:18

Nel bene e nel male , per opportunismo politico o per altre ragioni , Israele , lo Stato di Israele e non lo stato ebraico , resta l'unica isola civile in un mare antico di omofobia araba . Generalizzare è da imbecilli , lo so , ma la realtà non si può negare ed il loro calendario e la loro cultura ha 730 anni meno del riconoscimento dei diritti civili da parte dell' O.N.U.

Trending

Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO) - Ricky Martin sale sul palco del Celebration Tour di Madonna - Gay.it

Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO)

Musica - Redazione 9.4.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24

Continua a leggere

montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
bandiera progress pride

Le conquiste internazionali sui diritti LGBTQIA+ del 2023

News - Federico Boni 19.12.23
Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

2023, l’anno nero per i diritti LGBTQIA+ negli Stati Uniti d’America

News - Redazione 27.12.23
turchia-libri-censura

Turchia, libri su teorie riparative e correlazione tra omosessualità e pedofilia negli scaffali delle biblioteche pubbliche

News - Francesca Di Feo 5.2.24
Padova, via alle cause contro le famiglie arcobaleno: "Sarà una battaglia di civiltà giuridica e umana" - Padova via alle cause contro le famiglie arcobaleno - Gay.it

Padova, via alle cause contro le famiglie arcobaleno: “Sarà una battaglia di civiltà giuridica e umana”

News - Redazione 14.11.23
Russia LGBT - terapia riparativa

Russia: “curare le persone LGBTI”, smascherati 12 enti che operano indisturbati tra abusi fisici, sessuali e psicologici

Corpi - Francesca Di Feo 5.3.24
terapie di conversione terapie riparative

Negli USA oltre 1.300 “terapisti della conversione” torturano ancora le persone LGBT+, nonostante i divieti

News - Federico Boni 15.12.23
Il Portogallo ha vietato ufficialmente le terapie di conversione - boy erased terapie conversione - Gay.it

Il Portogallo ha vietato ufficialmente le terapie di conversione

News - Redazione 28.12.23